Contenuto sponsorizzato

L'appello dei forestali: ''Non toccate o spostate i cuccioli di cervo e capriolo, ma avvisateci se li trovate''

La fine della primavera coincide con la stagione dei parti delle femmine di capriolo e cervo. In questo periodo può capitare di imbattersi, nell'erba alta di un prato o nel fitto di un basco, in un cucciolo nato da poco, che non si muove e può sembrare abbandonato. L'odore umano muta quello del cuccioli e la madre non lo riconoscerebbe

Pubblicato il - 14 maggio 2019 - 15:24

TRENTO. Non toccare e non spostare i cuccioli di cervo e di capriolo, ma eventualmente allertare i forestali e i guardiacaccia. Questa l'indicazione della Provincia per favorire la sopravvivenza di questi ungulati.

 

La fine della primavera coincide, infatti, con la stagione dei parti delle femmine di capriolo e cervo.

 

In questo periodo può capitare dunque di imbattersi, nell'erba alta di un prato o nel fitto di un basco, in un cucciolo nato da poco, che non si muove e può sembrare abbandonato.

 

Ma non è così, come spiega il Servizio foreste e fauna della Provincia, l'animale sta bene e nei primi giorni di vita questo comportamento è naturale e volto a ridurre il rischio di essere predato.

 

Al fine di favorire la sua sopravvivenza non bisogna toccarlo o spostarlo ma lasciarlo dov'è ed allontanarsi, così la madre, che si trova nei paraggi, può tornare ad accudirlo.

 

In caso contrario l'odore umano può mutare quello del piccolo e la madre, che si è allontanata solo temporaneamente, può non riconoscerlo ed abbandonarlo.

 

Anche in caso di evidenti segnali di malessere resta comunque valida la regola di non toccare i piccoli e contattare i forestali o i guardiacaccia per le verifiche necessarie.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 agosto - 19:31

Ancora una volta vengono lanciati dati diversi rispetto alla realtà. Se si uniscono i numeri fin qui raggiunti al punto nascite nel mese di agosto, i parti sono stati 14, in linea rispetto al trend che si è delineato da quando ha riaperto. Futura: "I numeri dovrebbero chiamare a una riflessione, senza pregiudizi ideologici. Due sono i fattori cruciali: la salute e la sicurezza di partorienti e nascituri e la professionalità del personale sanitario"

23 agosto - 18:04

L'aggressione è avvenuta 4 di agosto. Il prorettore è stato vittima di una aggressione al termine della prima giornata di un congresso a Durban. E' stato portato al pronto soccorso e a distanza di circa due settimane è riuscito a ristabilirsi quasi completamente

23 agosto - 19:15

Ad accorgersi è stata la segretaria del Partito che ha deciso di postare su Facebook un messaggio per l'autore del furto. "Potranno portare via una targa, ma non riusciranno a cancellare i valori, la passione e l'impegno per la democrazia delle donne e degli uomini del Pd del Trentino"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato