Contenuto sponsorizzato

Il nido ''Il Trenino'' cambia faccia: lavori per 520.000 euro

Previsti adeguamenti alla normativa antincendio, un nuovo bagno e un laboratorio

Pubblicato il - 18 dicembre 2018 - 18:17

TRENTO. L'asilo nido "Il Trenino" di via Gocciadoro cambia volto e diventa più sicuro. L'amministrazione comunale intende adeguare gli spazi scolastici alle esigenze dei bambini e degli insegnanti e secondo la normativa antincendio.

 

Il costo totale dell'intervento sarà di 520.000 euro e, spiega l'ingegner Giorgio Bailoni per Palazzo Thun, "sarà realizzato nel 2020". Italo Gilmozzi: "È questa la risposta al sopralluogo sollecitato dalla scuola".

 

In particolare il progetto prevede diversi tipi di intervento. In due direzioni: quella della creazione di nuovi spazi e quella dell'adeguamento dell'edificio, costruito negli anni Ottanta, alla regola tecnica di prevenzione incendi per ambienti dove l'utenza e il personale superano le 30 persone.

 

Per quest'ultima si interverrà sulle pareti, sui pavimenti, sui controsoffitti e sulle uscite di emergenza. Sarà poi realizzato un nuovo servizio igienico in quello che attualmente è un luogo fasciatoio. Un'aula didattica sarà divisa per realizzare un nuovo laboratorio e saranno aggregati due stanze per ricavare una nuova sezione didattica. Infine sarà realizzato un disimpegno per la cucina e la lavanderia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato