Contenuto sponsorizzato

Il 2021 è l'anno europeo della ferrovia. Transdolomites: "Il treno? Esercizio di coesione politica per l’Europa"

La ferrovia è responsabile di meno dello 0,5% delle emissioni di gas serra, ma solo il 7% circa dei passeggeri e l’11% delle merci viaggiano in treno. L'Europa punta così sull'accelerazione del sistema ferroviario come modo per cogliere quel cambiamento sociale in atto, accelerato proprio dalla crisi sanitaria. Transdolomites: "L'Alta Velocità si sta realizzando anche nella nostra regione, ma il Trentino rischia di diventare un mero corridoio di attraversamento"

Di Laura Gaggioli - 09 gennaio 2021 - 12:50

TRENTO. Con il primo gennaio 2021 è cominciato l’Anno europeo della ferrovia, un’iniziativa della Commissione europea che vuole mettere in luce i vantaggi di un mezzo di trasporto storico quanto mai moderno e sostenibile, intelligente e sicuro: il treno. In Italia e anche in Trentino, sono molte le iniziative visionarie che già da tempo guardano a questo futuro.

 

Nell’Unione Europea, il trasporto su ferrovia è responsabile di meno dello 0,5% delle emissioni di gas serra legate ai trasporti. Questo lo rende una delle forme più sostenibili di trasporto passeggeri e merci e, allo stesso tempo, anche eccezionalmente sicura nel collegare persone e imprese in tutta l’UE. Nonostante questi vantaggi, solo il 7% circa dei passeggeri e l’11% delle merci viaggiano però in treno. Il 2021 vuole essere così un importante passo avanti verso lo Spazio ferroviario europeo unico: una rete ferroviaria europea più efficiente con una mobilità transfrontaliera senza interruzioni. “Un esercizio di coesione politica, un’azione collettiva in cui la ferrovia crea uno spazio condiviso comune lungo tutta l’Europa”, ha spiegato la commissaria europea per i trasporti, Adina Vălean.

 

 

 

La Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen ha deciso di spingere l’acceleratore sull’adozione dello European Green Deal, un piano che comporterà una profonda trasformazione della produzione, dei consumi, delle fonti energetiche e dei trasporti. Si prevedono nei prossimi anni mobilitazioni di risorse finanziarie del budget pluriennale dell’Unione, sostegno di InvestEU, azioni della Banca europea per gli investimenti (BEI) e contributi del settore privato, per un totale di circa 1 trilione di euro di investimenti in dieci anni. Gli importi stanziati per il Green Deal saranno parte integrante dello storico piano di stimolo previsto dal pacchetto Next Generation EU, in cui la transizione industriale, energetica e dei trasporti sono considerati elementi centrali per la ripresa economica del Vecchio continente.

 

Anche in Italia, dopo il 2016 Anno nazionale dei cammini, il 2017 Anno nazionale dei borghi, il 2018 Anno del cibo italiano e il 2019 Anno del turismo lento, il 2020 è stato l’Anno nazionale del treno turistico. Un anno che ha giocato in anticipo rispetto alla corrente comunitaria e così, con questo 2021, il futuro guarda ancora alla ferrovia, ma da oggi anche in Europa.

 

Con il progetto “Binari senza tempo” per esempio, fra il 2014 e il 2018 il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBACT) insieme con la Fondazione FS Italiane, è stato possibile riaprire all’esercizio turistico 600 chilometri di linee ferroviarie, da nord a sud della Penisola, creando una nuova forma di turismo ferroviario che ha reso raggiungibili le mete italiane meno conosciute, ma di straordinaria bellezza.

 

“Ad oggi, esistono ancora 800 chilometri di tratte ferroviarie in disuso e abbandonate che attraversano parchi nazionali, aree protette e territori densi di storia e cultura - commenta Massimo Girardi, presidente di Transdolomites, l’associazione trentina che dal 2006 si occupa di mobilità e turismo sostenibile sul territorio - investire in mobilità ferroviaria significa potenziare, promuovere e valorizzare questa forma di turismo rispondendo all'esigenza di governare la crescita impetuosa dei flussi turistici che, a pandemia terminata, riprenderanno con vigore nei prossimi anni e che non potranno più concentrarsi nelle sole grandi città d'arte, già vittime di fenomeni di sovraffollamento. Si tratta insomma di prepararsi ad una forte ripartenza e cambiamento del fare turismo”. Avvicinando la montagna, la ferrovia sarebbe così un modo per cogliere quel cambiamento sociale in atto, accelerato proprio dalla crisi sanitaria.

 

“Transdolomites vuole ricordare che l'Alta Velocità si sta realizzando anche nella nostra regione, ma senza una programmazione strategica che accompagni l'oggi al 2050 e senza la previsione di collegamenti ferroviari tra città e le valli, il Trentino rischia di diventare un mero corridoio di attraversamento - continua Girardi - se è del tutto corretto orientare questo ragionamento con la proposta della Rovereto-Riva, allo stesso modo si deve fare per le Valli dell’Avisio dove Fiemme e Fassa soffrono fortemente la pressione del traffico generato da residenti e turisti e dove la Valle di Cembra attende una nuova opportunità di sviluppo che solo la ferrovia potrà concedere". Transolomites esorta così la Giunta Provinciale a riportare nel dibattito politico la ferrovia, unendosi ai tempi che corrono per non perdere l’occasione dell’elettrificazione della Valsugana o del progetto della ferrovia Avisio (qui articolo), o ancora, della ferrovia per le Olimpiadi 2026 in Fiemme e Fassa per tornare a confrontarsi concretamente con questi scenari nell'interesse di tutto il Trentino.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
23 settembre - 19:02
Un minuto dopo il decollo da Folgaria si è verificato un guasto meccanico che ha determinato il distacco del portellone laterale destro. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato