Contenuto sponsorizzato

E' obbligatorio prenotare ma anche portarsi ciabatte e asciugamani. Le 5 regole per vivere i rifugi sulle Dolomiti

Le 5 regole sono poi accompagnate dallo slogan "Un comportamento responsabile inizia da te". Il presidente della Fondazione Unesco e vice presidente Pat, Mario Tonina: "Un messaggio di sicurezza, pur consapevoli che ci sono garanzie superiori in quota per la qualità dell'aria ma anche per il sistema di aree protette e parchi che si è saputo sviluppare nel tempo"

Di Luca Andreazza - 15 giugno 2020 - 13:36

TRENTO. Sono 5 le regole per vivere l'estate ai tempi del coronavirus nei rifugi delle Dolomiti. "La prenotazione è obbligatoria per il pernottamento, consigliata per il pranzo", "Usa mascherina e gel disinfettante nelle aree comuni" e "Mantieni la distanza in base alle disposizioni". E ancora "Chiedi al gestore del rifugio cosa ti serve per il pernottamento. E' comunque consigliato portare il sacco a pelo" e "Porta con te ciabatte e asciugamano".

 

Questo quanto scaturito nel vertice della Fondazione per garantire la sicurezza in quota. Indicazioni arrivate anche dopo un confronto con le associazioni di riferimento rappresentate da Georg Simeoni (presidente dell'Alpenverein Alto Adige), Claudio Sartori (presidente Cai Alto Adige) e Silverio Giurgevich (presidente Cai Friuli Venezia Giulia), Renato Frigo (presidente Cai Veneto), Roberto Bertoldi (vice presidente Sat), Ezio Alimonta (presidente dell'Associazione rifugi del Trentino), Stefan Perathoner (residente del gruppo rifugi alpini Alto Adige) e Mario Fiorentini (Gestori Rifugi Alpini del Veneto).

 

"C'è ottimismo e speranza - spiega Mario Tonina, vice presidente della Provincia e presidente della Fondazione Dolomiti Unesco - per l'apertura della stagione estiva. C'è un grande interesse a visitare i territori ricompresi all'interno del perimetro dell'ente. Un messaggio di sicurezza, pur consapevoli che ci sono garanzie superiori in quota per la qualità dell'aria ma anche per il sistema di aree protette e parchi che si è sviluppato nel tempo in quanto la politica in passato ha saputo investire in questo senso".

 

Le 5 regole sono poi accompagnate dallo slogan "Un comportamento responsabile inizia da te". "Un lavoro di confronto - commenta Marcella Morandini, direttrice della Fondazione - per indicazioni semplici e intuitive in italiano, tedesco e inglese per i 66 rifugi dei 9 sistemi che compongono il patrimonio Unesco. Nonostante il periodo complicato, non è mai venuta meno la capacità dei territori di collaborare. E' importante la responsabilità individuale, mentre il gestore del rifugio è l'interlocutore principale per essere preparati".

 

C'è fiducia per la stagione atipica di quest'anno. "L'anno scorso sono state intervistate 3.500 persone  Da questa indagine emerge che il 54% ritiene il rifugio una destinazione dell'escursione in monatgna, mentre il 74% si sarebbe fermato o si ferma per mangiare in rifugio o malga. Abbiamo anche segnali di ripresa anche del pubblico internazionale". 

 

Un vertice per fare il punto sulle Olimpiadi invernali Milano-Cortina che interessano anche, come noto, Trentino e Alto Adige. "Una kermesse che deve essere della sostenibilità. L'obiettivo non è quello di fermarsi al 2026 ma guardare oltre. La Fondazione però non è stata coinvolta a livello centrale nel decreto di aprile approvato alla Camera e vogliamo essere protagonisti. Nelle prossime ore è nostra intenzione inviare una lettera ai ministri competenti in materia di sport, ambiente e infrastrutture per far comprendere l'importanza di questi 10 anni dell'ente ma soprattutto quali possono essere gli ulteriori contributi e riflessioni che possiamo portare", conclude Tonina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 05:01

Vittoria De Felice era candidata in circoscrizione a Piedicastello ma in queste settimane è finita su giornali nazionali e locali esclusivamente per il suo corpo. Sono stati usati gli aggettivi più classici delle commediacce anni '80 e così è stata definita ''bombastica'', ''sexy candidata'', ''appariscente'', ''mozzafiato''. Lei ha atteso la fine del voto ed ecco cosa ha detto

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato