Contenuto sponsorizzato

Fiorenzo Dalmeri nuovo presidente dell'Aci Trento: "Puntiamo allo sviluppo delle attività del Club, all'educazione stradale e al sostegno dello sport automobilistico"

Potenziamento delle attività di soccorso stradale (garantite sia in Italia che all'estero), sostegno allo sport automobilistico e rilancio della mobilità (privata e pubblica): con il nuovo presidente Fiorenzo Dalmeri, l'Automobile Club Trento punta a dare centralità sul territorio al Club, che conta ormai quasi 10mila soci

Di Filippo Schwachtje - 06 maggio 2021 - 18:00

TRENTO. Ulteriore sviluppo alle attività del Club, sostegno allo sport automobilistico e rilancio della mobilità sia privata che pubblica in collaborazione con le altre organizzazioni del territorio: ecco il piano per i prossimi anni di Fiorenzo Dalmeri, nuovo presidente dell'Automobile Club Trento. "L'Aci Trento conta quasi 10mila soci - ha dichiarato Dalmeri - il mio obiettivo è di aumentare il numero di tesserati perché credo fermamente nell'attrattività della nostra proposta e che quello offerto dal Club sia un servizio molto valido per tutti gli utenti della strada". 

 

L'Aci infatti, sottolinea il nuovo presidente: "Non è solo l'ente dove pagare il bollo, il passaggio di proprietà o rinnovare la patente. Si tratta certamente di attività importanti, ma il Club è molto di più: i servizi che offriamo ai nostri tesserati vanno dal soccorso stradale all'assistenza medica, fino all'assistenza in casa (per emergenze che richiedono elettricisti, idraulici, fabbri o falegnami) e ad una serie di sconti". 

Per i tesserati "gold" per esempio, il soccorso stradale in Italia è illimitato sul proprio veicolo, anche se il proprietario non è a bordo. Per due volte il soccorso stradale è garantito su qualunque veicolo in Italia e all'estero. "Dietro questa sigla c'è un mondo ricchissimo di attività - sottolinea Dalmeri - forniamo servizi utili e veri agli automobilisti che circolano sul territorio che non hanno paragoni: per i nostri soci ad esempio è prevista l'assistenza anche all'estero, compreso il rientro del veicolo in Italia in caso di rotture".

 

Oltre alle attività volte a migliorare la qualità e l'efficienza dei servizi erogati ai soci Aci e agli automobilisti, nei piani di Dalmeri il Club dovrà puntare a "incidere sulla mobilità stradale, portando avanti in particolare un'opera di sensibilizzazione per le varie categorie di utenti, favorendo la convivenza per esempio tra automobilisti e chi viaggia sulle due ruote per ridurre il rischio di incidenti mortali". Priorità per il nuovo presidente anche il supporto allo sport automobilistico sul territorio nelle varie competizioni a partire, dice Dalmeri: "Dalla Trento-Bondone fino alla Stella Alpina, al Rally di San Martino e a quello storico della Valsugana". 

 

Focus ulteriori saranno lo 'svecchiamento' del parco auto circolante, anche in questo caso partendo da un'opera di sensibilizzazione rivolta agli utenti, e l'attrattività nei confronti dei più giovani, in particolare potenziando la qualità dei servizi della tessera 'club', pensata anche per i neo-patentati

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato