Contenuto sponsorizzato

Sul Bondone apre anche la 3-Tre e cresce l'attesa per il lancio della stagione dello snowpark, premiato secondo "Best local snowpark delle Alpi"

I cannoni sono costantemente in azione per aprire quanto prima anche la seggiovia Rocce Rosse al servizio della Gran Pista, simbolo dell'Alpe di Trento. Sabato 22 un evento speciale per lanciare la stagione delle tavole 

Di Luca Andreazza - 14 dicembre 2018 - 21:31

TRENTO. Si allarga l'offerta sciistica sul Monte Bondone. In attesa delle festività natalizie e dopo l'entrata in funzione delle seggiovie Montesel e Palon, iniziano a girare i tornelli anche della 3-Tre (Qui info piste e impianti aperti).

 

Operativo anche il campo scuola primi passi e il tapis roulant, quasi tutta l'area è messa a disposizione degli sciatori. La società impianti Trento Funivie specifica che il piano sciabile è composto principalmente da neve programmata e quindi è garantita la sciabilità all’interno delle varie palinature lungo le piste. Nel frattempo i cannoni sono costantemente in azione per aprire quanto prima anche la seggiovia Rocce Rosse al servizio della Gran Pista, simbolo dell'Alpe di Trento.

 

Intanto cresce l'attesa per l'apertura dello snowpark. L'avvio ufficiale della stagione per gli appassionati delle tavole è per sabato 22 dicembre, quando è previsto un evento davvero speciale del team di Slopedesign capitanato da Mattia Furlanelli. Dopo la piccola rivoluzione della passata stagione, il gioiellino del Bondone è in fase di lifting finale per aprire i battenti. 

 

Il park bondonero è salito sul secondo gradino del podio nella categoria "Best local snowpark delle Alpi" agli Snowpark awards 2018, gli Oscar del settore nella cornice della principale fiera della neve, quella di Skipass Modena. Il Bondone c'è e inizia a sgomitare per farsi spazio tra i soliti noti, come LivignoCampiglio e Alpe di Siusi

 

Insomma, imovimenti terra dell'estate 2016 e 2017, l'ottimizzazione nell'utilizzo della neve programmata, un rinnovato sistema d'illuminazione a led e la rinuncia all'half-pipe (ormai obsoleto e dispendioso che necessitava di 15 mila metri cubi di neve artificiale e 80 ore di lavorazione dei tecnici) per implementare 15 nuove strutture hanno già pagato i primi dividendi. 

 

La biglietteria di Vason è aperta dalle 8.45 alle 16.30 e sarà possibile anche acquistare gli skipass stagionali in prevendita e con il contributo da parte dei Comuni di TrentoAldenoCimoneGarnigaVallelaghiMadruzzo e Cavedine.

 

Si conferma l’apertura del punto cassa skipass stagionali anche nel capoluogo, basta recarsi al punto informativo di Apt TrentoMonte BondoneValle dei Laghi in piazza Dante fino al 22 dicembre 2018, dal lunedì al sabato con orario 10.30-13.30 e 14.30-18.00. E' inoltre possibile acquistare gli skipass sul sito di Trento Funivie (Qui info).

 

Il Monte Bondone è social e per restare informati ogni minuto si può guardare la nuova webcam Panomax e tutti gli aggiornamenti sulle previsioni meteorologiche, così come eventuali ulteriori aperture di impianti e piste, ma anche la pagina Facebook e Instagram.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato