Contenuto sponsorizzato

Mercatino dopo il Tar, Stanchina: ''Non festeggiamo, lavoriamo. Anche se dura in queste condizioni''. Dalla piazza dei Bambini alla ruota panoramica, tanti gli eventi

Non c'è tanta voglia di festeggiare in Comune a Trento, anche se il semaforo verde per la kermesse è fondamentale, soprattutto per l'indotto. Ora i fari si accendono sul 14 dicembre, quando si entrerà nel merito della titolarità del Mercatino di Natale. L'assessore: "L'Apt ha acquisito il ramo d'azienda da Trento Fiere, tutto regolare. La difesa di Denise Chiogna è ben fatta e siamo fiduciosi"

Di Luca Andreazza - 21 novembre 2019 - 20:58

TRENTO. Dopo la sentenza del Tar (Qui articolo), il Mercatino di Trento è pronto per accogliere turisti e trentini nell'atmosfera del periodo natalizio. "Non festeggiamo, lavoriamo. Nessuna polemica - commenta l'assessore Roberto Stanchina - andiamo avanti. La domanda è perché agire in questo modo per rischiare di privare la città di un evento così importante: sono mesi che tantissime persone sono impegnate nei preparativi e nella promozione del Natale e non si può lavorare in queste condizioni. E' necessario prevedere un ragionamento pro futuro per evitare situazioni simili".  

 

Non c'è tanta voglia di festeggiare in Comune a Trento, anche se il semaforo verde per la kermesse è fondamentale, soprattutto per l'indotto. "La città merita la qualità - aggiunge l'assessore - l'amministrazione lavora per il bene della comunità, delle imprese e del sociale". Ora i fari si accendono sul 14 dicembre, quando si entrerà nel merito della titolarità del Mercatino di Natale. "L'Apt ha acquisito il ramo d'azienda da Trento Fiere, tutto regolare. La difesa di Denise Chiogna - continua Stanchina - è ben fatta e siamo fiduciosi, pensiamo positivo. Non c'è nessuno scontro ma la voglia di agire nel migliore dei modi per la città".

 

In Apt intanto bocche ancora cucite, nessuno parla. I vertici, contattati, attendono la conferenza stampa in agenda per domani, venerdì 22 novembre. Intanto, però, si parte sabato 23 novembre e sono molti gli eventi e le attrazioni dedicati proprio alle famiglie.

 

Dopo l'ottimo riscontro della passata edizione, ritorna la ruota panoramica in piazza Dante per vedere la città vestita a festa dall'alto, mentre tra il 6 il 15 novembre il piazzale San Severino ospita le giostre di Santa Lucia. In piazza Lodron si può invece ammirare l’installazione artistica raffigurante i personaggi della Natività e del presepe, la cui ideazione, progettazione e realizzazione è opera degli studenti del Centro di Formazione Professionale Enaip di Villazzano e dell’Istituto d’Arte Vittoria.

 

Mentre a Palazzo Geremia la mostra “A Natale. Un regalo. La stella. I presepi” mette in mostra presepi realizzati con svariate tecniche di lavorazione, attraverso la creatività di educatori e volontari, la collaborazione dell’associazione “Liberamente Insieme per Anffas Trentino” e del Comune, con il coinvolgimento diretto degli allievi delle strutture Anffas. Infine appuntamento con la biblioteca per le letture ad alta voce, nelle varie sedi periferiche, rivolte a tutti i bambini dai 3 anni in su.

 

E se i più piccoli si stancano di camminare? Arriva il trenino di Natale: un percorso dalla centrale piazza Duomo fino agli angoli più suggestivi del centro storico, attraverso le diverse fermate dislocate nella città.

 

Sempre per i più piccoli c'è l'officina del Natale con elfi e folletti in piazza Santa Maria Maggiore, che grazie agli eventi organizzati dal Comune di Trento, si trasforma nella Piazza dei Bambini: qui sorge il Villaggio del Natale, un piccolo regno dove respirare aria di fiaba e vivere la magia del Natale fatta di emozioni, suoni e colori.

 

Aperto dal giovedì alla domenica, il Villaggio del Natale ospita Babbo Natale, gli Amici Elfi e i Folletti del Bosco che aspettano grandi e piccini per trascorrere insieme momenti unici. Una grande casa che ospita laboratori creativi, giochi e letture. I piccoli apprendisti potranno realizzare casette in legno per gli uccellini, cestini per le caramelle, alberelli e befane in feltro, veri gustosi biscotti di Natale.

 

Ci saranno anche dei laboratori specifici riservati alle scuole, in particolare “Alla scoperta degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari”: il giovedì e il venerdì i bambini delle scuole dell'infanzia e primarie della città, accompagnati dai loro insegnanti, potranno partecipare attivamente al laboratorio per mantenere viva nel tempo la memoria del territorio e valorizzarne il patrimonio storico e culturale.

 

Tappa obbligata per tutti i bambini: la Casa di Babbo Natale, dove scrivere la letterina dei propri desideri da consegnare direttamente nelle mani di Babbo Natale arrivato dal Nord a bordo della sua meravigliosa slitta. Babbo Natale sarà felice di realizzare per ognuno un piccolo dono. Ad affascinare i bambini anche La fattoria degli animali dove poter osservare da vicino asini, cavalli, galline, pecore e caprette. E poi c’è il Mercatino tipico, dove tutta la famiglia può gustare i prodotti delle aziende agricole del territorio e godersi un'atmosfera che profuma di dolci fatti in casa e di altri tempi. Non può mancare il vero simbolo della festa del Natale: il Presepe, un'opera in legno realizzato dalle abili mani dall’artista gardenese Michael Demetz.

 

Natale in musica. Sempre a partire da sabato 23 novembre 2019 fino a lunedì 6 gennaio 2020 l’atmosfera di piazza Duomo sarà arricchita ogni giorno da melodie natalizie trasmesse in filodiffusione, dall'antico al contemporaneo. Inoltre martedì 24 dicembre 2019, per ricordare il 250° anniversario del passaggio a Trento di Wolfgang Amadeus Mozart, saranno trasmette le sue composizioni tratte dal repertorio sacro-liturgico.

 

Tanti sono anche i concerti dei corpi bandistici che faranno risuonare tra le vie della città il meglio del loro repertorio natalizio. Concerti natalizi anche nelle chiese di quartiere con grandi interpreti come Antonella Ruggiero, gruppi vocali di canto gregoriano, quartetti d’archi, gruppi jazz e gospel. Infine, per gli amanti della buona musica, da non perdere Cantantibus Organis, concerti natalizi sugli organi più belli della città.

 

Non mancano i mercati che, per iniziativa del Comune di Trento, affiancheranno al Mercatino di Natale di Trento, nel periodo delle feste natalizie. C’è il Mercatino del volontariato e della solidarietà che mette in mostra i propri prodotti artigianali per raccogliere fondi e fare del bene; il Mercato degli alberi di Natale e quello dell’Economia sociale con prodotti biologici. Prodotti a chilometro zero nel Mercato contadino, mentre il mondo dell’usato si trova nel Mercatino dei Gaudenti. Il 7 e l’8 dicembre si svolge la tradizionale Fiera di Santa Lucia con più di 600 bancarelle, mentre il 22 dicembre è la volta della Fiera della domenica d’oro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato