Contenuto sponsorizzato

I negoziati tra Kim Jong-un e Trump a Rovereto. C'è chi pensa di candidare la sede della Campana dei Caduti per gli incontri Usa-Corea del Nord

LA proposta arriva dal giornalista Franco Delli Guanti ed è stata subito raccolta dal consigliere provinciale Claudio Civettini che ha presentato un'interrogazione alla Giunta: "La Campana è già accreditata all'Onu e presso le Istituzioni europee, quindi già riconosciuta a livello ufficiale"

Pubblicato il - 11 marzo 2018 - 13:13

ROVERETO. "La proposta la faccio da cittadino ed è seria - ha scritto sulla sua pagina Facebook il giornalista Franco Delli Guanti - candidare Rovereto, Città della Pace, con la sua Campana dei Caduti, quale sede neutrale dell'incontro tra Kim Jong-un e Trump".

 
"In questi anni - continua Delli Guanti - sotto la reggenza di Alberto Robol sono state realizzate numerose iniziative legate ai temi dell'internazionalità e dei diritti umani. La Campana inoltre è già accreditata all'Onu e presso le Istituzioni europee, quindi già riconosciuta a livello ufficiale".

 

Per il giornalista "sarebbe il luogo ideale, equidistante, per un incontro di pace di livello mondiale e, non nascondiamolo, le ricadute in termini di visibilità sarebbero enormi. Sognare in grande si può - conclude - o per lo meno si può tentare".

 

La proposta è stata immediatamente raccolta dal consigliere comunale Claudio Civettini che non ha perso tempo e ha presentato un'interrogazione alla Giunta provinciale: "Il suo messaggio di pace è universale e più che mai attuale. Un messaggio che basta a se stesso ed è patrimonio collettivo. Un patrimonio che pur essendo importante sul piano artistico, ha un enorme valore simbolico, politico e religioso".

 

Chiede se sia ipotizzabile candidare Rovereto e la sua Campana dei Caduti per gli incontri ipotizzati tra Kim Jong-un e Trump anche in previsione "dell’immensa ricaduta in termini di visibilità, per la Città ma anche per tutto il Trentino, qualora sotto l'egida dell'Onu, Rovereto potesse dar vita a questo evento di pace tra le potenze".

 

Non sarà facile la candidatura del Colle Miravalle come sede per i negoziati tra Stati Uniti e Corea del Nord: una tessitura di rapporti diplomatici non da poco che dovrebbe coinvolgere non solo l'Italia ma anche la stessa Europa. Ma come ha detto Franco Delli Guanti "sognare si può, o almeno si può tentare".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 September - 08:59
L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima delle 8 sulla strada provinciale 228 che passa per Masetti
Politica
17 September - 06:01
La dirigente della Formazione professionale ha detto che questo è il primo anno dei nuovi piani di studio e quindi sono 12 mesi di assestamento. [...]
Montagna
16 September - 10:52
Per celebrare il suo 150esimo anniversario una banca svizzera ha posizionato su 150 vette dell’arco alpino delle “steli pubblicitarie”. La [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato