Contenuto sponsorizzato

La trentina Giorgia Depaoli è cavaliera al merito. L'onorificenza assegnata dal presidente Mattarella per l'impegno a favore delle donne e per ''Trento si aiuta''

Il capo dello Stato ha insignito di queste onorificenze medici e scienziati che hanno individuato e combattuto Covid-19, ma anche rider e farmacisti, lavoratrici e lavoratori che in questi difficili mesi hanno garantito la continuità delle filiere primarie. Nel corso del lockdown la cooperante internazionale trentina si è subito messa a disposizione per la piattaforma "Trento si aiuta" 

Pubblicato il - 03 giugno 2020 - 12:46

TRENTO. La trentina Giorgia Depaoli è una cavaliera al merito della Repubblica. L'onorificenza è stata assegnata dal presidente Sergio Mattarella per l'impegno nel corso dell'emergenza coronavirus con la piattaforma "Trento si aiuta".

 

Il capo dello Stato ha insignito di queste onorificenze medici e scienziati che hanno individuato e combattuto Covid-19, ma anche rider e farmacisti, lavoratrici e lavoratori che in questi difficili mesi hanno comunque garantito la continuità delle filiere primarie.  

 

La 47enne negli ultimi 20 anni ha girato tutto il mondo per lavoro in qualità di cooperante internazionale. Ha collaborato con varie Ong e organizzazioni internazionali impegnandosi in difesa dei diritti della donna e per la promozione di progetti di sviluppo della Cooperazione. Ora lavora per l’Onu, spesso è in missione nei paesi dove guerra e fame minacciano i diritti fondamentali. Dopo Mali, Libano e Iraq, mentre a gennaio si trovava in Somalia.

 

Fermata dal lockdown per fronteggiare la diffusione del coronavirus, Depaoli si è subito messa subito in gioco per aderire alla piattaforma "Trento si aiuta", una grande rete solidale già esistente nel capoluogo, ma che si è ampliata e fortificata per rispondere a nuovi bisogni di assistenza, soprattutto per anziani e persone fragili (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato