Contenuto sponsorizzato

San Valentino? Oggi puoi dare il nome dell'ex a una blatta

La singolare iniziativa di uno zoo in Inghilterra. Basta una sterlina e cinquanta centesimi e a casa arriva anche un certificato di adesione

Pubblicato il - 13 febbraio 2019 - 21:07

TRENTO. "Quelle persone che non hanno proprio bisogno di vendetta, possono avere comunque un modo per sentirsi meglio a San Valentino: possono dare il nome dell'ex a una blatta", questa la singolare iniziativa di uno zoo a Fairset in Inghilterra (Qui info). 

 

E basta davvero poco, una sterlina e cinquanta centesimi e l'Hamsley conservation centre mette a disposizione gli insetti e inviano un certificato a testimoniare l'adesione a questa iniziativa.

 

La realtà inglese assicura però il massimo riserbo, il certificato non riporta il nome della blatta per mantenere un segreto e non creare spiacevoli incomprensioni, ma il nominativo assegnato apparirà sul recinto degli scarafaggi e nell'archivio dello zoo.

 

Non solo gli ex nel mirino, nominare un insetto può essere anche un simpatico regalo per qualche amico e farsi qualche risata.

 

Insomma, non resta che scatenare ricordi, compilare il modulo e preparare la carta di credito.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 08:43

In vista delle festività natalizie il Governo ha introdotto nuove misure restrittive che fra le altre cose estendono l’effetto dei Dpcm già emanati. Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse, mentre a ridosso del Natale saranno vietati anche quelli fra Comuni

03 dicembre - 10:17

Il sindaco di Longarone Roberto Padrin ha comunicato la decisione di sospendere l'attività scolastica in presenza fino al 12 dicembre. I troppi casi registrati nel Comune del Bellunese hanno spinto l'amministrazione a decidere "un atto a tutela di bambini, genitori, nonni e personale delle strutture" per rompere la catena infettiva. "Decisione sofferta ma l'unica possibile"

03 dicembre - 09:42

Sono diversi gli incidenti che hanno interessato il territorio altoatesino nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 dicembre. Le abbondanti nevicate cadute sulla provincia hanno imbiancato le strade, rendendole scivolose. Interventi dei vigili del fuoco si sono resi necessari a Silandro, Naz-Sciaves e Chiusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato