Contenuto sponsorizzato

È Vittorio Sgarbi il nome indicato da Piazza Dante per la presidenza del Mart

La giunta: ''Persona di grande esperienza, necessaria per rilanciare il museo anche in un'ottica di promozione territoriale''. L'incarico a titolo gratuito. In passato la proposta del critico di portare la sua collezione ad Arco

Pubblicato il - 15 febbraio 2019 - 16:25

TRENTO. Nuova pagina nella storia del Mart. La giunta provinciale ha infatti indicato il critico d'arte, docente universitario e parlamentare Vittorio Sgarbi per la presidenza del consiglio d'amministrazione del Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

 

"Le motivazioni della scelta - si legge in una nota con cui Piazza Dante annuncia l'indicazione di Sgarbi - vanno ricercate nella grande esperienza vantata da Sgarbi nel settore museale e artistico, presupposti ritenuti necessari per rilanciare il Mart in una sfida nazionale e internazionale e in un'ottica di promozione territoriale a vantaggio dell'intera provincia".

 

Una persona esperta e un nome noto a livello internazionale, dalla forte presenza mediatica in Italia e non solo. Dell'ottobre scorso era stata la visita del famoso critico d'arte in Trentino (qui l'articolo). Un passaggio in Trentino che lo aveva portato tra l'altro a casa del pittore e storico professore di storia dell'arte del Liceo Galilei di Trento Mario Colombelli e a incontrare l'amico Mauro Ottobre.

 

Una visita nel corso della quale, proprio con Ottobre, Sgarbi aveva lanciato l'idea di un "Museo dell'Alto Garda", individuando nel Trentino (e in particolare nell'ex Quisisana di Arco) la collocazione ideale per la sua collezione, la "Cavallini-Sgarbi", composta di oltre 3.000 opere d'arte dal Guercino a Ribera, da Artemisia Gentileschi al Lotto.

 

"Qui in Trentino troverebbe la sua sede naturale - aveva dichiarato pensando già a percorsi coordinati proprio con il Mart e a un pubblico di circa 100.000 visitatori l'anno nella cittadina della Busa - Il Trentino diventerebbe il punto più alto di una piramide artistica che si estende all'arte padana".

 

E chissà se proprio la presidenza del Mart (che, fanno sapere da Piazza Dante, avverrebbe a titolo gratuito) non sia il primo passo in questa direzione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 11:36

Iniziata nel marzo 2016, l'operazione Carthago ha portato a sgominare una rete ramificata in Marocco, Olanda, Spagna, Svizzera e Italia. Due i nuclei criminali composti da nordafricani e italiani legati ai clan di Torre Annunziata e alla mafia foggiana, che controllavano anche il mercato trentino. 73 gli indagati totali, 19 gli arrestati e sequestrati stupefacenti per un valore di 70 milioni di euro

19 settembre - 06:01

Dopo i fatti di luglio e agosto, con il ritrovamento di 47 e 180 capi morti, la Procura di Trento si prepara ad aprire un processo per indagare su diversi possibili illeciti. La determinazione della causa di morte, riportata dal referto dell'Istituto zooprofilattico, rischia di aprire un "vaso di Pandora" sul sistema dei titoli per ettaro erogati dall'Unione Europea

18 settembre - 18:45

In questi anni gli avvistamenti di questa specie si sono fatti sempre più rari e dal 2006 il Carpione del Garda è entrato a far parte della lista delle specie fortemente a rischio estinzione. Fra le cause di questa dipartita ci sono sia fattori umani che ambientali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato