Contenuto sponsorizzato

Matrimoni, tra programmi televisivi e confronti con i promessi sposi, un hotel di Riva “salva” la stagione estiva. “Da agosto in poi sempre pieni”

L'Astoria Park Hotel di Riva del Garda è riuscito a non annullare alcuna cerimonia tra quelle saltate a causa del Coronavirus, posticipandole tutte alla stagione estiva o al 2021. I grandi spazi a disposizione ospiteranno anche una puntata di un programma televisivo creato dal wedding planner di fama internazionale Angelo Garini per recuperare le nozze sospese dall'epidemia. Miorelli: "Importante rilancio per il comparto wedding. Da agosto in poi sempre pieni"

Di Davide Leveghi - 19 maggio 2020 - 16:28

RIVA DEL GARDA. Nella sospensione procurata dall'emergenza Coronavirus, anche i matrimoni, come tutte le celebrazioni, hanno subito le conseguenze del caso. No cerimonie con amici e parenti, niente ricevimenti, brindisi e festeggiamenti, tanto che moltinon tutti, però – hanno scelto di rimandare in attesa di momenti migliori.

 

All'Astoria Park Hotel di Riva del Garda, però, wedding planners e promessi sposi non si sono scoraggiati. Nel tentativo di “salvare il matrimonio” hanno infatti trovato altre soluzioni, riprogrammando il calendario e riorganizzando gli spazi per garantire agli innamorati e a tutti gli invitati di vivere un'esperienza indimenticabile.

 

“Innanzitutto – spiega la wedding specialist Vanessa Miorelli nel periodo di lockdown abbiamo lavorato con gli sposi per mantenere il loro futuro da agosto in poi, trovando non tanto un piano B, quanto un piano 'A2'. Così i 9 matrimoni programmati per maggio e giugno sono stati o spostati al 2021 o inseriti nei sabati di agosto e settembre, visto che le domeniche sono già piene. Nessuno di questi, comunque, è stato annullato”.

 

E' un bel rilancio per il mercato wedding - prosegue – come dimostrato anche da Angelo Garini, wedding planner di fama mondiale, il quale ha scelto una coppia di sposi che celebrerà le nozze nel nostro hotel per la puntata trentina di 'Save the wedding', programma televisivo in cui cerca con una coppia per regione di 'salvare il matrimonio' saltato a causa del Coronavirus. Un rilancio, tra l'altro, che porta con sé un ampio comparto, dai fiori ai vestiti, e così via”.

 

Se sul fronte nozze, dunque, si è riusciti a salvare i matrimoni in programma, diversa è la questione su quello delle camere d'hotel. “La botta è stata dura ma da dieci giorni a questa parte il trend sembra si stia invertendo. Gli italiani, d'altronde, hanno bisogno di una vacanza. Per questo abbiamo creato un questionario inviato ai nostri clienti con 519 risposte ricevute nella versione italiana, 257 in tedesco e 54 in inglese. Dai risultati emerge una grande voglia dei primi di andare in vacanza, anche se ci sono dubbi riguardanti la disponibilità di budget. Più indecisione mostrano i tedeschi, che sembrano avere maggiori perplessità sulla sicurezza sanitaria”.

 

D'altra parte, proprio per la sicurezza si è pensato alla creazione di una figura appositamente preposta, che potrà contare per evitare affollamenti su un parco di oltre 15mila metri quadri. “La figura del quality manager è con noi da dicembre ed è 'caduta a fagiolo'. Si tratta di un collaboratore in azienda che garantisce il rispetto dei protocolli, occupandosi quindi del cibo come della sanificazione delle sale e così via, rispetto a tutto quanto è doveroso nelle richieste del governo. Noi stiamo monitorando l'andamento dei regolamenti, gestendo questa parte impegnativa. Non mi metto limite per ora sulla capienza. Per un congresso fissato a settembre per la presentazione di un libro – conclude – si è già pensato di dividere il gruppo in 2. Gli iscritti infatti sono già 280”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 11:44

Un bilancio delle ultime 24 ore aggravato dai 2 morti che porta il totale delle vittime da inizio epidemia a 296 persone, mentre i positivi salgono a 5.302 casi. Il rapporto contagi/tamponi al 10%, una persona testata ogni 10 è risultata infetta, un trend simile a quello di Trento

21 ottobre - 05:01

L'esperienza di Andrea, un 32enne che 11 giorni fa ha presentato i primi sintomi da coronavirus con febbre e stanchezza diffusa. "Mi sono sentito abbandonato dall'Apss, che non mi ha fornito alcuna indicazione su come comportarmi. Quando ho detto loro che ho l'App Immuni per avere quadro più preciso delle persone con cui avevo avuto contatti, la risposta è stata di totale indifferenza"

21 ottobre - 11:15

Sono 1422 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore in Veneto, 1083 nella sola notte. Il numero di vittime sale a 2282, dopo che dalle 17 di martedì 20 ottobre i decessi sono stati 5, ben 14 dalle 8. Proprio ieri il presidente Luca Zaia aveva presentato il nuovo piano di sanità pubblica in 5 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato