Contenuto sponsorizzato

Novità in arrivo? Il Mercatino di autunno e Natale di Carollo. Stanchina: ''Momento inopportuno e in quel periodo ci sono già eventi internazionali''

Sono diverse le novità messe nero su bianco e raccolte nel titolo "Mercatini d'autunno e di Natale" previste tra piazza Fiera e Battisti. La richiesta avanzata da Everness agli operatori per partecipare a questi eventi. Una lettera inviata il 23 marzo scorso, un momento in cui serpeggia molta preoccupazione nei diversi settori commerciali per un lockdown

Di Luca Andreazza - 27 marzo 2020 - 20:16

TRENTO. "Ognuno è libero di agire come meglio crede, certo poi credo che il metodo sia un po' sbagliato e questo momento merita il massimo rispetto". Così l'assessore Roberto Stanchina commenta le e-mail inviate a diversi operatori da Everness, l'azienda di Agostino Carollo, in piena emergenza coronavirus

 

Sono diverse le novità messe nero su bianco e raccolte nel titolo "Mercatini d'autunno e di Natale" previste tra piazza Fiera e Battisti. Dal 19 settembre al 31 ottobre via libera a "Foglie rosse, foglie gialle", per passare all'Autunno (dal 5 al 15 novembre) e quindi il gran finale con il "Natale" dal 21 novembre al 6 gennaio successivo. Dopo la querelle dell'anno scorso tra Comune e Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi da una parte e Everness dall'altra. 

 

Una vicenda che si potrebbe allargare in quanto in quei periodo individuati da Carollo si dovrebbero tenere i Campionati europei di ciclismo, il Festival dello sport e quindi il Mercatino di Natale. "La Everness - spiega Stanchina - ha già ricevuto un primo diniego per quanto riguarda l'occupazione suolo delle piazze in quanto sono già previsti altri eventi di caratura internazionale. Manifestazioni che cerchiamo di mantenere, ma chiaramente tutto è in evoluzione in un momento in cui il Paese è bloccato e appuntamenti quali Adunata degli alpini, Giro d'Italia, Europei e Olimpiadi sono stati posticipati".

 

La richiesta avanzata da Everness agli operatori per partecipare a questi eventi è quella di versare da 3.980 euro per gli artigiani a 10.30.830 per food con vin brulè oppure 25 mila euro come sponsor. Una lettera inviata il 23 marzo scorso, un momento in cui serpeggia molta preoccupazione nei diversi settori commerciali per un lockdown generale mai visto nella storia repubblicana dell'Italia

 

"Negli anni - aggiunge Stanchina - sono stati studiati pacchetti di adesione, ci siamo confrontati con le categorie economiche e non si è mai arrivati a proporre una cifra di adesione così alta, penso fuori mercato. Non discuto il tempismo delle comunicazioni, ognuno è libero di agire come reputa, ma forse è una lettera un po' inopportuna: il momento è oggettivamente difficile per tutti. A livello di amministrazione comunale alcune misure sono state già prese e siamo in fase di elaborazione delle misure per trovare agevolazioni e differire le scadenze in accordo con le normative nazionali e provinciali per fronteggiare questo periodo terribile".

 

Solo le attività essenziali, come noto, sono ancora operative. "In questo momento - dice Massimo Piffer, vice presidente di Confcommercio e presidente dei commercianti al dettaglio - siamo concentrati sulla gestione dell'emergenza e fornire le contro-deduzioni per un contributo costruttivo alla ripartenza del Trentino. Tutti i giorni i nostri uffici sono a stretto contatto con le categorie per verificare le esigenze quotidiani, trovare soluzioni e proporre idee".  

 

Un programma che sembra ricalcare, almeno per la parte natalizia, quello proposto dall'Apt, compresa la suddivisione merceologica. "Filo conduttore saranno l’attrattività, l’originalità e l’innovazione - c'è scritto nella lettera - con tante casette di legno caratterizzate da curati allestimenti artistici, da una variegata proposta merceologica di artigianato alpino e di enogastronomia locale e regionale con prodotti tipici di qualità. Le casette saranno in totale 95, dislocate in due piazze: 73 nella grande piazza Fiera e 22 nella piazza Cesare Battisti (40 casette dedicate all’artigianato, 22 all’enogastronomia da consumo e 33 ai prodotti tipici). I mercatini saranno aperti tutti i giorni, tranne il giorno di Natale, dalle 10.30 alle 20; il venerdì e il sabato fino alle 21". 

 

Anche le caratteristiche sembrano quelle già viste. "Particolare attenzione - si può leggere nella lettera - sarà data all’ambiente e alla sostenibilità, con iniziative concrete a favore del territorio come la promozione della mobilità a basso impatto, dell’energia pulita e dell’efficienza energetica. Saranno valorizzati i prodotti a km 0 e l’uso di stoviglie lavabili o compostabili. Per la fornitura di energia elettrica sarà scelto un fornitore che garantirà energia pulita al 100%. Il materiale promozionale, le mappe e i dépliant saranno realizzati in carta ecologica certificata. Sarà promossa la mobilità sostenibile, l’utilizzo dei mezzi pubblici e in particolare del treno".

 

Non mancano poi le referenze. "Everness - si conclude la lettera - è un’impresa specializzata nell’ideazione, organizzazione e gestione, sotto tutte le forme, di manifestazioni di alto livello e fama internazionale. Grazie all’organizzazione di Everness, nel 2018 i Mercatini di Natale di Rovereto hanno ottenuto il 40% di pubblico in più rispetto all’anno precedente, quando ad organizzare erano altri, invertendo un trend negativo che perdurava ormai da alcune edizioni". Non resta che attendere come andrà a finire, ma intanto il sito ufficiale è già online.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

27 ottobre - 20:00

Il presidente Conte ha fatto il punto sul suo dpcm e sul nuovo decreto che accompagna le misure restrittive con molte risorse economiche di sostegno per chi è costretto a ridurre o chiudere la propria attività. Gualtieri: ''Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici''

27 ottobre - 18:22

Le strategie adottate dai presidenti di Provincia di Trento e Bolzano sono differenti, dopo che il Dpcm ha introdotto la misura di convertire la didattica al 75% in dad per le scuole superiori. Mentre Trento ha deciso di tirare dritto, proseguendo con la presenza (e non risolvendo affatto la questione dell'affollamento dei mezzi pubblici), Bolzano dà avvio questa settimana nelle secondarie di secondo grado al 50% delle lezioni in remoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato