Contenuto sponsorizzato

Arte Sella devastata, Acqua Levico: ''Non mollare, noi ci siamo. Le aziende devono aiutare i territori a rialzarsi''

In via preliminare si parla di almeno 200 mila euro di danni, Arte Sella devastata da pioggia e vento. Franzoni: "Non ci tiriamo indietro e siamo pronti a rafforzare la nostra collaborazione con questa realtà. Le prossime etichette parleranno della rinascita, una nuova primavera di Arte Sella"

Di Luca Andreazza - 06 novembre 2018 - 20:41

LEVICO. "Non ci tiriamo indietro e siamo pronti a rafforzare la nostra collaborazione con Arte Sella. Siamo vicini a questa eccellenza del nostro territorio per promuovere la rinascita del parco", queste le parole di Mauro Franzoni, presidente di Acqua Levico, che aggiunge: "Vogliamo intensificare questa collaborazione magnifica".

In via preliminare si parla di almeno 200 mila euro di danni, Arte Sella devastato da pioggia e vento, alberi caduti sulle opere, il sentiero Arte e Natura completamente spazzato via e le caratteristiche della zona cambiate nel giro dell'ondata di maltempo (Qui articolo). 

 

Un colpo da ko, che ha costretto Arte Sella a fermarsi e disdire contratti per capire come e quando ripartire. "Adesso - aggiunge il numero uno dell'azienda trentina - dobbiamo capire la misura e la gravità della situazione per redigere un piano in sinergia con gli altri partner istituzionali e imprenditori. Il parco deve ripartire e quanto prima ci sederemo intorno ad un tavolo per fare il punto e trovare una strategia".

 

I danni sono, infatti, davvero ingenti, un percorso creativo unico che nell'arco dell'esperienza trentennale ha visto incontrarsi linguaggi artistici, sensibilità e ispirazioni diversi accomunati dal desiderio di intessere un dialogo tra la creatività e il mondo naturale. E sono tanti anche i messaggi di solidarietà e sostegno che in questi giorni hanno raggiunto Arte Sella, una richiesta di non mollare.

 

La furia di vento e pioggia si scatena ad Arte Sella

"La priorità in questo momento - aggiunge Franzoni - è quella di ridurre la portata dei danni e pulire il parco dai detriti, faremo la nostra parte per quanto nelle nostre possibilità e disponibilità. Dobbiamo difendere e promuovere i valori del nostro territorio, soprattutto ora".

Nel recente passato l'azienda di Levico, ecosostenibile al cento per cento, aveva reso omaggio al territorio riportando sulle sue bottiglie le opere di uno dei progetti artistici trentini più interessanti e apprezzati, in grado di coniugare perfettamente arte e natura (Qui articolo), mentre in queste ore ha rilanciato un video per ricordare bellezza e importanza del luogo.

 

 

"L'idea - prosegue il presidente di Acqua Levico - è anche quella di preparare un piano ad hoc di comunicazione: solitamente le etichette limited edtion vengono preparate per la primavera e l'intenzione è quella di veicolare la rinascita, appunto una 'nuova primavera' di Arte Sella, noi ci siamo e speriamo di essere seguiti in tutto il Trentino per aiutare quelle eccellenze fortemente danneggiate".

 

Sono tanti i casi delle bellezze piegate dal maltempo, come i boschi trentini e il parco Asburgico di Levico (Qui articolo), zone completamente riconoscibili. "Speriamo - conclude Franzoni - di diventare un volano e stimolare quelle aziende, ora un po' nell'ombra, che possono fare qualcosa a intervenire per rilanciare le eccellenze del territorio, che sono un patrimonio di tutti". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 febbraio - 15:17

E mentre la colonnina di mercurio è salita, un iceberg di 300 chilometri quadrati, paragonabile alle dimensioni di Malta, si è staccato dal ghiacciaio Pine Island. E mentre anche in Trentino si decide di investire milioni di euro su impianti anche sotto i 1.000 metri come a Bolbeno il noto climatologo spiega: ''La neve c'è oltre i 2 mila metri, mentre più in basso i paesaggi sono primaverili. Gli investimenti non dovrebbero più andare solo sullo sci''

18 febbraio - 17:27

A Trento alle 18 in piazza d'Arogno è stato organizzato un presidio promosso da Unione degli Universitari, Amnesty Trento e Arcigay del Trentino

18 febbraio - 16:45

Visitabile nella galleria di via Muredei 8, l'esposizione è stata inaugurata oggi alla presenza della segretaria della Cgil Trentino Manuela Faggioni e del segretario dello Spi Paolo Burli. "Mai indifferenti" mette in mostra le politiche discriminatorie del regime fascista che portarono gradualmente alle leggi razziali del 1938

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato