Contenuto sponsorizzato

Itas al fianco dell'Unione Ciechi e Ipovedenti con specifiche clausole e servizi informativi

Oggi, in sede Itas, è stato firmato l'accordo fra la Compagnia e l’associazione Uici al fine di creare specifiche clausole nei prodotti assicurativi che possano rispondere alle esigenze di persone con specifiche necessità

Pubblicato il - 13 dicembre 2019 - 18:05

TRENTO. Il forte radicamento nel territorio, la volontà di essere vicini alle persone e di mantenere vivi i valori della solidarietà, spingono Itas a ricercare partner con cui sia possibile condividere un comune patrimonio di ideali e valori, fatti anche di rispetto, valorizzazione del territorio e delle sue comunità. E' per questa ragione che la Compagnia ha firmato oggi, 13 dicembre, un accordo con Uici (Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-Aps) di Trento, con il fine di creare specifiche clausole nei prodotti assicurativi che possano rispondere alle particolari esigenze di persone con specifiche necessità.

 

“Per Itas la responsabilità è un valore irrinunciabile per la tutela del bene comune – afferma Raffaele Agrusti, amministratore delegato Itas – e per noi essere responsabili significa anche saper accogliere al meglio le esigenze di persone con difficoltà visive che ogni giorno devono lottare per far valere i propri diritti sociali

 

“La natura mutualistica della nostra Compagnia ci permette di dedicare la giusta attenzione anche a esigenze molto specifiche e concrete che hanno però una rilevanza incalcolabile per le persone che le esprimono. Per Itas essere Mutua significa quindi saper intercettare queste esigenze e poterle soddisfare", conclude Agrusti.

 

Come esempio concreto, la Compagnia ha previsto la realizzazione di materiale informativo in braille, in modo da essere facilmente fruibile da ciechi e ipovedenti, oltre a fornire consulenza assicurativa a tutti gli utenti appartenenti all’associazione. 

 

“Itas è una presenza importante per tutto il nostro territorio, in particolar modo per le realtà sociali – afferma Dario Trentini, presidente Uici Trento – e saperla vicina alle esigenze dei nostri iscritti è per noi un grande valore aggiunto che siamo convinti contribuirà a migliorare la vita non solo degli associati, ma anche quella delle loro famiglie. Il fatto che l’accordo sia firmato proprio il giorno di Santa Lucia, nostra protettrice, è sicuramente un buon augurio per ufficializzare la collaborazione con Itas”.

 

L’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-Aps è l’associazione storica di categoria che esercita le funzioni di rappresentanza e tutela degli interessi delle persone con disabilità visiva. Si adopera per il riconoscimento dei diritti e per lo sviluppo di servizi e strumenti idonei per far fronte alle necessità di ciechi e ipovedenti in rapporto ad un mondo e ad una società in continua evoluzione. L’Uici si pone come obiettivo primario l’integrazione della persona con disabilità visiva in tutti gli ambiti del sistema sociale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 05:01

Ecco raccontata in immagini (utilizzando alcuni dei post dell'onorevole Cattoi) gli ultimi dieci giorni dei nostri parlamentari tra pollici alzati, selfie e un Sutto che, ormai convinto di essere diventato un emiliano romagnolo, scrive: ''Questa domenica in Emilia-Romagna mettiamo la croce anche sul rettangolo col nome di Lucia Borgonzoni''. Cia: ''Auspicavo che il nome del candidato sindaco fosse fatto senza attendere le elezioni ritenendo che tale scelta spettasse ad una valutazione puramente territoriale''

25 gennaio - 19:21

Bisesti conferma l'impegno della Giunta per trovare una soluzione al problema della carenza degli insegnati di sostegno, ma le consigliere Coppola e Ferrari vanno all'attacco: “In 6 mesi solo risposte vaghe e inadeguate, mentre il progetto per la formazione dei docenti con Unitn sembra ancora in alto mare”

25 gennaio - 20:22

Trento abbraccia il presidente della Repubblica, oltre 20mila persone collegate per ascoltare l’intervento del capo dello stato: “Il carisma dell’unità si traduce in fraternità verso tutti, senza pregiudizi né barriere, fraternità come valore universale”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato