Contenuto sponsorizzato

I disegni della sopravvissuta all’olocausto Helga Weissovà, il film “La città che Hitler regalò agli Ebrei” e laboratori sulla Shoah

La Fondazione Caritro e la Fondazione Museo storico del Trentino rinnovano anche per il 2020 l'appuntamento per commemorare le vittime dell’Olocausto. Un cartellone particolarmente ricco di eventi tra mostre e visite guidate, laboratori e la proiezione del film "La città che Hitler regalò agli ebrei" del regista Jan Ronca con la consulenza storica di Marcello Pezzetti

Pubblicato il - 16 gennaio 2020 - 22:08

TRENTO. La Fondazione Caritro e la Fondazione Museo storico del Trentino rinnovano anche per il 2020 l'appuntamento per commemorare le vittime dell’Olocausto. Da lunedì 20 a venerdì 31 gennaio in agenda una serie di iniziative e manifestazioni in occasione della Giornata della Memoria (27 gennaio) per approfondire le vicende legate all'Olocausto e sensibilizzare la popolazione sulle conseguenze della Shoah.

 

Un cartellone particolarmente ricco di eventi tra mostre e visite guidate, laboratori e la proiezione del film "La città che Hitler regalò agli ebrei" del regista Jan Ronca con la consulenza storica di Marcello Pezzetti. “Queste iniziative – commenta Mauro Bondi, Presidente della Fondazione Caritro – sono un modo per trasmettere la Memoria alle nuove generazioni, ma anche per interrogarsi sulle vicende che hanno portato a queste tragedie che hanno segnato la storia”.

 

Fondazione Caritro e Fondazione Museo storico del Trentino propongono in via Calepina 1 a Trento la mostra "Disegna ciò che vedi. Helga Weissovà: da Terezìn i disegni di una bambina". Un percorso espositivo a ingresso libero che da lunedì a venerdì, orario 9 – 13 e 14:00 - 16.30, propone anche visite guidate per gruppi su prenotazione, mentre sabato e domenica le porte sono aperte dalle 10 alle 19 (non è possibile organizzare visite guidate).

 

Una mostra che viene replicata alla sede di Caritro in piazza Rosmini 5 a Rovereto con le stesse modalità, ma in orari diversi: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, mentre sabato e domenica dalle 10 alle 19. “È un lavoro e un impegno di lungo periodo – dice Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino – con la scomparsa dei testimoni diretti è necessario attivare percorsi culturali ed educativi in grado di fare i conti con la storia e la memoria”.

 

Il film "La città che Hitler regalò agli ebrei" viene proiettato a ciclo continuo nel week end. La pellicola rappresenta un'introduzione sulla funzione del ghetto di Terezìn nel sistema concentrazionario nazista, arricchito da efficaci e toccanti interviste a sopravvissuti, compresa quella a Helga Weissovà stessa.

 

Un altro obiettivo della collaborazione tra Fondazione Cartiro e Fondazione Museo storico del Trentino è quello di sensibilizzare le nuove generazioni.  Le due Fondazioni organizzano percorsi educativi e informativi per i ragazzi degli istituti secondari secondo grado. Un modo per approfondire la storia e per offrire stimoli di riflessione sul significato di tolleranza, rispetto reciproco e democrazia, valori fondamentali per il mantenimento di una società democratica e pluralista.

 

Gli incontri "Le origini della Shoah" sono previsti nelle sedi della Fondazione di Trento e di Rovereto. I giovani si confrontano con la lettura e l’analisi di diversi documenti per ricostruire le principali tappe della politica razzista del fascismo, l'origine e l'ideologia nazista nella storia europea tra XIX e XX secolo, i provvedimenti discriminatori contro gli Ebrei, l'apertura dei campi di concentramento e la deportazione nei campi di sterminio, così come la II Guerra Mondiale.

 

PROGRAMMA

 

1) Mostra: Disegna ciò che vedi. Helga Weissovà: da Terezìn i disegni di una bambina

Luogo: Fondazione Caritro, Via Calepina 1, Trento - sala conferenze

Orari: lun - ven: 9.00-13.00 e 14.00-16.30 visite guidate per gruppi su prenotazione info@fondazionecaritro.it

sab- dom 10.00-19.00 non previste visite guidate

Ingresso libero, ingresso disabili

 

2) Mostra: Disegna ciò che vedi. Helga Weissovà: da Terezìn i disegni di una bambina

Fondazione Caritro, Piazza Rosmini 5, Rovereto – sala conferenze (1° piano)

Orari: lun - ven: 9.00-13.00 visite guidate per gruppi su prenotazione info@fondazionecaritro.it

sab- dom 10.00-19.00 non previste visite guidate

Ingresso libero, ingresso disabili

 

3) Proiezione del film: "La città che Hitler regalò agli ebrei" di Jan Ronca, consulenza storica di Marcello Pezzetti.  Il film verrà proiettato in loop durante gli orari della mostra, esclusivamente nei giorni di sabato e domenica.

Il filmato rappresenta un'ottima introduzione sulla funzione del ghetto di Terezin nel sistema concentrazionario nazista, arricchito da efficaci e toccanti interviste a sopravvissuti tra cui quella a Helga stessa.

 

4) Percorsi per le scuole "le origini della shoah"

per le scuole superiori su prenotazione info@fondazionecaritro.it

A Trento, Via Calepina, 1 - 24 e 27 gennaio 2020 dalle ore 10.00 alle ore 12.00

A Rovereto, Piazza Rosmini, 5 - 22 e 23 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 12.00

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognisanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato