Contenuto sponsorizzato

Come arredare casa con i termoarredi

A differenza dei tradizionali caloriferi, i termoarredi di design rappresentano un trionfo di creatività ed eleganza, capace di migliorare l'aspetto di qualsiasi spazio abitativo, dal living al bagno, passando anche per studi e uffici

Pubblicato il - 22 ottobre 2020 - 12:38

TRENTO. Nelle case moderne, dove lo stile e la funzionalità devono andare di pari passo, la sfida di molte persone è garantire un riscaldamento adeguato degli ambienti domestici senza, però, rinunciare all'estetica. A differenza dei tradizionali caloriferi, i termoarredi di design rappresentano un trionfo di creatività ed eleganza, capace di migliorare l'aspetto di qualsiasi spazio abitativo, dal living al bagno, passando anche per studi e uffici.

 

Se anche voi volete arredare la vostra casa con questi moderni sistemi di riscaldamento, nelle righe che seguono vi daremo qualche consiglio utile per creare un trait d'union dal grande impatto visivo, con un occhio anche al risparmio e alla praticità.

 

I termosifoni che fanno arredamento. Installare un termoarredo elettrico significa inserire in uno specifico ambiente della casa un elemento di spicco in grado di combinarsi alla perfezione con lo stile dell'arredamento circostante. Sebbene sul mercato non manchino proposte sempre più all'avanguardia, e spesso anche ecofriendly, grazie ai moderni trend dell'interior design non ci sarà limite alla fantasia e le possibilità di personalizzazione saranno pressoché infinite.

 

Se, infatti, un tempo i termosifoni avevano il solo compito di riscaldare le stanze dell'abitazione, oggi invece offrono numerosi vantaggi sia sotto il profilo estetico sia sul fronte della funzionalità, trasformandosi in oggetti di design capaci di coniugare bellezza ed efficienza.

 

Ne esistono di tantissime forme, colori e dimensioni: dai tradizionali modelli rettangolari posizionabili sia in verticale sia in orizzontale, alle più moderne versioni che ricordano delle originali sculture, non c'è che l'imbarazzo della scelta, purché non si trascurino altre caratteristiche fondamentali che questi impianti devono necessariamente possedere per assolvere al meglio il loro compito.

 

Sì, perché un errore molto comune è quello di concentrare la propria attenzione solo sull'estetica, perdendo di vista l'efficienza e il rendimento termico del sistema di riscaldamento, e si finisce così per ritrovarsi con il termoarredo più bello in circolazione e una casa fredda.

 

Scegliere il termoarredo giusto. Per individuare il miglior termoarredo per le proprie esigenze, per prima cosa bisogna fare una distinzione tra le diverse tipologie disponibili sul mercato, che possono essere idrauliche, elettriche oppure “ibride”.

 

Le prime sono le più utilizzate nelle case moderne, poiché si possono facilmente collegare all'impianto di riscaldamento della propria abitazione mediante raccordi e valvole. Il loro funzionamento è del tutto simile a quello dei tradizionali termosifoni, con la sola differenza che hanno un'efficienza termica minore.

 

Qualora, invece, l'impianto di riscaldamento centralizzato non riesca a raggiungere specifiche zone dell'abitazione, la soluzione migliore è posizionare in questi ambienti un termoarredo elettrico, che oltre a offrire un perfetto compromesso tra costo ed efficacia, risulta più facile da installare, senza richiedere alcun intervento di muratura.

 

Infine, chi cerca un perfetto compromesso tra funzionalità e versatilità, potrà fare affidamento sulle versioni “miste”, che come il termine stesso suggerisce possono essere collegate sia all'impianto principale sia alla rete elettrica. In questo modo, si potranno riscaldare le varie stanze della casa in ogni periodo dell'anno, indipendentemente dall'accensione del sistema di riscaldamento.

 

Un termoarredo per ogni stile di arredamento. Una volta individuato il sistema più adatto alle proprie esigenze, ci si potrà concentrare sul design per donare fascino e originalità ai propri spazi abitativi. Tra le versioni più in voga negli ultimi tempi si collocano i termoarredi in stile retrò, che riproducono in chiave moderna i moduli dei vecchi radiatori, conferendo slancio e movimento a ogni tipo di ambiente, contemporaneo o classico che sia.

 

In un bagno moderno dove l'attenzione per i dettagli la fa da padrona, si può optare per un modello in stile industriale, costituito da tubolari verticali e orizzontali realizzati in rame o acciaio; mentre per gli ambienti più grandi, come la cucina o il living, un pannello radiante piatto dalle linee semplici e pulite saprà riscaldare l'ambiente con discrezione e stile.

 

Questi prodotti, oltre a essere molto versatili in termini di posizionamento e configurazione, sono disponibili sia in colore bianco, per mimetizzarsi alla perfezione con la parete senza dare troppo nell'occhio, sia in tonalità più vivaci e sgargianti per conferire all'ambiente un tocco di modernità, pur mantenendo il loro carattere neutro e minimal.

 

Un'altra soluzione davvero interessante sono i termoarredi che, per il loro aspetto molto decorato e particolare, sembrano dei veri e propri quadri da appendere al muro. Grazie al loro fascino indiscusso, si integrano alla perfezione con gli arredamenti di impronta contemporanea, diventando il punto focale della stanza senza però invadere lo spazio disponibile.

 

Infine, per chi preferisce un approccio più tradizionale al proprio riscaldamento, ci sono anche radiatori verticali dalle linee più semplici e regolari, che oltre a permettere un maggiore risparmio sulla spesa iniziale, si adattano facilmente a qualsiasi stile d'arredo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 04:01

Un quadro completo della situazione epidemiologica che si potrebbe avere da lunedì: il ministero ha chiesto alle Regioni e alle Province autonome di comunicare i dati completi, così come di tenere separate le voci ''positivi da antigenici'' e ''positivi da molecolari'' e, finalmente, si farà forse chiarezza

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato