Contenuto sponsorizzato

Grappa barricata: che cos’è e quali sono le caratteristiche

La grappa più pregiata e apprezzata è quella barricata. La grappa barrique è una tipologia molto amabile che piace anche a chi normalmente non apprezza la grappa bianca o invecchiata

Pubblicato il - 16 March 2022 - 12:03

TRENTO. Quando si parla di grappa, ne esistono davvero di tanti tipi diversi. La classica bianca può venire aromatizzata con spezie, erbe e aromi vari che rendono il gusto più interessante. Tuttavia, la grappa più pregiata e apprezzata è quella barricata. La grappa barrique è una tipologia molto amabile che piace anche a chi normalmente non apprezza la grappa bianca o invecchiata. Se la grappa normale in bocca ha un sapore troppo forte, non si può dire lo stesso di quella barricata. La grappa in barrique è la più ricercata per via delle sue caratteristiche, ma prima facciamo un passo indietro a scopriamo con esattezza di che cosa si tratta.

 

Grappa barricata: che cos’è. La grappa barricata in offerta, a differenza di quella bianca, viene messa a invecchiare in particolari botti di legno. In gergo si chiamano barrique e da qui prende il nome questa varietà di grappa. Le botti si usano da sempre nella vinificazione e non solo; basti infatti pensare a liquori quali il whisky. Insomma, da sempre le botti di legno si usano per far invecchiare e fermentare i liquori. Il vino, e non solo, viene fatto invecchiare in barrique affinché infonda la sua note legnose al prezioso mosto d’uva.

 

Le barrique contengono 228 litri di grappa che assume un colore e un sapore unico dato proprio dal pregiato legno. Attenzione perché le barrique non sono realizzate in legno qualsiasi ma solo in pregiato rovere francese. Tutte le altre realizzate con legnami diversi, sono semplicemente botti, le quali comunque possono infondere a prodotti come il vino note pregiate e interessanti al palato.

 

È improntate fare un’ulteriore distinzione tra la grappa barricata e quella invecchiata. Sono due prodotti completamente diversi. Infatti, quella barricata è più che semplicemente invecchiata. Perché possa pregiarsi di questo nome, deve trascorrere almeno metà del tempo totale di invecchiamento in barrique. In altre parole, una grappa barricata è sì invecchiata ma quella invecchiata non è barricata.

 

Grappa barricata: caratteristiche. La grappa barrique è una tipologia particolarmente apprezzata perché le botti di rovere francese con capienza massima di 228 l infondono un sapone e un aroma unico. Il prodotto invecchiato in barrique si pregia di un sapore più complesso, rotondo e morbido. Il legno dona sapori legnosi che ricordano vaniglia e altre spezie. In bocca il gusto è più dolce, motivo per cui la grappa barrique è più apprezzata, anche da chi normalmente non ma la grappa normale bianca.

 

Il gusto è così vellutato proprio perché queste piccoli botti garantiscono una maggiore superficie di legno a contatto con poco prodotto. I sentori secondari e terziari della grappa si arricchiscono di aromi tipici di spezie, vaniglia, fiori, agrumi e anche note tostate. La grappa che invecchia almeno 12 mesi, la metà dei quali proprio in barrique, ha anche un colore diverso. Risulta di un colore ambrato ma non per forza molto scuro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
25 giugno - 17:35
Il presidente Fugatti ha detto che ''il ministro qui in Val di Non è venuto a visitare le strutture e a conoscere da vicino i progetti che le [...]
Cronaca
25 giugno - 15:46
Il bambino avrebbe ingerito qualcosa che gli sarebbe poi andato di traverso, per questo rischiava di morire soffocato: rianimato da un carabiniere [...]
Cronaca
25 giugno - 16:59
L'incidente è avvenuto nella zona industriale di Spini di Gardolo. Scontro tra due auto, tre feriti accompagnati al pronto soccorso di Trento
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato