Contenuto sponsorizzato

Bouldering e parapendio, trekking e e-bike, Rovereto lancia il Vallagarina Experience Festival

 E' tutto pronto per il Vallagarina Experience Festival in agenda da giovedì 19 a domenica 22 settembre. Un format nuovo, adatto a chiunque sia appassionato o voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo dell’outodoor. Ideale per chi è alla ricerca del benessere e vuole esplorare un lembo di Trentino ancora incontaminato e fuori dai circuiti di massa del turismo più conosciuto

Pubblicato il - 15 settembre 2019 - 17:01

ROVERETO. Un evento dedicato a sportivi e appassionati, ma anche a chiunque sia alla ricerca del benessere e abbia voglia di esplorare territori incontaminati. E' tutto pronto per il Vallagarina Experience Festival in agenda da giovedì 19 a domenica 22 settembre.

 

Un format nuovo, adatto a chiunque sia appassionato o voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo dell’outodoor. Ideale per chi è alla ricerca del benessere e vuole esplorare un lembo di Trentino ancora incontaminato e fuori dai circuiti di massa del turismo più conosciuto. Ma anche un’occasione di festa per chi abita in valle, chiamato a riscoprire casa propria con occhi nuovi.

 

Le principali attività del festival si svolgono tra corso Bettini, i Giardini Perlasca e piazza Malfatti, ma ci saranno proposte ed escursioni in tutta la Vallagarina e le sue cime, come il Monte Baldo, Monte Stivo, lago di Cei, Monte Pasubio, Monte Lancia, Monte Zugna, Monte Finonchio e Lessinia

 

"Questo festival - commenta Nicola Cimonetti, presidente dell’Aps Vallagarina Destination - è un evento del territorio per il territorio, che intende infondere a tutto il tessuto sociale nuova fiducia nelle potenzialità turistiche della Vallagarina. Un territorio dalle molteplici opportunità, con tutte le carte in regole per distinguersi come destinazione d’eccellenza per un turismo sano ed ecosostenibile".
 
Sulla necessità del fare impresa nel settore outdoor ha insistito la consigliera provinciale Mara Dalzocchio: "La vera ricchezza sono i tanti i privati che hanno capito l’importanza del turismo per convertire una realtà dal passato industriale, sfruttando proprio la forte vocazione imprenditoriale del territorio per riqualificarlo. Per quanto riguarda invece l’ambito pubblico è sempre più evidente la volontà politica di rendere la Vallagarina una forza di traino anche a livello provinciale".
 

Il presidente dell'Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina, Giulio Prosser, ha rimarcato la necessità di sfruttare l’outdoor per attirare investimenti. Perché “dove ci sono turisti ci sono alberghi” e, considerando le nuove esigenze del mercato, questo significa costruire e rimodernare per essere in grado di offrire servizi sempre più richiesti, come ad esempio le e-bike room. 
 
Tantissime le attività in programma, che consentiranno di esplorare attivamente il territorio, le sue bellezze naturali e le sue ricchezze storico-culturali. L’accento sarà posto sull’e-bike, il trekking, il nordic walking e il trail running, ma verrà data attenzione a diverse altre attività, come yoga, bouldering, enduro, parapendio e pesca. Ci sarà anche l’opportunità di conoscere il mondo hand-bike, quelle biciclette modificate per essere utilizzate dai disabili: lo sport unisce e avvicina, in un territorio preparato a includere e accontentare tutti.
 
Ai bambini sarà dedicata un’intera area, i Giardini Perlasca, con attività ludico-didattiche di avvicinamento allo sport: pump track, gimcana bici, mini trail, mini nordic walking, yoga, fitness, prova di arrampicata, area sensoriale e prova di equilibrio sulla slack line, taiji quan, danza acrobatica aerea ed educazione stradale (con i vigili urbani). Tutte le attività dell'Area Kids saranno gratuite.
 
L'assessore allo sport e all’innovazione tecnologica del Comune di Rovereto, Mario Bortot, ha sollevato un altro significativo aspetto. Dal momento che il programma prevede anche due giornate di workshop “questo festival sarà anche occasione di riflessione, approfondimento e produzione di pensiero: è importantissimo, se si vuole perseguire la crescita, pensare al domani”. L’assessore ha inoltre anticipato il grosso impegno del Comune, già in atto, nel riqualificare l’ex Crossodromo di Volano come E-bike Park e nell’allestire il nuovo Boulder Park Dantesco ai Lavini di Marco.
 
Nel cuore di Rovereto saranno, poi, presenti numerosi stand di produttori di attrezzatura e articoli sportivi, noleggiatori e brand d’abbigliamento. In particolare, ci saranno diversi produttori di e-bike che metteranno a disposizione i loro prodotti per test-bike gratuiti: guide certificate accompagneranno gli interessati al Bosco della Città, per provare le due ruote sia su terreni facili che in condizioni un po’ più impegnative. Tante inoltre le opportunità per esplorare le ricchezze storico-culturali: il Mart, il Museo della guerra di Rovereto, la Campana dei Caduti, Forte Pozzacchio, il centro di Rovereto e Palazzo Grillo.
 
Spazio sarà dato anche all’intrattenimento: un intervento del comico trentino Lucio Gardin, spettacoli acrobatici in bicicletta, uno spettacolo di danza acrobatica aerea, tiro alla fune, musica e momenti con testimonial di rilievo, che presenteranno le loro esperienze profondamente legate all’outdoor (tutti gli spettacoli sono gratuiti).
 
Per l’occasione verrà inoltre proposto un esclusivo menu itinerante gourmet a base di prodotti tipici, con il coinvolgimento di tutte le realtà locali d’eccellenza. Ci sarà inoltre l’area del “magnar rustego”, dove si potrà assaggiare i classici cibi delle sagre trentine. Come anticipato, oltre a nutrire muscoli e pancia, l’evento avrà tanto da offrire anche alla mente: ci sarà infatti un workshop di formazione (gratuito), diviso in quattro moduli: Bike Hotel & Bike B&B; Outdoor e benessere psico-fisico; E-bike; trail, trekking e nordic walking. Il Festival sarà inoltre occasione di raduno nazionale della Scuola Italiana e-Bike e della Scuola Italiana Nordic Walking, con talk dedicati e cene riservate ai soci. 
 
Verranno poi lanciati importanti messaggi di Pace, in diverse occasioni, quali "Yoga verso la Pace", nei due moduli "Ombra della separazione" e "Luce nell'Unione", "Outdoor per la pace", una marcia che dal centro storico si sviluppa sino alla Campana dei Caduti, per un momento di raccoglimento (100 rintocchi) – gruppi trekking, Nordic Walking, Trail, e-bike e yoga, e "Vallagarina Stories", in bici per la Pace, l’esperienza di 4 ragazzi che hanno pedalato da Rovereto ad Auschwitz.
 
Attenzione sarà data anche all'universo femminile, con il Trekking Rosa organizzato da Donne di Montagna (con il supporto della Lilt-Lega tumori Trento e, dunque, con importanti messaggi di prevenzione) e il trail running di donna4skyrace. Saranno presenti anche stand di associazioni ed enti locali che si occupano di incoming e promozione della regione, per scoprire le novità del mercato e conoscere in maniera approfondita l’offerta turistica della Vallagarina: itinerari outdoor, ma anche proposte relax, musei e punti di interesse storico-culturale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

17 ottobre - 19:13

La vicenda legata alla serata organizzata dall'Udu (e saltata perché ci sono stati dei problemi con la documentazione) è finita sulla prima pagina del Giornale soprattutto per la protesta del Collettivo Refresh contro il giornalista. Una protesta dai toni sbagliati che ha prestato il fianco a una descrizione di Trento da anni di piombo. Bisesti non ha smorzato la polemica mentre il Rettore e l'Udu hanno spiegato come sono andate le cose

17 ottobre - 20:01

L'incidente è avvenuto al confine tra Mantova e Verona. Sul posto la polizia stradale e le forze dell'ordine. Il soccorsi sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato