Contenuto sponsorizzato

Trentino Marketing: ''Bene agosto tra montagna e laghi. Ora pronti a lanciare campagne per allungare la stagione a settembre e ottobre''

Dopo stagioni da record e una sempre maggiore consapevolezza sul prodotto, questa estate è partita su binari diversi e molto incertezze: i grandi esclusi sono eventi e manifestazioni ormai rodati e attesi nel calendario trentino: spostati i Suoni delle Dolomiti e niente ritiri calcistici. Rossini: "C'è maggiore ottimismo e il risultato finale dovrebbe essere migliore di quanto preventivato, resta comunque molta cautela in quanto c'è ancora molto da fare"

A sx Maurizio Rossini. A dx Torre di Pisa nel Latemar (foto di Alice Russolo)
Di Luca Andreazza - 19 agosto 2020 - 21:55

TRENTO. "E' un buon agosto, la montagna e i laghi registrano un'affluenza interessante. Il lavoro però non è terminato e siamo impegnati a pianificare e lanciare le azioni per settembre e ottobre". Questo il commento di Maurizio Rossini, Ceo di Trentino Marketing, per una stagione estiva atipica a causa dell'emergenza Covid-19. Un settore alle prese con la primavera cancellata e una partenza naturalmente in ritardo per il lockdown.

 

"Tanti turisti si sono orientati nel ricercare seconde case e appartamenti - aggiunge Rossini - ma anche il comparto ricettivo vede richieste importanti. I monitoraggi mostrano buoni numeri per queste settimane di Ferragosto. C'è maggiore ottimismo e il risultato finale dovrebbe essere migliore di quanto preventivato, resta comunque molta cautela in quanto c'è ancora molto da fare".   

 

Dopo stagioni da record e una sempre maggiore consapevolezza sul prodotto, questa estate è partita su binari diversi e molto incertezze: i grandi esclusi sono eventi e manifestazioni ormai rodati e attesi nel calendario trentino: spostati i Suoni delle Dolomiti e niente ritiri calcistici, saltata anche la Trentino Basket Cup e quelle iniziative legate ai colori azzurri delle varie nazionali italiane. 

 

Nel periodo di lockdown la società di via Romagnosi si è concentrata sulla formazione, così come sul mantenimento dei rapporti esterni e nel raccordare il lavoro delle Aziende per il turismo che sono sembrate particolarmente brillanti nell'interpretare un ruolo in questo momento difficilissimo.

 

Un giugno naturalmente sofferto e un luglio trascorso a riscaldare i motori, in particolare agosto sembra aver cambiato passo. "La montagna ha una buona affluenza - prosegue l'amministratore unico - l'area di Campiglio, Fassa e Fiemme, la val di Sole e la Paganella con Andalo e Molveno sembrano reggere rispetto alle difficoltà, soprattutto iniziale per una partenza in ritardo della stagione. Bene anche il Garda e i laghi: qui si assiste anche al ritorno di una clientela internazionale".

 

Si è puntato sugli italiani e quindi sulla componente tedesca, storicamente fondamentale. Sono state previste azioni anche sull'Olanda, particolarmente importante per i campeggi nell'area del Garda e della Valsugana, senza dimenticare Polonia Repubblica Ceca. "I mercati - evidenzia Rossini - vengono monitorati in modo costante per adattare e adeguare le azioni in modo rapido, anche per quanto riguarda le situazioni contagi. Notiamo che ci sono tanti nuovi turisti connazionali e il Trentino viene scoperto anche dai giovani".

 

L'attenzione si sposta anche sulla coda dell'estate, un tentativo di destagionalizzare ulteriormente e più rapidamente l'offerta. "La volontà è quella di allungare gli arrivi anche a settembre e ottobre. Abbiamo alcune campagne pronte ma in questo caso diventa imprescindibile il meteo: se clima e meteo sono buoni, si può pensare di riuscire a intercettare flussi di turisti per chiudere un po' il cerchio e limitare i danni di questo momento particolare. Parallelamente lavoriamo anche alla promozione della stagione invernale", conclude Rossini.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 18:52

Gli affari non girano nemmeno con le promozioni messe in campo con il "Black Friday" e tanti negozianti trentini si trovano in difficoltà. "Le persone hanno paura, non sono serene nel fare gli acquisti e questo sta avendo delle conseguenze disastrose su tutto il tessuto economico" ci dicono 

27 novembre - 19:40

Anche oggi, come quasi sempre negli ultimi giorni, si è verificato il sorpasso dei guariti rispetto ai nuovi contagiati trovati 

27 novembre - 18:46

Il presidente ha spiegato che, non domani, ma sabato 5 dicembre potrebbero tornare aperti i negozi e i centri con metratura superiore ai 240 metri quadri e sulle seconde case: ''A Natale dovrebbe essere tutta Italia zona gialla e quindi se la legge resta questa si potrà circolare tra le regioni''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato