Contenuto sponsorizzato

Ragazzi e associazioni del territorio si incontrano per conoscersi: ecco ''1000 ore di giovani attivi''

E' stato considerato il miglior progetto dell'anno per la Comunità di valle di Valsugana e Tesino. L'obiettivo è mettersi in gioco e riscoprire il territorio attraverso il volontariato. Quest'anno le attività svolte potranno valere per l'alternanza scuola-lavoro

 

Di Irene Allegranti - 22 aprile 2018 - 18:05

BORGO VALSUGANA. Un ponte tra i giovani e le associazioni, troppo spesso poco conosciute e non frequentate dagli under 30. L'associazionismo in Trentino, infatti, è molto forte. Tuttavia, non sempre tutte le realtà presenti sul territorio sono riescono a raccontarsi nemmeno nei luoghi dove operano. Questo può far perdere opportunità di scoperta ed esperienze significative soprattutto ai giovani. Un modo creativo e coinvolgente di entrare in connessione con il mondo delle associazioni è il piano '1000 ore di giovani attivi', sostenuto dalle Politiche giovanili ed arrivato quest'anno alla sua 3ª edizione.

 

Nel gruppo che coordina il progetto c'è anche Cristina Giosele, educatrice ambientale con una laurea specialistica in biologia: "Ci piace chiamarci 'giovani pensanti' e quello che cerchiamo di fare è creare un ponte tra i giovani e le associazioni". Con questo obiettivo, i coordinatori hanno determinato un monte ore di volontariato che gli interessati potranno svolgere con varie realtà associative differenti, così da conoscerle e farsi conoscere.

 

"Per i ragazzi è un'occasione per mettersi in gioco, buttarsi dalla teoria alla pratica e fare esperienza", continua Cristina Giosele. Come nelle due edizioni precedenti, per i partecipanti è previsto un contributo spese; in aggiunta, quest'anno le ore di volontariato potranno essere validate per l'alternanza scuola lavoro. I benefici ci sono chiaramente anche per le associazioni: oltre a ricevere il contributo dei ragazzi, possono incontrarsi fra loro e creare delle sinergie.

 

Capofila dell'iniziativa è l'Ecomuseo del Lagorai, uno degli otto in Trentino. Del resto, gli ecomusei si estendono per vocazione oltre le pareti di una stanza, includendo ambiente e comunità, tradizione e sviluppo del territorio in cui si trovano.

 

Alla sua prima edizione, risalente al 2016, '1000 ore giovani' è stato dichiarato miglior progetto dell'anno dalla Comunità di valle di Valsugana e Tesino e ha ricevuto il Premio per la solidarietà dalla Fondazione trentina per il volontariato sociale. A giugno 2017, è stato presentato come progetto meritevole allo Smart Lab di Rovereto, nel corso dell'evento 'Piani a strati' organizzato dalle Politiche giovanili.

 

Come funziona concretamente? Le iscrizioni sono aperte fino alla fine dell'anno ai residenti in Valsugana e Tesino di età compresa fra i 16 e i 29 anni, anche se la priorità verrà data ai più rapidi. I giovani indicano la loro preferenza per 'pacchetti' di interesse, come 'gesti di solidarietà', 'animazione' o 'ambiente'. Quando le associazioni hanno bisogno di volontari, gli iscritti vengono contattati dai coordinatori e possono partecipare in base alle loro disponibilità. Qui la pagina facebook del progetto. https://it-it.facebook.com/1000oregiovani/

 

Le attività proposte ai volontari sono veramente varie: dalla manutenzione dei sentieri SAT alla raccolta di abbigliamento per la Caritas; dalle conversazioni in inglese presso la biblioteca di Borgo alla cura dell'Orto sociale di Castelnuovo. Aderisce all'iniziativa anche l'Oasi Wwf di Valtrigona, dove i partecipanti possono sperimentarsi guide naturalistiche del Centro visite, accogliendo turisti di tutte le nazionalità.

 

Il Museo degli strumenti musicali popolari dà la possibilità di affiancare le guide e aiutare nelle colonie musicali estive, mentre il Gruppo anziani di Novaledo propone di contribuire al suo 'sportello tecnologico', che aiuta i meno giovani ad interfacciarsi coi nuovi mezzi di comunicazione. Le associazioni aderenti all'edizione 2018 si presenteranno lunedì 23 aprile alle 20.30, a Borgo Valsugana, nella Sala rossa della Comunità Valsugana e Tesino.

 

Finora, '1000 ore giovani' ha coinvolto circa 50 giovani ogni anno, con ottimi riscontri. Diversi iscritti sono rimasti volontari sul territorio anche a progetto concluso e tutti hanno vissuto esperienze preziose. Sarebbe veramente interessante allargare l'iniziativa anche ad altre zone, per rafforzare le connessioni tra i cittadini ed aumentare le loro possibilità di avvicinarsi al mondo del volontariato. Non solo per rendersi utili, ma anche per conoscere le numerose realtà associative che costellano il territorio trentino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 13:44

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19e30 di ieri, all’altezza di un incrocio che permette di immettersi nella Strada provinciale 34. Nello scontro sono rimasti coinvolti due veicoli, il ferito più grave risulta essere un 33enne

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato