Contenuto sponsorizzato

Riparte la stagione in Bondone con tante novità, snowpark premiato tra i migliori dell'arco alpino, la pista Rocce Rosse allargata e il campo scuola riqualificato

Comune di Trento, società impianti e Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi puntano sulla famiglia. Confermate le agevolazioni per gli skipass stagionali, i corsi di sci alpino e nordico, le notturne. Tante le novità per la prossima stagione invernale

Foto di G. Galvagni
Di Luca Andreazza - 21 novembre 2018 - 17:48

TRENTO. Un Bondone a trazione family. La montagna della città lavora sempre più intensamente per diventare una destinazione a portata delle famiglie, un punto di riferimento per grandi e piccini che vogliono divertirsi in piena sicurezza e comodità, come testimoniano i dati di incidentalità sulle piste, tra i più bassi dell'interno arco alpino per l'ampiezza e la battitura impeccabile delle piste.

 

Forte dei numeri della passata stagione. "La vendita degli skipass giornalieri è del +25% - commenta Fulvio Rigotti, presidente di Trento Funivie - gli stagionali a +29% e un +38% nella categoria bambini e ragazzi a dimostrazione che il Bondone è particolarmente vocato per l'avviamento allo sci. Confermati gli accordi con i Comuni di Aldeno, Cimone e Garniga, così come Madruzzo, Vallelaghi e Cavedine per un forte impulso a questa attività cruciale per il territorio".

 

Il Bondone che vuole diventare sempre di più un parco naturale della città. "Il Comune conferma gli skipass agevolati per i residenti - evidenzia l'assessore Roberto Stanchina - così come una montagna cittadina che lavora sul concetto di famiglia, l'avvicinamento allo sci e la stretta collaborazione con le scuola. La politica e l'amministrazione credono molto in queste direttrici. Si punta inoltra sullo Snowpark, un'eccellenza che deve e può crescere ancora".

 

La neve è arrivata in quota e il sistema di innevamento programmato è già in azione per mettere a punto le piste. La previsione di apertura della stagione invernale è per sabato 1 dicembre. Insomma, non resta che preparare e lucidare l'attrezzatura. Senza dimenticare i grandi sogni sullo sfondo, il grande impianto da Trento a Vason e nuovo bacino artificiale in zona Viote, che potrebbe diventare anche un'attrazione estiva.

 

Sono tante le conferme e le novità messe in campo da amministrazione, società impianti e Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi per un Bondone a caccia di ulteriori riconoscimenti per avvalorare le rinnovate ambizioni di crescita. La località e Trento Funivie sono, infatti, reduci da un trend positivo dopo l'aumento di capitale e il ritorno al controllo privato, gli investimenti per due milioni di euro circa, il terzo utile consecutivo (un utile di esercizio di 267.841 euro, che si traduce in +143% rispetto all’esercizio precedente, con ricavi complessivi che ammontano a 3.218.876 per un +21,4%) e segni "più" anche per quanto riguarda gli arrivi e le presenze nelle strutture ricettive, come confermano i dati dell'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.

 

Si parte dalle novità. Il tracciato simbolo, la Gran pista Rocce Rosse, è stata allargata nella parte a monte per migliorare il piano sciabile. Interventi anche sulla "Lavaman variante" per prolungare la pista e creare un collegamento diretto tra Cima Montesel e la pista 3-Tre Panoramica, la new entry dell'anno scorso.

 

Riqualificato anche il campo scuola "Primi passi", ora più grande dopo che la casetta della polizia locale è stata spostata. Investimenti anche sul piano tecnologico: il sistema di innevamento programmato è stato ulteriormente potenziato, mentre il parco macchinari si è arricchito di nuovi mezzi battipista e soccorso. 

 

Nel frattempo arriva un ulteriore riconoscimento per lo Snowpark Monte Bondone della gestione di Mattia Furlanelli e del team di Slopedesign a premiare la rivoluzione voluta da Comune e Trento Funivie. I movimenti terra dell'estate 2016 e 2017, l'ottimizzazione nell'utilizzo della neve programmata, un rinnovato sistema d'illuminazione a led e la rinuncia all'half-pipe (ormai obsoleto e dispendioso che necessitava di 15 mila metri cubi di neve artificiale e 80 ore di lavorazione dei tecnici) per implementare 15 nuove strutture hanno già pagato i primi dividendi. 

 

Il park bondonero è salito sul secondo gradino del podio nella categoria "Best local snowpark delle Alpi" agli Snowpark awards 2018, gli Oscar del settore nella cornice della principale fiera della neve, quella di Skipass Modena. Il Bondone c'è e inizia a sgomitare per farsi spazio tra i soliti noti, come Livigno, Campiglio e Alpe di Siusi. E se il meteo aiuta si può puntare a spodestare la struttura campilera come "Early opening season park".

 

Tantissime anche le conferme. Si va dagli skipass agevolati per i residenti alle notturne, dal progetto scuola-sport ai corsi di sci nordico e alpino. E ancora skibus e parcheggi.

 

Doppio appuntamento per sciare sotto le stelle, ogni martedì e giovedì, dal 27 dicembre al 14 marzo, salvo proroga, dalle 20 alle 22.30 lungo la Diagonale Montesel, Cordela, Lavaman e Snowpark per un totale di 5 chilometri a disposizione degli sciatori. E poi la possibilità di gustare qualche prodotto del territorio, divertirsi in compagnia, scoprire e rilassarsi nei centri benessere delle strutture ricettive.

 

Al via anche la vendita degli skipass stagionali, validi Night&day, che comprendono tre giornate sci a scelta tra Paganella e Folgaria.

 

"Anche per questa stagione sciistica, il Comune e Trento Funivie - spiega il numero uno della società impianti - promuovono tra bambini e ragazzi l'avvicinamento allo sci alpino, sport caratteristico del nostro territorio. L’Amministrazione mette a disposizione dei giovanissimi residenti un buono di 120 euro per l'acquisto di uno skipass stagionale sul Monte Bondone". I prezzi restano invariati rispetto alla scorsa stagione

 

Possono beneficiare del buono comunale tutti i bambini e i ragazzi che non hanno ancora compiuto i 19 anni: i Cuccioli (nati dal 01/12/2010) pagano 69 euro, i bambini (nati dal 1/01/2008 al 30/11/2010) 108 euro, i Ragazzi (nati dal 01/12/2002 al 31/12/2007) 150 euro e i Giovani (nati dal 01/01/2000 al 30/11/2002) 199 euro.

 

Particolari tariffe sono state studiate anche per le famiglie, soprattutto per agevolare quelle più numerose. Oltre alla gratuità per il primo figlio di età inferiore ai 19 anni, due adulti nel medesimo stato di famiglia risparmiano sul loro abbonamento stagionale, che può essere acquistato a 299 euro per persona.

 

Per ogni figlio a partire dal secondo (di età inferiore ai 19 anni), la quota aggiuntiva a carico della famiglia è di soli 69 euro. Possono usufruire delle tariffe “famiglia” anche due adulti appartenenti al medesimo stato di famiglia con uno o più giovani, questi ultimi anche non appartenenti al medesimo stato di famiglia, purché con rapporto di filiazione con almeno uno degli adulti.

 

Anche il genitore solo che accompagna uno o più figli usufruisce della promozione: in questo caso, lo skipass adulto costa sempre 299 euro, mentre tutti i figli (di età inferiore ai 19 anni) possono acquistare lo skipass a soli 69 euro. Sono diverse le combinazioni dei pacchetti famiglia, che variano da 368 euro per 1 genitore+1 giovane a 736 euro per 2 adulti+3 o più giovani (Qui info).

 

Lo skipass stagionale per gli Adulti (nati dal 01/12/1953 al 31/12/1999) costa 339 euro, ma si può acquistare in prevendita a 309 euro fino al 30 novembre e 319 euro fino al 22 dicembre. I Seniores invece 309 euro (nati dal 01/12/1943 al 30/11/1953) e Super seniores239 euro (nati fino al 30/11/1943).

 

Per queste tipologie di abbonamento non è previsto il rilascio del buono, ma lo sconto è praticato direttamente alle casse di Trento Funivie. Per ottenere invece l’agevolazione sugli abbonamenti stagionali di giovanissimi e famiglie è indispensabile compilare in ogni sua parte il buono scaricabile dal sito del Comune (Qui info) oppure che si può ritirare agli uffici circoscrizionali e l'Ufficio relazione con il pubblico in via Belenzani 3 e consegnarlo alle casse di Trento Funivie unitamente a copia del documento di identità dell’intestatario di ogni skipass. Gli skipass saranno acquistabili fino a domenica 13 gennaio (salvo proroga).

 

Ritorna il Progetto scuola-sport per i corsi di sci nordico e alpino. "Anche per questa stagione invernale - prosegue Stanchina - il Comune di Trento promuove l'avviamento e il perfezionamento della pratica dello sci in collaborazione con Trento Funivie, le Scuole di Sci, i maestri di Sci e i noleggiatori del Monte Bondone. Confermato pure l'ampliamento a tutta la stagione della validità dell'abbonamento compreso nel pacchetto del corso, mantenendo invariato il prezzo finale per le famiglie".

 

Le iscrizioni scattano il 12 novembre e ci si può registrare fino al 28 dicembre: obbligatorio allegare un documento del bambino per attestare i dati anagrafici (data di nascita, residenza nel Comune di Trento) e il modulo del Comune di Trento per lo skipass stagionale. Il pagamento può avvenire con Paypal o bonifico (Qui info e iscrizioni).

 

I corsi per la disciplina della discesa e del fondo, rivolti agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado residenti a Trento, si svolgono sulle piste del Monte Bondone a partire dall'11 gennaio per 10 settimane (20 ore complessive) in orario extrascolastico: il venerdì pomeriggio dalle 15 alle 17 o, in alternativa, il sabato mattina dalle 9 alle 11. Il servizio di trasporto in autobus riservato con accompagnatore sarà a carico del Comune di Trento.

 

Per i partecipanti nati dall'1/12/2010 il costo del corso di sci alpino sarà di 188 euro, per i partecipanti nati prima dell'1/12/2010 il costo del corso di sci alpino sarà di 208 euro. La quota comprende lo skipass stagionale valido su tutti gli impianti del Monte Bondone oltre a tre giornate tra Folgaria-Lavarone e Paganella.

 

Il costo del corso di sci di fondo con la scuola Sci Fondo Viote al Centro Fondo Viote è di 140 euro per i bambini dai 10 anni compiuti fino ai 14 anni non compiuti e comprende il biglietto di accesso alla pista. Per chi possiede l'abbonamento stagionale al Centro Fondo Viote e per i bambini fino a 10 anni non compiuti il costo è di 111 euro. Anche quest'anno sono previste tariffe agevolate a partire dal secondo figlio.

 

Dal 17 novembre al 22 dicembre è inoltre possibile iscriversi alla cassa Trento Funivie, nell'ufficio informazioni dell'Apt di piazza Dante 24 a Trento, dal lunedì al sabato con orario 10.30-13.30 e 14.30-18.

 

Capitolo Skibus. "Anche per la prossima stagione sciistica - dice Elda Verones, direttrice dell'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi - è attivo il servizio Skibus, il collegamento tra Trento e la skiarea del Monte Bondone. Per il prossimo inverno il servizio “Skibus festivo” è attivo tutti i sabati, domenica e festivi da dicembre a fine stagione e tutti i giorni durante le festività natalizie. A partire dal 7 gennaio e fino al 29 marzo 2019, sarà inoltre attivo anche lo “Skibus feriale” di collegamento tra Sopramonte e Vason-Viote.

 

Per sciare in Bondone sono disponibili i parcheggi "Rocce Rosse", collegati a Vason con bus navetta, i parcheggi dell'area "Ex Sport Hotel" a Vason, quindi a Vaneze i parcheggi in piazza e Chiesetta e in località Norge quelli adiacenti alla pista.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 luglio - 12:58

Dopo la discussione social e la capogruppo della Lega accusata di diffondere notizie incomplete e di risposte con affermazioni molto pesanti, il movimento femminile del Patt prende posizione. La Lega ribatte e il Pd solidarizza con le stelle alpine: "Basta con questo linguaggio offensivo e becero del carroccio. Non attaccano sul contesto, ma in base a quello che fa più presa sull'elettorato"

20 luglio - 06:01

La Pat in numerose occasioni ha ripetuto che l'orso è stato protagonista dell'80% delle predazioni totali da parte degli orsi e del 50% dei danni. Dati corretti ma che oggi (che siamo entrati in possesso dei Rapporti specifici che riguardano il plantigrado) possiamo tradurre in numeri: nel 2018, per esempio, ha ucciso 11 dei 13 bovini predati in totale da tutti i plantigradi a fronte di oltre 46.000 capi in provincia. Curiosità: il 26 settembre è stato investito da un furgone ma ha riportato pochissimi danni

20 luglio - 09:12

E' successo a porto San Nicolò. L'automobilista invece di entrare in un parcheggio ha sbagliato strada e si è trovato in ciclabile. Accortosi dell'errore ha fatto retromarcia 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato