Contenuto sponsorizzato

"In bottiglia non solo acqua, anche valori": Levico Acque si riconferma ambasciatrice di sostenibilità. Nuova limited edition firmata Arte Sella

Nasce dalla collaborazione tra la fucina artistica della Val di Sella e l'azienda levicense produttrice di acque e succhi il progetto 'Il Senso della Neve', con due nuove etichette che ritraggono opere d'arte naturali immerse in un paesaggio invernale. Prezioso l'intervento del glaciologo del Muse Casarotto

Di Cinzia Patruno - 24 marzo 2018 - 18:43

LEVICO TERME. Levico Acque e Arte Sella, un binomio che è una garanzia. L'azienda di Levico, ecosostenibile al cento per cento, torna a rendere omaggio al territorio riportando sulle sue bottiglie le opere di uno dei progetti artistici trentini più interessanti e apprezzati, in grado di coniugare perfettamente arte e natura.

 

A pochi giorni dalla Giornata mondiale dell'acqua (il 22 marzo di ogni anno, ndr) e a Levico, ribattezzata per l'occasione città d'acqua grazie alla presenza del lago, delle terme e, non da ultimo, dello stabilimento di Levico Acque, sono state presentate le nuove etichette. Un'edizione limitata rivolta ai mondi della ristorazione e dell'accoglienza alberghiera.

 

'Il Senso della Neve', questo il titolo della nuova collezione, due etichette dall'atmosfera invernale, che ritraggono due opere ricoperte da una candida coltre nevosa. Senso e neve sono le parole chiave della nuova limited edition, l'ideale combinazione di pensiero e materia. “Un omaggio alla nostra bianca sorella – recita la poesia che ha aperto la presentazione -, ma anche all’uomo, laddove riesce, con leggerezza e rispetto, a interagire con gli elementi naturali, non per togliere, ma per restituire bellezza".

Da sinistra, il sindaco di Levico Sartori, il presidente di Levico Acque Franzoni e il direttore artistico di Arte Sella Montibeller.

"Una della cose che mancano oggi è il senso – ha raccontato il presidente di Levico Acque, Mauro Franzoni -. Noi pensiamo che nella nostra bottiglia non ci sia solo l'acqua, ma anche un messaggio e dei valori. In una società in cui abbiamo dimenticato il gusto di chiederci il perché, bisogna recuperare il senso".

 

Le nuove etichette, che saranno distribuite in alberghi e ristoranti di alto livello, rappresentano due opere presenti ad Arte Sella, la mostra a cielo aperto in cui cultura e natura si fondono in un dialogo creativo. Sull'acqua naturale troviamo l'opera 'Nido II' di Nils-Udo, mentre sulla frizzante 'L'alveare' di Daniele Salvalai, entrambe fotografate dall'alto da Giacomo Bianchi di Arte Sella.

 

Stampate su una preziosa ma ecologica carta perlescente, catturano perfettamente la meraviglia della neve sulle opere d’arte, portandoci a riflettere sul ruolo dell’uomo nella relazione con il territorio ed il pianeta, perché perdere il ghiaccio e la neve significa perdere la possibilità della vita sulla terra. Più defilato sull'etichetta il nome del marchio: una scelta voluta per dare il giusto spazio all'immagine, capace di parlare da sé.

Il direttore artistico di Arte Sella Emanuele Montibeller ha voluto ringraziare Levico Acque per "aver introdotto nel nostro territorio la parola sostenibilità". "La bellezza – ha spiegato il direttore – sta nelle azioni dell'uomo volte ad affrontare il futuro in maniera appropriata".

 

"Bisogna imparare a rinunciare a dare solo un valore economico a quello che ci circonda", ha raccontato Montibeller, riferendosi alla quantità minore di biglietti staccati ad Arte Sella nella stagione invernale appena trascorsa a causa della neve. Neve che, fortunatamente, non è mancata lo scorso inverno e che significa più acqua per l'estate.

 

"L'intenzione di Levico Acque – ha proseguito il direttore artistico di Arte Sella – è uno spunto: noi tutti dobbiamo lavorare sulla sostenibilità". E un plauso è andato alla volontà dell'azienda produttrice di acque e succhi di imbottigliare tutto in vetro, quando la scelta della plastica è molto più semplice ma molto più dannosa.

 

Come ogni anno in occasione della Giornata mondiale dell'acqua, Levico Acque ha voluto rendere omaggio al proprio lavoro di continua ricerca portando anche la parola di Christian Casarotto, glaciologo del Muse di Trento. "Queste fotografie – ha spiegato l'esperto mostrando lo stato attuale di alcuni ghiacciai attraverso delle immagini – ci dicono che il riscaldamento globale esiste".

 

E' tristemente nota la scarsa importanza che viene attribuita a questa tematica. "Ci accorgiamo – ha continuato Casarotto – dell'importanza di qualcosa quando questa viene a mancare". E è il caso dei ghiacciai. Un esempio concreto e vicino riguarda l'Adamello, passato dai cento chilometri quadrati ai sedici di oggi.

 

"Il ghiacciaio – chiarisce l'esperto – rappresenta la risorsa idrica per l'agricoltura, per l'energia idroelettrica, per il turismo e per l'attività economica". Non è da escludere la dinamica legata alla sicurezza: le frane, ad esempio, avvengono quando il ghiaccio si scioglie. "Il cambiamento climatico è reale. E' una sfida avvincente, ma non dobbiamo aspettare molto per riuscire a vincerla". Sfida che può essere vinta attraverso l'imitazione di esempi virtuosi, come la realtà di Levico Acque.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 novembre - 05:01

Caritas diocesana e Fondazione Comunità Solidale restituiscono la fotografia delle povertà sul territorio provinciale, con numeri in leggera crescita rispetto lo scorso anno. “Tanti stranieri utilizzano i servizi di accoglienza come punto di riconoscimento e di appoggio per avere un luogo sicuro dove pernottare in attesa dei documenti”

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato