Contenuto sponsorizzato

La strada corre tra due muri di neve (LE FOTO). Passo Gavia si prepara a riaprire

Fabio Sandrini (Admin della pagina passogavia.it) ha affrontato in bici la strada che porta al Passo. La riapertura estiva dovrebbe partire ai primi di giugno (anche se forse potrebbe anche essere anticipata)

Pubblicato il - 20 maggio 2020 - 16:07

PASSO GAVIA. Muri di neve alti fino oltre 3 metri all'interno dei quali scorre la lingua di asfalto che porta in quota fino ai 2.652 metri del rifugio Bonetta. E così il Passo Gavia, in attesa della riapertura prevista per i primi di giugno, è già praticabile per quanto riguarda la strada ed è stato affrontato in bici da Fabio Sandrini come ha documentato sulla pagina internet passogavia.it (della quale è Admin).

 

 

 

Il 14 maggio ha affrontato la salita che porta al valico delle Alpi Retiche meridionali ai margini delle Alpi dell'Ortles. Un passo mitico per il mondo del ciclismo, con indimenticabili tappe del Giro d'Italia che lo hanno attraversato e molto frequentato, ogni estate, da ciclisti e motociclisti di tutta Europa. 

 

 

Ebbene la situazione ad oggi è la seguente: ''Proseguono i lavori di pulizia e rimozione neve dalla carreggiata - spiega Gavia.it -. I mezzi stanno lavorando per ampliare la sede stradale e rimuovere ingombri dalla stessa. La data auspicata per la riapertura del Passo Gavia 2652mslm è stimata essere nei primi di giugno, ma secondo alcune fonti locali anche qualche giorno prima. Restate connessi per rimanere aggiornati sulla data di apertura ufficiale della strada del Passo Gavia''.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

29 maggio - 18:51

Le disposizioni valide fino al 15 ottobre riguardano lo svolgimento di eventi, competizioni sportive, manifestazioni, convegni, rassegne e iniziative di carattere sovra-regionale, nazionale o internazionale, previsti negli spazi chiusi o all'aperto. Se si vuole provare a organizzare qualcosa è eventualmente necessario seguire protocolli e seguire linee guida speciali

29 maggio - 21:27

Troppo gravi le ferite riportate nel tamponamento, nonostante il tempestivo intervento della macchina dei soccorsi e le successive cure in ospedale, il 67enne si è spento. Le autorità hanno già provveduto a informare l'ambasciata di riferimento per le procedure e gli iter del caso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato