Contenuto sponsorizzato

In attesa delle notturne, parte la stagione allo Snowpark: ''Divertimento assicurato da un mega materasso''

In occasione delle festività natalizie è previsto un week end di divertimento tra musica, trucca bimbi, baby dance, bolle giganti e tante altre attività al Kinderheim sulle piste da sci. Le notturne partono giovedì 27 dicemebre

Di Luca Andreazza - 19 dicembre 2018 - 20:57

TRENTO. L'attesa è praticamente finita e sul Monte Bondone tutto è pronto per lanciare la stagione dello snowboard. Le tavole sono pronte a scendere in pista in questo week end, da sabato 22 a lunedì 24 dicembre, e l'opening è affidato all'enorme big air bag.

 

"Un modo - spiega Mattia Furlanelli, responsabile del park e titolare di Slopedesign - per divertirsi e saltare senza alcun rischio. L'atterraggio sul morbido è garantito dal materasso di 15 metri, ma sono già tanti tracciati e linee in funzione".

 

Il team di Slopedesign è pienamente operativo per sistemare gli ultimi dettagli. Il divertimento è inoltre assicurato dai diversi eventi previsti in calendario dopo le festività di Natale e Capodanno. Le manifestazioni ritornano allo snowpark per 100-One Kids camp (sabato 12 e domenica 13 gennaio), Surprise event (30 gennaio-3 febbraio), Carnival in the park (28 febbraio-5 marzo) e Spring break party (24 marzo). 

"Ma - evidenzia Furlanelli - sono ancora tante le opportunità e non escludiamo di inserire altre iniziative in questo ricco calendario di appuntamenti. Ringraziamo fin da subito i partner quali Trento Funivie, Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, l'azienda 100-One, associazione OzoNexstep che ci permettono di lavorare serenamente".

 

Il park riparte di slancio alla ricerca di conferme dopo la piccola rivoluzione della passata stagione e il recentissimo premio come secondo il posto come "Best local snowpark delle Alpi" agli Snowpark awards 2018, gli Oscar del settore nella cornice della principale fiera della neve, quella di Skipass Modena.

 

I movimenti terra dell'estate 2016 e 2017, l'ottimizzazione nell'utilizzo della neve programmata, un rinnovato sistema d'illuminazione a led e la rinuncia all'half-pipe (ormai obsoleto e dispendioso che necessitava di 15 mila metri cubi di neve artificiale e 80 ore di lavorazione dei tecnici) per implementare 15 nuove strutture hanno già pagato i primi dividendi. 

 

Non solo neve, centri benessere e divertimento. Il Monte Bondone si conferma una località a portata di famiglia: apre i battenti anche il Kinderheim targato associazione Oltrelafesta, struttura direttamente sulle piste e vicino al Campo primi passi di Vason. Centro ludico ricreativo appositamente ideato per bimbi dai 3 ai 10 anni con giochi, personale specializzato e tanto divertimento.

 

L'atmosfera natalizia è garantita da un week end a base di musica, trucca bimbi, baby dance, bolle giganti e tante altre attività a ingresso gratuito per grandi e piccini.

 

Nel frattempo la stazione del Monte Bondone è quasi pienamente operativa, le seggiovia Palon, Montesel e 3-Tre sono in funzione, mentre i tecnici della società impianti lavorano costantemente per aprire la Rocce Rosse e la Gran Pista. Cresce l'attesa anche per l'avvio delle notturne. La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella di giovedì 27 dicembre. La località si illumina dalle 20 alle 22 ogni giovedì e sabato. Raggiungere il Bondone è facile e se si vuole lasciare l'auto a casa, si può scegliere il servizio skibus.

 

Il Monte Bondone è social e per restare informati ogni minuto si può guardare la nuova webcam Panomax e tutti gli aggiornamenti sulle previsioni meteorologiche, così come eventuali ulteriori aperture di impianti e piste, ma anche la pagina Facebook e Instagram.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato