Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il kit cultura a domicilio tra tour virtuali, pillole di storia e immagini. Dal Mart al Castello di Avio, tutto si può scoprire dal divano

L’Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina ha raccolto queste proposte in una guida digitale, che raccoglie anche un tour virtuale di Rovereto, una "passeggiata" in dodici tappe, fruibile dal divano, senza smettere di far viaggiare la mente. Il kit di cultura a domicilio è stato spedito via mail con gli auguri ai contatti di Apt e musei anche in questo tempo di distanziamento sociale

Pubblicato il - 13 aprile 2020 - 23:32

TRENTO. I musei e i castelli di Rovereto e della Vallagarina aprono le porte in forma virtuale e mettono a disposizione dei visitatori strumenti innovativi per non rinunciare alla cultura ai tempi dell'emergenza coronavirus.

 

Ogni giorno tutti possono godere di pillole d'arte, storia e scienza, tour virtuali in città e video-interviste per fare nuove scoperte e tenere allenata la mente, il tutto però restando a casa.

 

L’Azienda per il turismo Rovereto e Vallagarina ha raccolto queste proposte in una guida digitale, che raccoglie anche un tour virtuale di Rovereto, una "passeggiata" in dodici tappe, fruibile dal divano, senza smettere di far viaggiare la mente. Il kit di cultura a domicilio è stato spedito via mail con gli auguri ai contatti di Apt e musei anche in questo tempo di distanziamento sociale.

 

Da Igtv e Facebook alle intelligenze artificiali delle chatbot e Alexa, il Mart raggiunge il pubblico a casa per coltivare la relazione con visitatori durante l'emergenza. Tra i primi musei a investire sulla comunicazione digitale, primo in Italia a collaborare con Wikimedia Foundation e tra i più attivi partner di Google Arts & Culture, il polo museale si è dotato nel 2012 di un vero e proprio web team che in queste settimane è al lavoro in modalità smart working per condividere contenuti, idee e storie sui diversi profili digitali.

 

Un museo è fatto di pensiero, di ricerca, di mediazione. E il dialogo con i visitatori può svilupparsi in varie e stimolanti forme: durante questo tempo sospeso i follower del Mart stanno approfondendo la conoscenza del museo e del suo patrimonio attraverso la tecnologia di Google art camera, dialogare con l’assistente vocale di Amazon o esplorare il museo su messenger e telegram. Più volte al giorno vengono poi condivise pillole sulle opere, sugli artisti e sulle mostre.

 

Ogni domenica appuntamento per le famiglie con i laboratori Little Mart at home: semplici tutorial per esercitare la creatività passo dopo passo. E ancora: le video-interviste su Igtv; i segreti del back office e le ricette dello chef Alfio Ghezzi su Facebook; i teaser delle mostre su Youtube; gli aggiornamenti su Twitter; le immagini più suggestive su Instagram e Pinterest.

 

Aperti per cultura. La Fondazione Museo Civico di Rovereto si apre virtualmente, data la chiusura delle proprie sedi fisiche per l'emergenza sanitaria, e si pone al servizio della comunità, per continuare a offrire anche online appuntamenti scientifici e culturali.

 

Oltre ai consueti servizi attivi, sul sito web del museo è stata aperto un nuovo portale #apertipercultura, per aumentare l’offerta in questi giorni di “reclusione”, cliccabile dall'homepage e simboleggiato da una porta di casa che si apre sul mondo della scienza, sulle sezioni, sui reperti, sui siti, sulla storia, sul territorio, su temi che si approfondiscono anche a distanza. Perché la cultura non chiude mai.

 

Ogni giorno questo contenitore si arricchisce di nuovi contributi, attraverso la voce dei propri esperti, botanici, archeologi, astrofisici, zoologi, biologi, geologi, storici, oltre a ricercatori “amici” del Museo: pillole di scienza, conferenze, video, documentari, articoli, a portata di clic e adatti davvero a tutti. Non mancano piccole attività dedicate ai più piccoli.

 

Il museo continua così ad assolvere al suo ruolo: il portale offre la possibilità di arricchire conoscenze ma anche uno svago alternativo per tutti coloro che affrontano questa fase di difficoltà con spirito, curiosità, voglia di scambiare interessi e opinioni, in attesa di poter riaprire finalmente le nostre porte "fisiche", in completa sicurezza. Ci sono mostre, spazi, palazzi che vi aspettano, che si riassaporeranno con rinnovato interesse.

 

Un viaggio nel tempo dal divano di casa. Il Museo storico italiano della guerra offre la possibilità di esplorare la storia dei conflitti dall’Ottocento ai giorni nostri attraverso le sue risorse digitali, per un viaggio nel tempo dal divano di casa.

 

Nel Castello di Rovereto e nelle sale del Museo si può entrare con le foto a 360 gradi in Google street view. Per un’esplorazione completa il tour virtuale permette di scoprire gli oggetti più significativi di ogni sala, accompagnati da un’audioguida gratuita. Per i più piccoli, un video e un libretto illustrato raccontano in modo semplice cosa è stata la Prima guerra mondiale in Trentino. A disposizione dei bambini, le schede illustrate da stampare e colorare sul museo e sul castello.

 

E per i piccoli camminatori, è possibile leggere gratuitamente tutte le guide escursionistiche della collana La montagna dei ragazzi” con tanti itinerari da mettere in programma e approfondimenti per i più curiosi. Si possono selezionare i contenuti video preferiti tra quelli raccolti nel canale Youtube del Museo, con playlist dedicate al Museo e al Castello, agli altri musei della Rete Trentino Grande Guerra, ai forti del Trentino, ai luoghi della Grande Guerra in Vallagarina e molto altro.

 

E poi ancora, disponibili per la lettura, gli studi e le ricerche più recenti pubblicati negli Annali del Museo. Aperti all’esplorazione online anche l’Archivio storico e l’Archivio fotografico, oltre agli strumenti didattici da scaricare per approfondire la storia del Novecento. E nell'attesa delle escursioni, si può andare alla scoperta del territorio e dei principali siti storici della Prima guerra mondiale in Trentino.

 

Ci sono poi le cartoline dall’Italia: il Fai-Castello di Avio in questi giorni propone quotidianamente al proprio pubblico visite virtuali negli spazi del castello, oggi non accessibile, e immagini fotografiche con punti di vista inediti o che ci mostrano il Bene del Fai nel passato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 19:15

Continuano a salire i contagi e i ricoveri tra le persone che hanno oltre i 70 anni. L'allarme arriva dai dati e dalle analisi fatte dall'azienda sanitaria trentina che mostrano un picco di contagi proprio nei prossimi giorni. Ferro: "Dei 686 morti avuti ne abbiamo più di 600 che sono collegati ad età superiori a 70 anni"

29 ottobre - 18:14

Sono stati analizzati 3.132 tamponi, 173 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta al 5,5%. In totale ci sono 118 pazienti in ospedale. Tra i nuovi positivi, 59 hanno più di 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato