Contenuto sponsorizzato

Dalla visita di Fabio Depaoli al calendario, un nuovo progetto dell'Invicta Duomo per auto-finanziare l'attività

Dopo le partecipazioni al mercatino dei Gaudenti, il libro per festeggiare la promozione in Prima categoria a cura di Alessandro Leto e la recente visita di Fabio Depaoli che milita in serie A nel Chievo Verona, l'Invicta si mette in gioco, sempre con tanta autoironia, per raccogliere fondi e auto-finanziare la propria attività. Un calendario andato a ruba

Di Luca Andreazza - 31 gennaio 2019 - 21:03

TRENTO. Dodici mesi con Simone Di Giorgio e Giacomo Zanoner, Michele Andreatta e Mauro Degasperi. E poco importa se non sono Cristiano Ronaldo o Mauro Icardi. Nel suo piccolo l'Invicta Duomo entra nelle case dei propri tifosi e sponsor. L'inventiva non manca in casa gialloblù del capoluogo e il calendario del sodalizio dell'oratorio del Duomo è andato letteralmente a ruba in pochissimo tempo. 

 

Dopo le partecipazioni al mercatino dei Gaudenti (Qui articolo), il libro per festeggiare la promozione in Prima categoria a cura di Alessandro Leto e la recente visita di Fabio Depaoli che milita in serie A nel Chievo Verona, l'Invicta si mette in gioco, sempre con tanta autoironia, per raccogliere fondi e auto-finanziare la propria attività, dedicata soprattutto alle nuove generazioni.

"Questa idea - spiega Marco Mazzurana - è nata soprattutto per ringraziare i partner della società, che sono dodici. Un modo divertente e simpatico per cercare di dare un po' di visibilità agli sponsor che ci sostengono con grande passione in questa avventura".

 

Così, rigorosamente in divisa, i giocatori della prima squadra gialloblù si sono recati negli uffici e nei negozi. Un'invasione di campo per realizzare i diversi shooting fotografici seguiti e indirizzati da Roberto Viganò, ovviamente tesserato Invicta. Alcuni si sono messi dietro la regia di Videoframe multimedia, altri si sono posizionati alle scrivanie della Cassa rurale di Trento, quindi qualcuno si è buttato sulle degustazioni alle Cantine Monfort.

 

 

Via via fino a visitare Pretto, As Consulting, Trekkart, la Libreria Erickson, il Noleggio sci e-bike Degasperi. E ancora Acustica Trentina, Caffè Onda, concessionaria Tridentum e Ristorante pizzeria Tartufo. Un calendario curato poi nei minimi dettagli tra anniversari quali l'esordio in Seconda categoria, la vittoria del campionato e compleanni. 

 

"Tutta la squadra si è prestata - conclude Mazzurana - per portare a termine questo progetto. Le foto sono state scattate nel week end e quindi tutti hanno rinunciato a parte del proprio tempo, proprio per ringraziare gli sponsor, che ci permettono di divertirci durante la settimana e la domenica in campo. Non tutto è dovuto e ci vuole impegno per aiutare la società che si basa sul volontariato e compie grandi sacrifici".

 

La formazione gialloblù, fondata nel 1953 e storicamente riconosciuta per la bontà nel settore giovanile, dopo anni di black out è ripartita dalla Seconda categoria nella stagione 2015/16, fedele al proprio motto 'divertendo educa', tutti trovano spazio in questa società per offrire a tutti la possibilità di praticare sport con finalità principalmente formative e ricreative per favorire una crescita integrale dell’uomo-atleta. Una squadra sempre seguitissima sugli spalti

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato