Contenuto sponsorizzato

Block&wall, il bouldering in città chiude i festeggiamenti per i 90 anni de La Sportiva

La data da cerchiare in rosso è quella di sabato 26 maggio. Oltre quaranta percorsi e la finale al parco del Muse, dove i migliori affrontano la struttura Hero

Pubblicato il - 25 maggio 2018 - 20:22

TRENTO. Tutto pronto per Block&wall, l'evento di bouldering tutto trentino che per la sua settima edizione si colloca all'interno del novantesimo anniversario de La Sportiva. Dopo cinque giorni di full-immersion in attività sportive in montagne, l'azienda della Val di Fiemme, leader del settore, sceglie questa iniziativa come evento di chiusura.

 

Tanti i climber italiani e stranieri, in particolare da Germania, Francia, Svizzera e Spagna, sono pronti a sfidarsi lungo 40 tracciati di diverse difficoltà in quindici punti del centro città, mentre i migliori sono attesi nella gara finale nel quartiere Le Albere alle 20 (E' possibile seguire la finale in Live streaming dalla pagina facebook Busacca video produzione e sul sito ufficiale blockandwall.com).

 

La data da cerchiare in rosso è sabato 26 maggio e il fulcro di Block&wall è il parco del Muse: qui si trova la parete artificiale per la finale Contest e quindi la struttura Hero, oltre all'accogliente e ricca zona ristoro.

 

Gara parallela alla principale è la sfida Hero, un circuito composto da simpatiche e coreografiche performance di grande forza e tenacia, ispirate agli allenamenti a secco tradizionali (e non) che si sono sviluppati a partire dagli anni ‘80.

 

L'associazione Block&wall, affiliata all'Uisp è la prima realtà sportiva dilettantistica di Trento che si occupa della promozione dell’arrampicata nel territorio provinciale, si forma nel 2012 per la volontà di quattro amici. L'idea di organizzare una manifestazione di arrampicata urbana all’interno del centro storico della città prende subito forma. E la prima edizione scatta nel contesto del programma ufficiale del Trento Film Festival.

 

Un evento non solo sportivo, il progetto propone anche attività didattiche, serate informative, incontri e dibattiti. Per Block and Wall l’arrampicata non è solo sport, ma anche condivisione, socialità, cultura e rispetto per l’ambiente. Il bouldering, la scalata di massi di varie dimensioni, nasce negli anni ’60 e vede una costante crescita fino a raggiungere milioni di appassionati nel mondo e centinaia di migliaia in Italia.

 

Oltre a La Sportiva, il Muse e il Comune di Trento, sono tanti i partner che sostengono Block&wall, realtà del calibro di Itas, Cassa rurale di Trento, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e tanti negozi di settore. 

 

PROGRAMMA

ore 12:00   apertura iscrizione a Urban Boulder Contest 

ore 12:30   apertura circuito Hero

ore 14:00   apertura zona blocchi

ore 18:00   chiusura zone blocchi

ore 18:00   ritrovo presso il parco del MUSE

ore 18:30   chiusura circuito Hero

ore 18:45   finale circuito Hero 

ore 20:00   estrazioni premi 

ore 20:30   premiazione concorso Montagnavventura 

ore 20:40   finale Urban Boulder Contest 

ore 21.30   premiazione 

ore 21:45   estrazioni premi

ore 22:00   deejay set by Mataz

ore 00:00   saluto e chiusura 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

28 febbraio - 14:01

Il caratteristico Bivacco di colore rosso, scalette metalliche, cavi d’acciaio e l’inevitabile ponte tibetano sono solo alcuni dei tanti dettagli del progetto "Via Ferrata al Monte Morben 3099mt". La proposta di due designer di Pordenone per far diventare le Dolomiti un set officiale dei famosi mattoncini colorati

28 febbraio - 13:45

A 3 anni di distanza dall'ultimo servizio, Le Iene sono tornate a Rovereto per raccontare la "Bitcoin valley". Il direttore finanziario di Inbitcoin Nicola Vaccari: "Non è il prezzo la cosa più interessante dei bitcoin, ma la libertà di utilizzare i propri soldi in tutto il mondo. E' il più grande esperimento economico e sociale della storia dell'umanità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato