Contenuto sponsorizzato

Un ritratto al giorno: volti, sorrisi e sentimenti raccontati su Instagram da un 25enne di Borgo

L'originale idea di Manuel Tomio è quella di realizzare 365 foto ritratti ma arrivare a quel numero non è facile. "Ne ho già scattate 150 circa. La cosa straordinaria è vedere come persone abituate a selfie e autoscatti reagiscano in maniera molto bizzarra davanti a un obiettivo tradizionale"

Di Luca Pianesi - 31 maggio 2018 - 20:12

BORGO VALSUGNA. Un ritratto al giorno. Volti, sorrisi, sguardi, espressioni, pensieri inseriti come fossero tessere per comporre un mosaico di vite, una socialità, lunga fatta di 365 persone. L'idea è ambiziosa e molto originale ed è venuta, un po' per caso, a Manuel Tomio un giovane di 25 anni che a Natale si è messo a fotografare i volti di due cugini, di un nipote, della fidanzata, di qualche amico e dei parenti più stretti. "Avevo comprato l'attrezzatura da professionista - racconta -  ma con il crescere degli impegni lavorativi, non riuscivo più ad usarla all'aperto. Il tempo libero era poco e quella che era la mia grande passione, fotografare paesaggi e ambienti naturali, rischiavo di doverla chiudere in soffitta. Allora ho deciso di cominciare a realizzare ritratti e il risultato è stato sorprendente". 

 

 

 

Sorprendente, sia per quanto riguarda la qualità del prodotto, che indubbiamente è bellissimo, ma anche e soprattutto, per degli interessanti risvolti sociali. "Mi sono accorto che le persone non sono più abituate a farsi fotografare - spiega ancora Manuel -. Siamo pieni di selfie, ci scattiamo continuamente foto istantanee realizzate con gli smartphone ma quando ci troviamo davanti all'obiettivo di una macchina fotografica, ci blocchiamo ed emergono lati nascosti del carattere. C'è quello che sembra sicuro di sé che diventa timido, c'è quello vanitoso che fa le pose più impensabili, c'è chi magari prima era riservato che si comporta come se non gliene importi nulla e viene più spontaneo di tutti. Insomma è davvero interessante". 

 

Ad oggi Manuel ha già realizzato una cosa come 150 scatti e ogni volto è uscito, rigorosamente alle 20, ogni sera, sulla sua pagina Instagram (https://www.instagram.com/manueltomio_portraits/) per un 2018 a tutta ritratti. Le foto si alternano con sfondo bianco e sfondo nero "per dare ritmo e creare una sorta di scacchiera - prosegue Manuel -  che un giorno vorrei si trasformasse in una mostra o in qualcosa di simile. Al momento voglio arrivare sicuramente a fine anno e realizzare 365 immagini. E a fianco alle foto posterò un breve commento lasciato da ogni soggetto su cosa ha provato nel momento dello scatto. In questo modo vorrei fermare anche i sentimenti e le sensazioni delle persone che hanno partecipato e non solo il loro ritratto".

 

Manuel vive a Borgo Valsugana e per ora ha usato come soggetti molti suoi concittadini, amici, parenti il tutto grazie al passaparola. Ma arrivare a 365 non è facile e quindi servono nuovi soggetti. Luci, attrezzatura e sfondi sono pronti. Non resta che farsi avanti per diventare un ritratto a tutti gli effetti. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

19 settembre - 16:35

Sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi e 8 persone presentano sintomi. Il totale in Trentino è di 6.311 casi e 470 decessi da inizio epidemia

19 settembre - 16:11

Hoffer di Nursing up punta il dito contro Pat e Apss: “Dire che ora tutto va bene, equivale a nascondere la polvere sotto il tappeto, se non verremo ascoltati scenderemo in piazza”. Per il 2 novembre è stato proclamato lo sciopero generale nazionale del pubblico impiego

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato