Contenuto sponsorizzato

“A… come legno” gli artigiani portano in mostra l’intera filiera del settore. Segatta: “Progetto triennale per far conoscere i nostri mestieri”

Dalla tempesta Vaia (GUARDA IL VIDEO ALL’INTERNO) passando per i liutai trentini fino ad abbracciare i più svariati processi di trasformazione con un unico grande protagonista: il legno.  Durante la kermesse saranno premiati anche i volontari dei vigili del fuoco ai quali verrà donata un’opera in memoria del loro intervento a sostegno dei territori colpiti

Pubblicato il - 14 October 2019 - 20:06

TRENTO. Tutto pronto per la primissima edizione di “A… come legno” la manifestazione che raccoglie l’eredità della triennale del legno, arricchendola e rinnovandola con nuovi eventi.

 

È un calendario davvero molto ricco (QUI programma completo) quello che andrà in scena nei 70mila metri quadri degli spazi espositivi sul grande terreno di via San Vincenzo in zona Trento Sud, proprio di fronte all’aeroporto. Per l'occasione verranno realizzate tendostrutture che andranno ad ospitare una parte delle attività (altre saranno all’aperto).

 

Per questa prima edizione si è deciso di dare una svolta ampliando l’offerta e aprendo le porte anche ai non addetti ai lavori, semplici appassionati e curiosi che potranno vedere da vicino e toccare con mano le varie fasi di produzione e i molteplici impieghi di questo duttile materiale.

 

 

“Sarà una grande vetrina sul lavoro che fa un artigiano – spiega Marco Segatta presidente degli artigiani trentini – si tratta di un progetto triennale per far conoscere i nostri mestieri e mostrare tutta la filiera che parte dai tagliaboschi, passando per le segherie, fino ad arrivare a chi il legno lo lavoro e trasforma in oggetti”.

 

Come ricordato dallo stesso presidente degli artigiani all’interno degli spazi espositivi saranno presenti 1260 imprese che fanno parte della filiera del legno, di queste saranno una cinquantina quelle permetteranno di vedere da vicino i loro prodotti.

 

Se le aziende trentine del legno saranno le indiscusse protagoniste della kermesse un ampio spazio sarà dedicato anche alle scuole per permettere ai due mondi di incontrarsi. Infatti questo settore da alcuni anni a questa parte soffre una costante mancanza di manodopera qualificata, anche per questo sarà concesso uno spazio a vari istituti tecnici che presenteranno i loro programmi di studio e i lavori dei ragazzi, un modo per mettere in comunicazione domanda e offerta nel futuro mercato del lavoro.

 

“Questo settore – afferma Segatta – offre la possibilità i trovare un futuro lavorativo con uno stipendio adeguato ma per ottenerlo servono passione e capacità di mettere in atto con le proprie mani ciò che si ha in testa”.

 

Dopo il presidente degli artigiani ha preso la parola Veronica Costa che si è occupata in particolare della gestione della tre giorni dedicata al legno, “a un anno di distanza dalla tempesta Vaia i temi che faranno da filo conduttore e che accompagneranno i visitatori all’interno degli spazi espositivi saranno foreste, rinascita e trasformazione”.

 

I 70mila metri quadrati ospiteranno un percorso guidato all’interno del mondo del legno, con un’area dedicata ai boschi trentini e un primo passaggio con le imprese al lavoro dal vivo, un’area dedicata a istituzioni, enti di ricerca e scuole professionali. Dopodiché si entrerà nel cuore dell’evento expo con la presenza di tantissimi artigiani di ogni settore, spazio anche a lavorazioni artistiche, scultori e liutai.

 

A margine della conferenza stampa è intervenuto anche l’assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni che ha sottolineato il sostegno della giunta all’evento promettendo che gran parte di essa sarà presente all’evento di inaugurazione.

 

Infine, altra grande protagonista dell’evento sarà la tempesta di Vaia, per l’occasione è anche stato realizzato un cortometraggio a cura Andrea Selva che da un lato mostra le cicatrici lasciate dal disastroso evento atmosferico ma dall’altro mette in risalto la capacità del territorio di riprendersi.

 

“Sono ben 4 i milioni di metri cubi di legname abbattuti dalla tempesta – evidenzia Segatta – il corrispettivo che sarebbe stato tagliato in Trentino in 12 o 15 anni di attività”, un segno inequivocabile di una ferita da ripristinare.

 

Anche per questo all’interno della kermesse è stato previsto un momento di ringraziamento per i tanti volontari che si sono adoperati per ripristinare i danni provocati dalla tempesta di fine ottobre, in particolare domenica mattina saranno premiati i volontari dei vigili del fuoco ai quali verrà donata un’opera in memoria del loro intervento a sostegno dei territori colpiti.

 

Appuntamento dunque a venerdì 18 fino a domenica 20 ottobre per la prima edizione di “A… come legno”, porte aperte dalle 10.00 alle 19.00 con ingresso rigorosamente gratuito.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 09:41
E' successo nella zona dell'Idroland Baitoni, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e la polizia locale Valle del Chiese. L'uomo, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato