Contenuto sponsorizzato

Da Amnesty International a Medici senza frontiere, un dibattito per spiegare l'immigrazione in Trentino

L'appuntamento è per mercoledì 11 aprile alla Facoltà di scienze cognitive di Rovereto. Intervengono anche Jeroen Vaes, professore di psicologia sociale dell'Università di Trento, Mattia Beber (Centro Astalli di Trento), Stefano Bleggi (Antenne Migranti) eMartina Puppi (Volontaria)

Di Luca Andreazza - 10 aprile 2018 - 15:18

ROVERETO. 'Un passo avanti', questo il titolo dell'incontro organizzato per mercoledì 11 aprile alle 17 all'Aula Magna della Facoltà di scienze cognitive di Rovereto dall'Associazione universitari Urla.

 

Un pomeriggio per capire e spiegare il fenomeno migratorio. Anche il Trentino non è immune rispetto alle dinamiche più di alto livello e quanto accade nel mondo si riflette anche sul nostro territorio. 

 

Si inizia dalle esperienze vere e dirette per analizzare il nostro contesto, anche attraverso l'aiuto di esperti e testimonianze.

 

Il focus della seconda edizione di 'Un passo avanti' è, infatti, sul tema 'Immigrazione in Trentino' e prevede la partecipazione di partner del calibro tra gli altri di Amnesty International, Medici senza frontiere e Centro Astalli.

 

Si parte da Mariacarla Indice del Coordinamento rifugiati e migranti di Amnesty International per parlare dell'attuale situazione dell'immigrazione in Italia e della campagna 'I welcome', quindi spazio a Jeroen Vaes, professore di psicologia sociale dell'Università di Trento.

 

E ancora Bianca Benvenuti, Advocacy officer di Medici senza frontiere per approfondire gli aspetti quali accoglienza e integrazione per evitare vulnerabilità e marginalità sociale e presentare il nuovo rapporto 'Fuori campo'. Il sistema di accoglienza dei richiedenti asilo in Trentino è al centro dell'intervento di Mattia Beber, operatore Terze accoglienze Centro Astalli di Trento.

 

E' il turno poi di Stefano Bleggi (Antenne Migranti) che offre un monitoraggio lungo l'asse del Brennero e Martina Puppi (Volontaria) per un'esperienza dal basso a base di migranti e tecnologie digitale. Il tutto moderato da Luca Pianesi, direttore de Il Dolomiti.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 luglio - 19:17

Il presidente Renato Villotti: " Purtroppo quando uno è debole e disperato tutto gli va bene pur di non morire. E la criminalità si presenta con soldi contanti pronti per essere usati”. Per Confesercenti tra gli interventi utili a superare questa crisi che sta sconvolgendo bar e ristoranti vi è il blocco dello smart working

15 luglio - 17:36
Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. Sono stati analizzati 1.138 tamponi. Il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, ha firmato una nuova ordinanza che introduce alcune novità nella gestione delle misure di sicurezza per fronteggiare Covid-19
15 luglio - 17:23

E' arrivata una nuova ordinanza della Provincia per gestire questa fase dell'emergenza coronavirus. Un aggiornamento che si estende fino al 31 luglio e ricomprende linee generali e raccomandazioni di comportamento, misure specifiche per le attività economiche, oltre ai rinvii a provvedimenti nazionali e protocolli di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato