Contenuto sponsorizzato

Un evento sulla donazione degli organi, i Dolomiti Horn Esamble per una serata unica di sensibilizzazione

Dopo il sold out con la storia di Alessandro De Bertolini, il qale ha percorso 10.000 chilometri in bicicletta dall'oceano Artico al Pacifico in Nord America, Aido propone un'altra serata di sensibilizzazione per venerdì 7 dicembre alle 20.45 alla Sala polifunzionale di Ravina, un concerto affidato al Dolomiti Horn Ensamble, un quartetto di corni ideato da Nicola Ravelli

Di Luca Andreazza - 05 dicembre 2018 - 15:58

TRENTO. Ogni donazione è frutto di una perdita, ma è un simbolo di speranza. Un modo per ripartire dopo dolore e sofferenza. Questa forza sostiene Aido-Associazione italiana donatori organi, oggi presieduta da Mario Magnani e da oltre 42 anni in prima linea sul territorio attraverso incontri e serate culturali per informare e sensibilizzare la popolazione sull'importanza di prelievo e donazione di organi: da una vita spezzata, un'altra può rinascere.

 

Dopo il sold out con la storia di Alessandro De Bertolini, il qale ha percorso 10.000 chilometri in bicicletta dall'oceano Artico al Pacifico in Nord America, Aido propone un'altra serata di sensibilizzazione per venerdì 7 dicembre alle 20.45 alla Sala polifunzionale di Ravina, un concerto affidato al Dolomiti Horn Ensamble, un quartetto di corni ideato da Nicola Ravelli, che esegue brani di MorriconeHändel, Rossini e Taillard, senza dimenticare classici natalizi e tradizionali.

 

Ad oggi sono 9.972 le dichiarazioni di volontà sulla donazione degli organi registrate nei Comuni trentini, 8.866 delle quali (pari all’89%) hanno dato il proprio consenso, mentre 1.106 (pari all’11%) sono risultate contrarie alla donazione. In totale, comprese le iscrizioni all’Apss (716) e ad Aido (18.570), sono 29.258 le dichiarazioni di volontà positiva alla donazione.

 

La generosità dei trentini si è tradotta in realtà e quindi in donazioni di organi: nel 2017 sono stati effettuati 18 prelievi di fegato7 di cuore4 di polmone36 di rene2 di pancreas e 3 isole pancreatiche. Quattordici persone hanno ricevuto un rene rispetto ai 12 del 2016, quindi 18 (10 nel 2016) hanno avuto il trapianto di fegato, mentre 2, rispetto ai 4 del 2016, sono stati trapiantati con un cuore nuovo, uno ha ricevuto i polmoni e uno ilpancreas. Come conseguenza sono diminuite le persone in attesa di trapianto che attualmente sono 5 in attesa di un fegato e uno di cuore.

 

La lista d’attesa per i reni è rimasta stabile, invece nessuno è in attesa di polmoni. Per quanto riguarda le donazioni di tessuti da vivente sono 103 divise tra i vari ospedali e riguardanti safene, osso, sangue placentare e membrana amniotica. Le donazioni di tessuto da cadavere, anch’esse provenienti dai vari ospedali della provincia sono state 70, per la maggior parte di cornee, ma ci sono state anche donazioni multi-tessuto.

 

Una serata di sensibilizzazione e informazione che prevede testimonianze e storie spezzata dalla musica del Dolomiti Horn Quartet, un ensemble di corni formato da quattro musicisti professionisti del Trentino (Nicola Ravelli, Stefano RossiMartino Bortolotti e Marcello Sani), i quali si sono perfezionati con maestri di fama nazionale e internazionale, come le orchestre 'Haydn' di Bolzano e Trento, 'I Pomeriggi Musicali' di Milano, l’Ente Lirico Arena di Verona, la Fondazione teatro lirico di Trieste, Padova e del Veneto, senza dimenticare l’Accademia della Scala, la Giovanile Italiana, l’Orchestra da Camera Italiana, i Cameristi di Verona, i Cameristi della Scala, i Virtuosi Italiani, l'European Union Youth Orchestra, la World Youth Orchestra, l'Ensemble Zandonai e i Corni Della Scala.

 

 

Il Dolomiti Horn Quartet si propone per l’esecuzione di corali, squilli e interventi con il tradizionale corno delle Alpi, tra i più antichi strumenti musicali a fiato in legno. Un momento suggestivo per viaggiare indietro nel tempo.

 

Il corno delle Alpi è stato prima usato dai pastori per richiamare gli animali dal pascolo e successivamente come strumento alpino per comunicare con le malghe vicine e con la popolazione a valle. Il suono evocativo e profondo ha permesso a questo strumento di mantenere la sua presenza nei territori alpini: suonare il corno delle Alpi assunse anche un significato spirituale, aveva infatti valenza di preghiera della sera.

 

Questa serata prevede inoltre un’ occasione per informare i cittadini sul progetto “Una scelta in Comune” per sostenere il valore del consenso alla donazione dei propri organi al momento del rinnovo della carta di identità.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 dicembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 19:09

Dalla Francia la conferma dell'aggravarsi della salute del reporter. L'intervento per estrarre il proiettile risulterebbe non eseguibile. Il prete: ''Siamo vicini ai suoi cari. Quest'odio deve finire"

12 dicembre - 17:30

La capogruppo in consiglio della Lega interviene sulla necessità di realizzare l'infrastruttura e spiegare quale sarà l'iter da seguire: ''L’obiettivo della Lega e della giunta Fugatti è di uscire dall'impasse infrastrutturale degli ultimi 15 anni di autonomia mal governata dal centro sinistra autonomista''

12 dicembre - 13:58

L'allarme scatta intorno alle 16 di martedì 11 dicembre, quando una telefonata segnala la presenza di un uomo armato in area "Vanezom" al Bosco della città. Una situazione pericolosa e delicata, il ragazzo in grossa difficoltà e tante persone in zona

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato