Contenuto sponsorizzato

Marzano: ''Genere e aborto, situazione politica cupa. Bisogna proteggere la legge 194''

La filosofa, accademica, politica e scrittrice Michela Marzano il prossimo 22 marzo (guarda caso quando Bisesti e Segnana faranno il loro evento sul fantomatico ''gender'') sarà alla libreria Ubik. Intanto ci parla di quel che sta succedendo anche in Trentino: "Le persone sono più importanti degli slogan"

Di Luca Andreazza - 14 March 2019 - 05:01

TRENTO. "E' ora di smetterla di parlare di teoria del gender. Esistono il genere, usi e costumi. I diritti sono una forma di accettazione e libertà, dobbiamo accettarci senza stereotipi. Le persone sono più importanti degli slogan", questo il commento della filosofa, accademica, politica e scrittrice Michela Marzano, che il prossimo 22 marzo arriva a Trento per presentare la sua ultima fatica, "Idda" (ed. Einaudi), alle 18 alla libreria Ubik di corso 3 novembre 10.

 

E il 22 marzo si tiene anche il convegno organizzato e promosso dagli assessori Bisesti e Segnana. Un incontro che chiama a raccolta tutti i massimi teorici della fantomatica "teoria del gender". Un fatto senza precedenti, che vede la Provincia a promuovere un confronto, ma senza contraddittorio.

 

"La situazione attuale è davvero cupa. Già l'Italia è particolarmente arretrata - aggiunge Marzano - quando si parla di diritti e ora si rischia perfino di compiere passi indietro. Ci sono studi che riguardano il genere e quegli stereotipi che limitano l'uguaglianza di tutti. E' necessario promuovere l'uguaglianza e l'inclusione. Si guardano le norme, ma nessuno può arrogarsi la normalità".

 

Un modo per dividere, creare discrepanze. Diffondere "paure" per creare consensi. "L'errore - evidenzia la filosofa - è limitare le libertà per comportamenti e stereotipi. Se si segue la strada di escludere i diversi per un motivo o per l'altro, come l'omosessualità, la malattia e l'anzianità non ci sarà più il diritto di cittadinanza. Spesso si colpiscono i più deboli e i più fragili, persone che invece avrebbero bisogno di aiuto e supporto più di altre".

 

Nel frattempo in Comune è arrivata la mozione per dire "No" all'aborto, un documento fotocopia di quello presentato a Verona, così come in altre città italiane. "E' necessario proteggere la legge 194 - dice Marzano - una norma per la quale ha combattuto una generazione di donne e uomini".

 

Nel 2017 sono 703 casi di aborto in Trentino contro i 684 dell'anno precedente. Un lieve aumento che, però, ai fini statistici significa poco. La fotografia è quella del dato più basso della storia (dopo il 2016 appunto) e il trend si dimostra comunque in calo costante (si pensi che dieci anni prima, nel 2006, erano 1.358). Abortire in sicurezza, una scelta comunque difficilissima e delicata, è un diritto della donna garantito dalla legge del 1978. 

 

"Anche qui è un discorso di uguaglianza - spiega - l'alternativa è quella di colpire deboli e fragili, mentre le persone che possiedono i mezzi socio-economico possono abortire. Nessuno è contro la dignità e la vita, ma questa legge è fondamentale: diversamente le donne ritornano a rischiare la vita. Bisogna iniziare a capire e accompagnare la fragilità umana".

 

Temi questi affrontati in Idda, ultima opera di Marzano. "Sono tre le parole chiave - continua - identità, memoria e amore. Ricordarsi da dove si viene per capire dove si va. E' un dialogo, un confronto tra un'anziana malata di Alzheimer e una giovane. La donna recupera le sue radici, la sua memoria per arrivare a recuperare quanto perduto".

 

Un romanzo tra identità, memoria e la potenza delle relazioni. Un ritratto di due donne che appartengono a mondi diversi e lontani si rimettono in discussione per trovare, non senza colpi di scena, inaspettatamente la strada. "Nel libro - conclude Marzano - si esplorano diverse zone d'ombra dei sentimenti come le contraddizioni dell’esistenza, gli insuccessi, le speranze e tutto quanto costituisce il tessuto delle relazioni umane".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 maggio - 18:00
Il commissario per l'emergenza coronavirus, insieme a Fabrizio Curcio (capo della Protezione civile nazionale), accompagnato dal presidente della [...]
Politica
14 maggio - 16:37
L’ulteriore apertura della scuola dell’infanzia è prevista nel mese di luglio per le scuole a calendario ordinario, nel mese di giugno per le [...]
Cronaca
14 maggio - 15:54
Nell’occasione i due ragazzi avevano manifestato un’aggressività tale da costringere l’autista a interrompere la corsa del bus per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato