Contenuto sponsorizzato

Dai vestiti ai mobili, in Vallagarina nasce lo spazio online per dare una seconda vita a oggetti inutilizzati

L'associazione culturale BaBa con il patrocinio dei comuni di Besenello, Calliano e Volano ha lanciato un gruppo Telegram in cui tutti gli abitanti della Vallagarina potranno mettersi in contatto per donare e ricevere oggetti inutilizzati

Di Lucia Brunello - 01 ottobre 2021 - 09:55

TRENTO. E’ nato un nuovo spazio digitale in cui gli oggetti non più utili per qualcuno, possono ritrovare vita nelle mani di qualcun altro. Si tratta del progetto “SVITA”, nato dallo stimolo dell'associazione culturale BaBa e patrocinata dai comuni di Besenello, Calliano e Volano, che consiste nel lancio di un gruppo Telegram proprio con il fine di mettere in contatto persone che cercano o vogliono donare un certo bene.

 

Il meccanismo è semplice, scansionando il codice Qr code (lo trovate qui sotto) o cliccando qui potrete accedere al nuovo gruppo Telegram. Una volta dentro, vi basterà scattare una foto al vostro oggetto e caricarla nella chat. Viceversa ogni giorno potrete controllare quali nuovi oggetti sono stati aggiunti da altri utenti.

"Il progetto Svita intende implementare un modello di riutilizzo dei beni altrimenti destinati allo scarto, contribuendo all’estensione del ciclo di vita degli oggetti, alla riduzione della produzione e alla diminuzione dello smaltimento dei rifiuti", si legge sul sito del Comune di Besenello. "Il fine è quello di formare una rete il più ampia possibile di persone affinché un oggetto destinato all’abbandono possa trovare nuova vita".

 

“Il 29 luglio 2021 è stato l'overshoot day - si legge poi - il giorno in cui il pianeta terra ha esaurito le risorse naturali a disposizione nel 2021. L’anno scorso era stato il 22 agosto: ci siamo praticamente bruciati un mese in un solo anno. Il “climate change” è un problema drammatico sempre più evidente. Per tentare di arginarlo dobbiamo agire ora. Consumiamo troppo in termini di risorse naturali. E consumiamo troppo anche in generale”.

 

Con questo spirito nasce quindi il progetto Svita, pronto ad accogliere oggetti di ogni tipo: che si tratti di un tagliaerba, uno spremiagrumi vestiti, mobili o elettrodomestici.

 

Chiunque fosse interessato a sapere qualcosa in più sul progetto, segnaliamo che la sua presentazione ufficiale avverrà questa domenica 3 ottobre dalle 11:30 nella sede di BaBaruM (in via Anderle a Volano). Presente sarà anche il Collettivo RelabVideo, che ha aiutato nella promozione dell'iniziativa, pronti a serigraficare le “borse Svita”, interamente in Cotone Bio.

 

“A far da cornice con selezioni Viniliche il resident Luca Fronza aka Maggico. Ovviamente con una sana balotta sociale, dove potersi scambiare chiacchiere, oggetti, opinioni e bere qualche bicchiere in compagnia”.

 

Sappiamo che il “ricircolo” è fatica, per questo ricompenseremo il tuo upload di giornata con un omaggio presso il bar del circolo”. conclude il Comune.

 

Qui di seguito, inoltre, un video realizzato proprio dagli ideatori si Svita, per spiegare in un solo minuto come funziona il progetto.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 ottobre - 06:01
Anche in Trentino non sono mancate le famiglie che hanno deciso di ritirare i propri figli da scuola perché non condividevano i protocolli [...]
Cronaca
18 ottobre - 19:43
Trovati 20 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 15 guarigioni. Sono 18 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
18 ottobre - 19:22
Nel giorno in cui il ministro della Difesa Lorenzo Guerini è arrivato a Trento, per un'anteprima dell'apertura al pubblico del Museo nazionale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato