Contenuto sponsorizzato

Nasce la Pro Loco Passo Rolle Val Venegia: ''Dopo i sabotaggi e tanti problemi non potevamo più restare a guardare''

Un manipolo di volontari amanti del passo Rolle, tra i più belli del Trentino Alto Adige e che ha visto nascere all’inizio degli anni ’30 la prima scuola sci delle Dolomiti, si è unito in questa nuova realtà, la Pro Loco Passo Rolle Val Venegia, che entra a far parte della grande famiglia della Federazione Trentina Pro Loco: "E' una manifestazione di senso civico"

Pubblicato il - 07 gennaio 2019 - 13:58

PASSO ROLLE. “Non potevamo continuare a guardare e basta", così Michele Barigelli, albergatore e maestro di sci, saluta la nascita della Pro Loco Passo Rolle, che aggiunge: "Dopo il gravissimo danno di immagine dovuto al sabotaggio alle seggiovie Ferrari (Qui articolo) e Paradiso (Qui articolo), alla mancata apertura degli impianti Castellaz, ancora chiusi, e alla strada statale sul versante di Predazzo inagibile per quasi due mesi, abbiamo deciso insieme ad altri esercenti del passo ma anche a semplici cittadini che qui hanno la casa e ci vengono in vacanza, che si doveva fare qualcosa".

 

Un manipolo di volontari amanti del passo Rolle, tra i più belli del Trentino Alto Adige e che ha visto nascere all’inizio degli anni ’30 la prima scuola sci delle Dolomiti, si è unito in questa nuova realtà, la Pro Loco Passo Rolle Val Venegia, che entra a far parte della grande famiglia della Federazione Trentina Pro Loco.

 

"Negli ultimi anni - prosegue il neo numero uno della Pro Loco - hanno chiuso o sono stati messi all’asta metà degli alberghi del passo che non ha ancora superato le ricadute negative nel comparto turismo dovute alla chiusura degli impianti per tutta la stagione 2016/17, così ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo costituito la Pro Loco Passo Rolle Val Venegia associandola, proprio in questi giorni, alla Federazione Trentina Pro Loco. Da volontari e senza scopo di lucro vogliamo dare un contributo positivo alla promozione dell’area del Passo e della Val Venegia, troppo a lungo dimenticati salvo poi essere rispolverati nelle più celebri immagini simbolo del Trentino”

 

Diverse le iniziative in cantiere: si inizia da una serie di eventi per richiamare la figura simbolo di Passo Rolle, Alfredo Paluselli (1900-1969), personaggio mitico delle Dolomiti e pioniere del turismo, in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. 

 

Si pensa anche alla cerimonia ufficiale alla presenza dei sindaci di Ziano di Fiemme (paese natale di Paluselli) e di Primiero San Martino di Castrozza (paese adottivo), ma anche dei presidenti delle Comunità di Valle di Fiemme e Primiero, oltre ai vertici della Provincia. 

 

Un modo per ricordare anche che le iniziative turistiche promosse da Alfredo Paluselli in grado di unire comunità diverse e rendere il Trentino all’avanguardia nell’offerta turistica, prima ancora dell’Alto Adige, con la creazione della prima scuola di sci delle Dolomiti basata sul modello delle settimane bianche che ancor oggi rappresenta l’asse portante del sistema turistico di tutte le aree montane.

 

"Confidiamo sul supporto delle istituzioni locali - dice Barigelli - dall'amministrazione comunale di Primiero San Martino di Castrozza agli altri enti che hanno competenze sul passo: vorremmo collaborare fattivamente. Importante anche la partecipazione massiccia di tutti quanti, esercenti e frequentatori assidui che amano questo territorio magico e condividano le nostre motivazioni".

 

Grande soddisfazione in casa Federazione Trentina Pro Loco. "La nascita di questa nuova Pro Loco - spiegano Enrico Faes e Ivo Povinelli, rispettivamente presidente e direttore dell'ente -  rappresenta per noi un momento di grande gioia. Le Pro Loco raccolgono il desiderio dei cittadini di contribuire a migliorare i luoghi in cui abitano, anche se in forma discontinua e solo per alcuni periodi dell’anno. Lo spirito di queste associazioni sta diventando contagioso visto il continuo incremento numerico. Le Pro Loco, come quella di Passo Rolle Val Venegia, attivano le persone e la loro voglia di incidere con progetti ed iniziative sul loro territorio. E' una manifestazione di un senso civico che siamo sicuri saprà ridare vita anche all’economia di questa località".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

27 novembre - 09:30

Due donne sono state estratte dal proprio veicolo, finito in un fossato dopo uno scontro con un'altra auto. L'incidente è avvenuto attorno alle 18.30 di giovedì 26 novembre nella località di Veronella, poco sotto Verona. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno dovuto utilizzare le pinze idrauliche per liberarle

27 novembre - 09:09

L'obiettivo è quello di non spostare il coprifuoco e quindi anticipare anche la Messa di Natale. Il governo starebbe trattato con la Cei, intanto per la riapertura degli impianti sciistici se ne dovrà riparlare a gennaio e lo stesso vale per la scuola

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato