Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, donate due colonne laparoscopiche 4k alle sale operatorie di Trento e Cles. "Per una chirurgia sempre più precisa"

Si tratta di due strumenti che utilizzano tecnologia a 4k che permette di vedere, per l’altissima definizione, unita a schermi di grandi dimensioni, immagini nitidissime, particolareggiate e ingrandite, facilitando una procedura chirurgica più precisa ed efficace

 

Di Lucia Brunello - 31 December 2020 - 11:35

TRENTO. La strumentazione delle sale operatorie di Cles e Trento si arricchisce con nuove attrezzature di ultima generazione con il recente "arrivo" di due colonne laparoscopiche.

 

Si tratta di due strumenti che utilizzano tecnologia a 4k che permette di vedere, per l’altissima definizione, unita a schermi di grandi dimensioni, immagini nitidissime, particolareggiate e ingrandite, facilitando una procedura chirurgica più precisa ed efficace.

 

Questo è stato reso possibile dal gesto della Fondazione Cassa Rurale di Trento e le Casse Rurali di Tuenno Valle di Non, Rotaliana e Giovo, Alta Val di Sole e Pejo, Novella e Alta Anaunia. Una notizia che coincide con la fine dell’anno e che leggiamo come buon augurio per il 2021, anno durante il quale tutti noi speriamo di poter dire addio all’emergenza Covid come l’abbiamo conosciuta in questi mesi.

 

"Questa donazione – ha affermato Giovanni Guarrera direttore del Servizio ospedaliero provinciale – ci permetterà di avere a disposizione attrezzature chirurgiche all’avanguardia e dividere con più facilità i percorsi operatori tra pazienti Covid e non-Covid".

 

"Ringrazio, anche a nome del Consiglio di direzione di Apss, la Fondazione Casse Rurali e le Casse Rurali delle Valli di Non e Sole e colgo l’occasione per la gratitudine di Apss anche tutte le altre Casse del Trentino, per la loro costante presenza nel supportare la sanità pubblica nel miglioramento dei servizi ai cittadini. Le attrezzature donate sono particolarmente utili soprattutto in questo periodo tragicamente segnato dalla pandemia Covid ma torneranno anche a vantaggio di tutta l’attività chirurgica futura dei due ospedali".

 

Con questa dotazione strumentale le competenze chirurgiche della struttura, l’Unità operativa di chirurgia generale di Cles assumerà il ruolo di centro di formazione per la chirurgia laparoscopica con attività teoriche e pratiche per i professionisti trentini e non.

 

La donazione permette un aggiornamento tecnologico delle colonne per laparoscopia del blocco operatorio dell’ospedale di Trento e di quello dell’ospedale di Cles, per un valore di 145 mila euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 September - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
27 September - 20:14
Il sindaco di Castello-Molina di Fiemme dopo gli ultimi casi: "Non saprei dire se questa diffusione del coronavirus possa essere attribuito [...]
Cronaca
27 September - 21:23
Dopo una malattia si è spenta Nerina Biasiol. Addio alla cuoca che a Malgolo, frazione del Comune di Romeno, ha fondato una delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato