Contenuto sponsorizzato

La Bandabardò rende omaggio a Rakesh Zucchelli, scomparso a soli 34 anni: “Continueremo a camminare per te”

Il giovane arcense è stato colpito da un malore mentre si trovava a Cork in Irlanda, ora una delle sue band preferite, la Bandabardò, ha omaggiato il 34enne: “Non potremo accompagnarti nel tuo ultimo viaggio, ma potremo indossare calzini spaiati e continuare a camminare per te”

A sinistra Enrico Greppi frontman della Bandabardò a destra Rakesh Zucchelli
Pubblicato il - 21 giugno 2020 - 16:17

ARCO. La notizia della scomparsa di Rakesh Zucchelli ha gettato la comunità arcense nello sgomento. Il giovane, che da diversi anni si trovava in Irlanda e lavorava a Cork, nei giorni scorsi è stato colpito da un malore, ricoverato d’urgenza si è spento al Mercy Hospital di Cork lo scorso 17 giugno (QUI articolo).

 

In poco tempo la triste notizia ha fatto il giro del Trentino, superando anche i confini regionali a conferma della capacità di Rakesh di farsi amici ovunque si trovasse. È così che la comunità che riunisce i fan della Bandabardò, gruppo folk-rock fiorentino fra i preferiti di Rakesh, si è mobilitata coinvolgendo pure il frontman Enrico Greppi che ha postato sui social una foto per ricordare il giovane arcense.

 

Fan e musicisti hanno pubblicato una foto con i calzini spaiati, come usava lo stesso Rakesh. In breve tempo l’iniziativa partita dal fan club ha riscosso grande successo e sulle pagine social sono state pubblicate centinaia di foto dello stesso tipo.

 

“Oggi abbiamo perso il nostro sorriso più bello – ha scritto un’amica– il nostro abbraccio più caldo. Nessuno saprà mai dove ti sei perso quella notte a Firenze, e mille altre notti prima di quella. E ogni volta lo ricordo con un sorriso, il tuo, incancellabile nella memoria. Non voglio salutarti, voglio ringraziarti: per la vitalità che ci hai donato, per l'amore, gli abbracci stretti-stretti, la gioia. Non potremo essere con te domani ad accompagnarti nel tuo ultimo viaggio, ma potremo indossare calzini spaiati e continuare a camminare per te”.

 

Un altro utente ha ricordato: “Ti ho conosciuto sotto i palchi. Al fuori orario qualcuno ci aveva lanciato due bicchieri di birra, letteralmente. Eravamo fradici e sudati e per 5 minuti abbiamo riso senza fermarci. Poi ci siamo allontanati in direzioni diverse. Però quando qualcuno se ne va su per le scale dell’infinito è sempre triste, soprattutto perché oggi, il sole, è un po’ meno arancione. Il mio umile omaggio, e di mia figlia con le sue calzine arancioni, vola da te”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato