Contenuto sponsorizzato

In Val di Fassa il primo asilo diurno per cani. Carlotta Buonomini: ''Una baita esistente fungerà da ricovero coperto e con Erika e Alice i pet saranno accuditi con affetto''

Apre a giugno, ad opera di Carlotta Buonomini che già gestisce “Charlotte Horse Riding” a Campitello, “Dog Hostel” dove, dalle 8 alle 18, vengono custoditi gli amici a quattro zampe di persone impegnate in sport, attività ed escursioni  

Di Elisa Salvi - 01 May 2021 - 17:43

CAMPITELLO DI FASSA. Nasce a Campitello il “Dog Hostel”, il primo asilo diurno per cani della Val di Fassa. Un servizio di cui si sentiva la necessità nella valle ladina, dove, soprattutto d’estate, gli ospiti in vacanza con il cane sono in costante aumento mentre scarseggiano dog sitter e non ci sono strutture a cui affidare l’amico a quattro zampe se si desidera fare sport o attività particolari. Lo sa bene Carlotta Buonomini, titolare di “Charlotte Horse Riding” di Campitello, a cui è capitato occasionalmente di ospitare nel suo maneggio i cani dei proprietari che nel frattempo accompagnava a cavallo.

 


 

Ed è proprio Carlotta, grande appassionata di animali (il suo ranch è composto da una ventina di cavalli recuperati da maltrattamenti) e imprenditrice intraprendente, che ha trovato la soluzione al problema. ''Ai primi di giugno - spiega Carlotta - in questa piana verde e silenziosa, a poca distanza dal nostro paddock, apriamo l’asilo diurno per cani. A giorni inizieremo i lavori di sistemazione di una baita esistente che fungerà da ricovero coperto per otto cani, mentre a fianco realizzeremo altri sei spazi recintati all’aperto. Non solo, grazie a Erika Planchensteiner, l’educatrice cinofila che coordinerà l’asilo con la collega Alice Zulian e un altro educatore, i cani saranno accuditi con affetto, accompagnati a fare passeggiate e nutriti con cibo di un’azienda specializzata''.

  


 

Il ”Dog Hostel” ospiterà cani di tutte le taglie (fino a un massimo di 14 in contemporanea) e sarà aperto dalle 8 del mattino alle 18 circa. Il costo andrà da 16 euro per un paio d’ore, a 60 euro per un’itera giornata, fino a un forfait di 200 euro per 5 giorni. ''L’accoglienza sarà un momento chiave per conoscere i cani, sia attraverso la compilazione di una scheda con le informazioni più importanti, sia con un colloquio con i proprietari. Desideriamo che chi ci lascia il suo pet, per alcune ore o l’intera giornata, lo faccia in serenità. Perciò, per organizzarci al meglio noi sarà fondamentale la prenotazione''.

 


 

Per avviare l’asilo diurno, oltre a ottenere i permessi dall’amministrazione locale, è stata costituita “Fassa Dog”. ''Si tratta di un’associazione sportiva - sottolinea Carlotta - perché l’attività di educazione e accompagnamento con i cani è considerata uno sport. Tutto ciò, se 'Dog Hostel' avrà successo, ci permetterà in futuro di avviare corsi di educazione, addestramento e agility dog''. Ma le novità per Carlotta non finiscono qui: a fine aprile in un’area di oltre 100 metri quadri del maneggio ha piantato quattro querce rosse di quarant’anni e una sequoia di cinquanta, la cui ombra darà ristoro ai cavalli che vivono tutto l’anno all’aperto. ''Mi sono rivolta a un vivaio di Brescia che vende magnifici alberi adulti. Immaginando il “Parco della resilienza”, così l’ho chiamato, come un’oasi che si differenziasse da quanto c’è in valle, ho scelto alberi che si possano adattare bene al territorio, come le tipiche querce del Canada, ma che diano anche l’idea di un grande giardino a quanti lo ammirano passeggiando tra Campitello e Canazei''.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 maggio - 13:22
Dal primo gennaio del prossimo anno la Provincia ha deciso di gestire direttamente il centro che si trova al Bosco della Città che fino ad [...]
Cronaca
27 maggio - 13:15
Il povero animale ferito è stato soccorso poi da un veterinario. Ad accorgersi di quello che stava accadendo sono stati alcuni cittadini che sono [...]
Cronaca
27 maggio - 12:24
L'incidente è avvenuto all'interno di un cantiere Vaia nei boschi di passo Lavazè. Un boscaiolo di 53 anni è stato travolto da un albero e poi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato