Contenuto sponsorizzato

Al via l’accordo tra Itas Mutua, Itas Vita e l’Associazione dei maestri di sci del Trentino

Amst, l’associazione che raggruppa le scuole di sci del Trentino, diventa partner di Itas. L’accordo è stato firmato alla presenza dei massimi vertici della Compagnia e del sodalizio che conta 45 scuole di sci per oltre 2.000 associati

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 12:16

TRENTOUn accordo di durata annuale che prevede di uniformare in tutte le agenzie Itas l'offerta di prodotti specifici alle esigenze professionali e personali di Amst di sci e fornire all'associazione servizi adeguati al ruolo centrale che l'associazione riveste nella categoria dei maestri della disciplina sportiva.

 

Nel concreto, Itas riserverà vantaggi esclusivi e agevolazioni a tutti i maestri di sci associati a Amst sui prodotti danni (polizze infortuni e malattia), sui prodotti Vita, sui prodotti dedicati per l’esercizio di attività professionali collaterali dei maestri di sci, sui prodotti di previdenza complementare, sui prodotti di risparmio gestito e sui prodotti puro rischio.

 

“Il forte radicamento nel territorio - commenta Raffaele Agrusti, amministratore delegato di Itas - la volontà di essere vicini alle persone e di promuovere la cultura della sicurezza, spingono la Mutua a ricercare partner con cui sia possibile condividere un comune patrimonio ideale. L’attività svolta dai maestri di sci non è solo legata alla formazione sulle piste, ma contempla anche attività dedicate ai giovani e alla sicurezza in generale, per questo vogliamo impegnarci per rendere queste realtà sempre più tutelate e consapevoli anche dal punto di vista assicurativo. La sensibilità dei nostri agenti rappresenta uno dei punti di forza della Compagnia che, anche grazie a loro, riesce a soddisfare al meglio le esigenze espresse dalle diverse realtà associative".

 

Utilizzando i migliori prodotti assicurativi, Itas ha voluto evitare la creazione di pacchetti standardizzati. Con il supporto della rete di agenti della Compagnia e dei loro collaboratori, saranno gli stessi maestri di sci a scegliere come modulare le singole garanzie in base alle esigenze di infortunio e di malattia individuali e del proprio nucleo famigliare.

 

Grazie a questa nuova partnership inoltre, Amst applicherà uno sconto del 10% ai soci assicurati ITAS, per tutte le attività promosse nei corsi di sci individuali e collettivi (esclusi solo i periodi di altissima stagione).

 

 

Amst è, infatti, un’associazione che coordina le attività delle scuole di sci presenti sul territorio trentino, promuovendo gli interessi della categoria dei maestri attraverso la diffusione della pratica dello sci e della cultura dello sport; incoraggia e sostiene la formazione continua e la sicurezza dei suoi associati, sviluppando e promuovendo iniziative e convenzioni.

 

"Siamo molto grati alla Compagnia per l’attenzione che ci ha dedicato con questa convenzione – afferma Alberto Kostner, presidente Amst –. Itas è un importante punto di riferimento in tutte le valli dove lavorano i nostri associati e poter essere affiancati dai suoi agenti, rappresenta per noi e per i nostri clienti, un’occasione fondamentale per lavorare in modo più sicuro e professionale".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 05:01

Ecco raccontata in immagini (utilizzando alcuni dei post dell'onorevole Cattoi) gli ultimi dieci giorni dei nostri parlamentari tra pollici alzati, selfie e un Sutto che, ormai convinto di essere diventato un emiliano romagnolo, scrive: ''Questa domenica in Emilia-Romagna mettiamo la croce anche sul rettangolo col nome di Lucia Borgonzoni''. Cia: ''Auspicavo che il nome del candidato sindaco fosse fatto senza attendere le elezioni ritenendo che tale scelta spettasse ad una valutazione puramente territoriale''

25 gennaio - 19:21

Bisesti conferma l'impegno della Giunta per trovare una soluzione al problema della carenza degli insegnati di sostegno, ma le consigliere Coppola e Ferrari vanno all'attacco: “In 6 mesi solo risposte vaghe e inadeguate, mentre il progetto per la formazione dei docenti con Unitn sembra ancora in alto mare”

25 gennaio - 20:22

Trento abbraccia il presidente della Repubblica, oltre 20mila persone collegate per ascoltare l’intervento del capo dello stato: “Il carisma dell’unità si traduce in fraternità verso tutti, senza pregiudizi né barriere, fraternità come valore universale”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato