Contenuto sponsorizzato

''Grazie a tutti i vigili del fuoco anima del Trentino. Con loro la nostra sarà sempre una terra sicura e protetta''

Lettera del vigile del fuoco e sindaco di Calliano Lorenzo Conci per ringraziare i pompieri e celebrare Santa Barbara

Pubblicato il - 04 dicembre 2018 - 13:18

CALLIANO. ''Se il Trentino ha retto così ad un evento come quello di ottobre e si è rialzato immediatamente è stato principalmente per la presenza in ogni paese dei nostri magnifici Vigili del Fuoco Volontari''. Oggi è Santa Barbara, patrona, assieme a San Floriano, dei Vigili del Fuoco. Rappresenta, infatti, la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità anche quando apparentemente non c'è alcuna via di scampo ed è colei che protegge coloro che si trovano "in pericolo di morte improvvisa". Per celebrare questa ricorrenza e ringraziare, così, tutti i vigili del fuoco pubblichiamo questa lettera firmata da Lorenzo Conci vigile del fuoco e sindaco di Calliano. 

 

Oggi, 4 dicembre, si festeggia Santa Barbara Patrona, assieme a San Floriano, dei Vigili del Fuoco.

Colgo l’occasione di questa ricorrenza per ringraziare ancora una volta di cuore i Vigili del Fuoco Volontari del mio Comune e con loro tutti i Vigili del Fuoco dei nostri paesi per il loro costante impegno e presenza nelle nostre Comunità.

 

I Vigili del Fuoco Volontari sono un esempio positivo di questa terra di Autonomia e rappresentano uno dei pilastri fondamentali sui quali si fonda e si costruisce il senso stesso di essere Comunità Autonoma.

 

Una peculiarità e particolarità della nostra terra ed autonomia trentina, quella della presenza dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari in ogni paese, che deriva dalla storia e dall’importanza dei valori dell’attenzione al territorio, dell’attaccamento alle proprie comunità e del principio del “mutuo aiuto”.

 

Un’esperienza che prese il via in quel periodo storico nel quale la nostra terra faceva parte dell’Impero Austro Ungarico, peculiarità rimasta tale fino ai giorni nostri.

 

E’ fondamentale sottolineare sempre che i nostri Vigili del Fuoco sono tutti Volontari, persone che dedicano tempo per mettersi al servizio degli altri, rischiando del loro per garantire la sicurezza di tutti.

 

Pensando al loro impegno il pensiero ricorre inevitabilmente agli ultimi tragici eventi che hanno colpito la nostra terra a seguito dell’allerta meteo di fine ottobre.

Se il Trentino ha retto così ad un evento come quello di ottobre e si è rialzato immediatamente è stato principalmente per la presenza in ogni paese dei nostri magnifici Vigili del Fuoco Volontari.

 

Rinnovo quindi di cuore il mio personale ringraziamento a tutti i Vigili del Fuoco volontari, agli allievi che sono il nostro futuro ed a tutto il sistema della Protezione civile della nostra Provincia con la consapevolezza che grazie a loro il Trentino sarà sempre una terra sicura e protetta.

 

Grazie, grazie ed ancora grazie, siete l’orgoglio del nostro Trentino, siete il cuore pulsante della nostra Comunità e della nostra Autonomia!

 

Lorenzo Conci

Sindaco di Calliano

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato