Contenuto sponsorizzato

Da Bergamo a Sopramonte, la magia di una letterina attaccata ad un palloncino arrivata fino in Trentino: ''Un anno ci hanno scritto dalla Polonia''

Passeggiando sulla terrazza naturale di Sant'Anna di Sopramonte, un signore trentino si è imbattuto in una lettera a Santa Lucia recante un indirizzo di una scuola materna della provincia di Bergamo. Ogni anno, i bambini di quell'istituto lanciano attaccato a un palloncino le loro richieste alla santa in groppa al suo asinello. Una volta, un loro volo è arrivato fino in Polonia

Di Davide Leveghi - 08 January 2020 - 21:20

SOPRAMONTE. Lasciati spiccare il volo, i palloncini non si sa mai dove possano arrivare. Passeggiando nei boschi non è così infrequente trovarne qualcuno incastrato tra i rami degli alberi, la plastica elastica afflosciata dopo chissà che traversata. A quello trovato da un escursionista nei pressi di Sant'Anna di Sopramonte, ai margini del Comune di Trento, c'era ancora legato un messaggio, recante un indirizzo di un luogo al di là delle montagne.

 

Una letterina indirizzata a Santa Lucia, il contenuto cancellato probabilmente dagli agenti atmosferici, la provenienza ancora ben visibile: Scuola dell'infanzia Sant'Alessandro Martire, via Gardini 3, Castione delle Presolana. Dal paesino in provincia di Bergamo, posto alle pendici del Monte della Presolana e del Monte Pizzo, fino a Sopramonte i chilometri sono circa 150.

 

Una distanza rilevante per un palloncino, anche se non lontanissima, in fondo. "Non è la prima volta che ci contattano – spiega Giovanna Sozzi, una delle maestre della piccola scuola bergamascaun anno ci hanno scritto persino dalla Polonia. Ciascun bambino, d'altronde, attacca la propria letterina ad un palloncino e lo lascia volare nella speranza che, essendoci riportato l'indirizzo della scuola, chi lo trova si ponga in contatto con noi".

 

L'iniziativa non è nuova in questo piccolo paese, composto da poco più di 3.400 anime. "L'evento è organizzato generalmente dai genitori anche se siamo noi maestre a scrivere le letterine – continua – ogni anno, una settimana prima del giorno di Santa Lucia, il 13 dicembre, i bambini si trovano con le famiglie per far volare tutti assieme le proprie letterine. Io lavoro qui da 25 anni ed è la terza volta che ci contattano dopo aver trovato uno dei nostri messaggi".

 

Questa volta, dunque, il volo del palloncino si è fermato sul Bondone. "L'ho trovata vicino al parcheggio, dove c'è il prato lasciato a pascolo – racconta Mario, protagonista della piacevole scoperta – è stata una buona coincidenza che cadesse proprio dove passa la gente, e non in mezzo agli alberi".

 

"Ho trovato la lettera, cancellata dalla pioggia e l'ho lasciata lì – continua – il palloncino era scoppiato, non sgonfio, segno che probabilmente era andato in alta quota".

 

D'altronde all'idea di far volare i propri pensieri o i propri desideri, non ci hanno pensato solo i bambini della scuola materna di Castione della Presolana. È di questi giorni, infatti, la notizia di un ingegnere lucano, Roberto Pietrafesa, che ha deciso di rendere reale e scientifico il suo sogno romantico, legando a un palloncino in mylar gonfiato ad elio un trasmettitore per seguirne il percorso e, soprattutto, per rendersi conto della distanza percorsa prima di ritornare a terra. L'idea punta a ricalcare i viaggi dei palloncini lanciati dai bambini delle "due Germanie", quando ancora il Muro era in piedi, e tra i piccoli, a differenza che tra gli adulti, era ancora vivo il desiderio incondizionato dell'incontro e del dialogo.

 

Il suo palloncino, nell'ultimo viaggio dal balcone di casa, in provincia di Taranto, è arrivato fino al deserto della penisola arabica, dopo 30 ore di traversata e 3mila chilometri percorsi fino a 8mila metri d'altezza. Solo una perturbazione lo ha fermato, facendolo precipitare nell'arido entroterra saudita. Missione Luisa 2, così ha chiamato il suo esperimento di "applicazione della scienza alla poesia". In programma per il 2020 ci sono quasi 20 lanci. Il prossimo obiettivo? Fargli fare il giro del mondo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no

22 January - 10:25

Il personale vaccinato è di 82 unità su 95 (86%) tra operatori sanitari e assistenziali. Da questa settimana riprendono le visite con le solite regole, per gli ospiti che possono riceverle

21 January - 20:07

Il governo di piazza Dante intanto intende proseguire nell'attuazione della legge. Tonina: "Il ricorso del governo non impedisce agli uffici provinciale di avviare il percorso preparatorio alle gare in attuazione della legge". La Uil critica il metodo: "Altro impasse. Come per la A22 la Giunta Fugatti pare si incaponisca nella difesa degli azionisti privati. Affrontare la questione con serietà per il futuro del Trentino"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato