Contenuto sponsorizzato

Dalla ristorazione agli asinelli salvati, in Val di Sole l'imprenditoria femminile si distingue. Tante le professioniste che hanno deciso di dedicarsi al territorio

Dalle coltivazioni sulle note di Mozart  e Vivaldi a incontri con le coppie in  gravidanza. In Val di Sole il numero delle donne che hanno deciso di basare il proprio futuro professionale sulla valorizzazione del territorio montano cresce. La guardia forestale Jessica Gentilini: “Volevo salvare il mondo e l’ambiente per lasciarlo migliore di come l’ho trovato”

Di Sabina Boscaro - 15 luglio 2021 - 19:14

VAL DI SOLE. In Val di Sole il numero delle donne che hanno deciso di basare il proprio futuro professionale sulla valorizzazione del territorio montano cresce. Agriturismo, aziende agricole, coltivazioni sulle note di Mozart e Vivaldi e incontri con le coppie in  gravidanza sono solo alcune delle attività proposte da giovani imprenditrici, appassionate e promotrici di una forza tutta al femminile.

 

Un esempio di amore per la fauna ed il territorio, che si tramuta in un vero e proprio impiego, è fornito infatti dalle sorelle Alessia ed Elisabetta Tomazzolli, le quali, dopo aver salvato Donkey, Rangi, Olmo e Sergio, quattro asinelli provenienti da un sequestro in Emilia-Romagna, hanno dato vita al progetto “Ritmo d’Asino”, che organizza escursioni tra le bellezze della Val di Sole per adulti e laboratori a Caldes con i bambini.

 

“Gli asini sono molto riflessivi, dolcissimi, empatici, lenti nell’operare ma molto curiosi", spiegano le sorelle. "Insegnano ai bimbi la pazienza necessaria a costruire un rapporto di fiducia reciproca. L’onoterapia non a caso è anche molto indicata come terapia in favore di soggetti con disturbi della personalità, tossicodipendenti, persone con problemi di ansia, stress, disarmonia emotiva, bambini ipercinetici,  aggressivi, anoressici, con disturbi dell’attenzione e con sindrome di down”.

 

Anche Giulia Bontempelli, ereditiera del Centro di Equitazione Alpina di Pellizzano, dell’agriturismo e dell’azienda agricola per produrre il latte di montagna da due razze di mucche, è un esempio di forza femminile della zona, punto di riferimento per esperienze didattiche e di ippoterapia.

 

Il percorso di “ritorno alla natura” intrapreso in Val di Pejo da Olga Casanova ha invece per  protagoniste le erbe curative ed il loro utilizzo nel campo della cosmesi naturale. Nella sua azienda inoltre le attività didattiche si uniscono ad un percorso a piedi nudi, che riporta ad un benessere tutto al naturale, promosso dal monaco tedesco Sebastian Kneipp.

 

Ancora, Sofia Panizza si è dedicata alla coltivazione di erbe di montagna dell’Alta Val di Sole, ai piedi della Cima Presanella, che crescono sulle sinfonie di Mozart e Vivaldi. “Le basse frequenze della musica classica - spiega infatti l’imprenditrice - sono capaci di stimolare la produzione di sostanze che migliorano il sistema immunitario delle piante e al tempo stesso tengono lontani gli insetti che la danneggiano”.

La naturopata Eulalia Panizza si è invece concentrata sulla realizzazione di una scuola della montagna, detta “Raggio di Sole”, dove vengono insegnate tutte quelle attività che si sono rivelate
fondamentali nel dopoguerra, quali la realizzazione del sapone, la lavorazione della fibra d’ortica, la preparazione della birra, i segreti delle erbe e dei vari rimedi naturali.

 

“Noi qui abbiamo tutto ciò che serve per la nostra salute. Sono nata e cresciuta in queste montagne. Ho scoperto i segreti delle erbe montane dai miei genitori e ora amo trasmettere quel sapere alle future generazioni. Una ricchezza che la natura ci offre ma che troppo spesso dimentichiamo”, dichiara a questo proposito Panizza.

 

Fondamentale è naturalmente anche il lavoro di Jessica Gentilini, dal 2008 guardia forestale in servizio nel Parco Nazionale dello Stelvio trentino, in Val di Sole; di Eva Nieminski, che, 36 anni, è una delle prime in Italia ad aver iniziato, tre anni fa, ad organizzare incontri con le coppie in gravidanza e nei primi mesi post nascita, con corsi di yoga, massaggi neonatali, ginnastica in acqua e di Sonia Tevini, insegnante  di yoga e istruttrice di nordic walking.

 

Volevo salvare il mondo e l’ambiente per lasciarlo migliore di come l’ho trovato”, afferma Jessica. “Basta il sorriso che si forma sul loro volto, quando riescono a cavalcare le onde del torrente”,  racconta inoltre Ida Alves Daprà, che ha contribuito all’affermazione del centro rafting di Mezzana, in riva  al fiume Noce, considerato uno dei corsi d’acqua migliori al mondo per questo tipo di sport.

 

A queste donne determinate e tenaci si aggiungono quindi Paola Mosca, docente del Centro di Formazione alberghiero e ristorazione Enaip di Ossana, Anna Benedetti, che, insieme ad un gruppo di ragazzi, ha deciso di prendere in gestione il museo dell’ape di Croviana e Cecilia Iachelini, che aveva solo dieci anni quando la sua famiglia iniziò ad amministrare il rifugio Dorigoni, a 2.436 metri di quota in Val di Rabbi, nel pieno del Parco Nazionale dello Stelvio trentino.

 

“Vivere in quota tre-quattro mesi l’anno insegna concretezza, programmazione, organizzazione e rende capaci di distinguere l’essenziale da tutto ciò  che è superfluo. L’Ortles Cevedale è molto meno noto di altri territori montani. Eppure è un’area di estremo pregio ambientale. Voglio contribuire a farlo conoscere, ma diffondendo allo stesso tempo fra i turisti una grande attenzione alla sostenibilità ambientale”, dichiara quest’ultima in un comunicato.

 

L’elenco di tale esemplificazione di determinazione e valorizzazione del territorio termina quindi con Ilary Bontempelli, che, con il compagno e socio Giacomo, hanno dato vita a Experience Val di Sole, una società che si occupa di trekking, escursioni e attività outdoor a 360 gradi, al servizio di privati e strutture alberghiere.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 settembre - 06:01
I promotori del referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Cronaca
24 settembre - 07:13
Il 56enne di Tesero, stava attrezzando, da solo, una via lungo una parete in località Salime nella valle del Rio Bianco, sopra [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato