Contenuto sponsorizzato

La Lilt cerca nuove forze: "Il volontariato è fondamentale: dalla prevenzione alla diagnosi, dalla terapia al sostegno psicologico"

Partirà a febbraio il corso per formare i nuovi volontari. Mario Cristofolini, presidente Lilt Trento: "I volontari, negli ospedali di Trento e di Rovereto e al Centro di Protonterapia di Trento, sono a fianco del paziente e della famiglia per dar loro ascolto, compagnia e piccoli gesti di aiuto concreto. I volontari della Lilt, insomma, migliorano la vita delle persone che si sottopongono alle terapie"

Di A.V. - 09 gennaio 2020 - 19:31

TRENTO. "I tumori sono la seconda causa di morte ma, grazie a prevenzione, diagnosi precoce e ricerca, la mortalità è diminuita e sta diminuendo tantissimo", spiega Mario Cristofolini, presidente Lilt Trento.

 

La Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) da sempre s'impegna a diffondere la cultura della prevenzione oncologica. Solo grazie al contributo dei suoi volontari, però, Lilt riesce a portare un aiuto concreto ai pazienti e alle loro famiglie

 

A febbraio partirà quindi il corso per formare le nuove leve del volontariato targato Lilt. Per parteciparvi è necessario aver compiuto 18 anni e non aver in atto terapie oncologiche. Prima dell'inizio del corso, ciascun volontario potrà svolgere un incontro conoscitivo. “Io - racconta Sara, una delle volontarie Lilt - ho deciso di diventare volontaria perché la malattia oncologica mi faceva molta paura. Grazie al corso di formazione e con il servizio che svolgo ho capito che non essere soli è fondamentale in un momento difficile della vita: mi sento parte di un grande progetto”.

 

 

I volontari seguono il decorso della malattia in tutte le sue fasi: dalla prevenzione alla diagnosi, dalla terapia alla riabilitazione. "Molti tumori ce li provochiamo da soli - spiega il dottor Cristofolini - seguendo stili di vita errati: fumo, alcol, sedentarietà. Fare prevenzione significa conoscere e far conoscere queste cause, per evitarle. I volontari, in quest'opera di divulgazione, sono fondamentali". 

 

Fare prevenzione significa (anche) diagnosi precoce. "Fare screening - continua Cristofolini - è fondamentale. Penso alle campagne di screening per il tumore al seno, al colon-retto o al pap test. L'impegno della Lilt e di tutti i volontari fa molto".

 

Dopo la diagnosi, arriva la terapia e, in alcuni casi, l'ospedalizzazione. "La Lilt fa sentire la sua presenza anche qui. I volontari, negli ospedali di Trento e di Rovereto e al Centro di Protonterapia di Trento, sono a fianco del paziente (adulto e bambino) e della famiglia per dar loro ascolto, compagnia e piccoli gesti di aiuto concreto. I volontari della Lilt, insomma, migliorano la vita delle persone che si sottopongono alle terapie. Ma forniamo anche assistenza psicologica e ospitalità alle persone che vengono da fuori: penso alle famiglie con bambini che vengono a Trento alla Protonterapia".

 

"Il volontario - spiega ancora il presidente - aiuta nell'organizzazione delle manifestazioni, nelle campagne di sensibilizzazione e di raccolta fondi. Un altro servizio di cui si occupano i volontari è l'accompagnamento a Trento: accompagnano in auto chi deve recarsi alle terapie in ospedale o in Protonterapia, dalla Casa Accoglienza o dagli appartamenti Lilt a Trento, per alleggerire l’ansia che il paziente può avere in quel momento oltre che per risolvere una piccola ma importante difficoltà quotidiana".

 

I volontari, infine, potranno "regalare" il proprio tempo alle delegazioni Lilt del territorioArco, Borgo Valsugana, Cavalese, Cavedine, Cles, Mezzano, Pergine, Rovereto, Tione. In ogni delegazione i volontari potranno aiutare la segreteria e accogliere chi si rivolge a Lilt ma anche impegnarsi nell’organizzazione di servizi ed eventi a livello locale.

 

Per informazioni e iscrizioni al corso si può contattare direttamente la Lilt (QUI SITO) al numero 0461.922733 o inviare una mail all'indirizzo info@lilttrento.it.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

17 gennaio - 21:08

I sindacati intervengono dopo che la Provincia a trazione leghista è uscita nuovamente sconfitta in tribunale per quanto riguarda il criterio di almeno 10 anni di residenza per accedere alle case Itea. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Solo una Giunta come quella trentina poteva concepire una misura così indegna. La Pat disapplichi la norma o dovranno pagare la sanzione di tasca propria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato