Contenuto sponsorizzato

L'uomo che sussurra agli asini: Biscossi porta la sua esperienza di pet therapy dal Trentino alla Danimarca

Lo chiamano ''the donkey whisperer'' e ha oltre 20 anni di pratica alle spalle in interventi assistiti con animali. Ex manager di multinazionali, Damiano ha deciso di dedicare la sua vita al ''tempo lento''. A settembre sarà relatore in un convegno specialistico ad Aalborg

Pubblicato il - 06 giugno 2019 - 23:19

TRENTO. In realtà si chiamerebbero "incontri assistiti con gli animali" ma tutti la chiamano "pet therapy". Che in realtà altro non è che una pratica che, svolta in contesto terapeutico o ludico, porta una persona ad instaurare una relazione con un animale: un rapporto in cui non ci sono né giudizi, né pregiudizi, in cui si crea una sintonia che stimola l'attivazione emozionale e favorisce l'apertura alla comunicazione e a nuove esperienze. Ed è proprio questo che da vent'anni fa (per lo più nel tempo libero) Damiano Biscossi, un ex manager che, dando una svolta imprevista a una carriera avviata, ha deciso di dedicare la sua vita al benessere delle persone.

 

La sua attività rappresenta un'eccellenza trentina, di quelle che prima o poi finiscono per essere esportate. E infatti sta succedendo: dopo un convegno in Olanda ("Ezels in de Zorg", "Asini nella cura" qui 24-25 maggio 2018 a Maastricht), Biscossi sarà relatore in Danimarca (ad Aalborg, il 14 settembre 2019) al convegno "Una giornata con l'asinoterapia" organizzato dal Green care network.

Parlerà della sua esperienza che ora racconta al Dolomiti: "Sono oltre vent'anni che lavoro con gli asini - dice - Prima, essendo romano, lo facevo a Roma in un maneggio, ora invece ho la fortuna di essermi trasferito in Trentino. Nella vita sono un educatore nella comunità e centro specialistico per la cura delle tossicodipendenze Voce Amica di Nomi, ma nel tempo libero mi dedico alla pet therapy con gli asini in collaborazione con la cooperativa sociale LavForLife di Susà. Ero un manager da multinazionale, ma poi ho deciso di cambiare vita".

 

Dal 2014 presidente di donkeyproject, Biscossi vive ora sull'altopiano della Vigolana, si è laureato e specializzato in Scienze della formazione all'Università di Palermo dove ora è docente per quanto riguarda gli interventi assistiti con gli animali. In Danimarca racconterà cosa ha creato vicino al Santuario della Madonna del Feles: "A me e ad altre persone è stato concesso in comodato d'uso un terreno sotto a Castel Vigolo. Un terreno che è stato devastato dalla tempesta Vaia e dal maltempo di ottobre 2018. C'erano alberi sradicati, era tutto distrutto. Con una comunità di persone che si è creata ci siamo occupati della riqualificazione dell'area, abbiamo tagliato e spostato gli alberi".

Ora l'appezzamento di terreno è un luogo di incontro, in tutti i sensi: "Lì lavoro sull'incontro uomo-animale con due asini - racconta Biscossi, autore di libri sull'argomento - E di questo parlerò in Danimarca: il mio intervento al convegno si focalizzerà sulla rivalutazione di ambienti disastrati e sugli interventi assistiti con gli animali, sul "tempo lento", insomma".

 

Poi la spiegazione: "Negli incontri assistiti con gli animali si creano occasioni di incontro e scoperta animale-uomo. È un incontro in cui si attendono i tempi reciproci, ci si mette in relazione. Capita così che si creino delle belle intese, come quella dei miei asini che arrivano a dondolare con la testa una persona sdraiata su un'amaca. È importante riuscire ad approfondire questa dimensione, soprattutto in un momento di difficoltà sociale, nelle relazioni tra le persone".

Una buona prassi trentina (anche se d'adozione) che ancora una volta farà da scuola all'estero è l'attività messa in piedi da Biscossi. Che gli amici e gli esperti del settore chiamano con un nomignolo affettuoso, quantomai eloquente: "the donkey whisperer", "l'uomo che sussurra agli asini".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 13:44

I fatti sono avvenuti intorno alle 11.45 come quel 7 gennaio 2015 quando morirono 20 persone. La zona è blindata e un uomo sarebbe già stato preso

25 settembre - 10:56

Quattro giorni di pulizie no stop per la Compagnie du Mont Blanc. Dopo l'innalzamento delle temperature dei giorni scorsi, sono riemerse dalla neve grandissime quantità di rifiuti e rottami. L'operazione di recupero si è concentrata nei pressi della funivia panoramica 

24 settembre - 17:22

La mascherina è diventata dispositivo di protezione individuale indispensabile nella quotidianità di ognuno di noi. Quello che però può sembrare un semplice strumento, per altri può diventare un vero e proprio "muro". Per questa ragione è stato lanciato un modello di mascherina che permette di leggere il labiale e al tempo stesso protegge dal rischio di contagio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato