Contenuto sponsorizzato

Un furgone per il trasporto di disabili al Centro di riabilitazione Franca Martini: il dono del Lions Club. Grasselli: "Anche i nostri pazienti meritano una vita piena"

Un furgone Volkswagen Caddy Maxi è stato regalato all’Associazione Trentina Sclerosi Multipla Onlus Franca Martini. Grasselli: "Per noi l'utilizzo di questo mezzo è fondamentale per andare a prendere a casa i nostri ospiti e portarli a fare riabilitazione". Pizzolotto: "un segnale forte di presenza sul territorio a fianco di chi ha bisogno"

Di Francesca Cristoforetti - 30 giugno 2022 - 16:37

TRENTO. Un furgone Volkswagen Caddy Maxi attrezzato per il trasporto di disabili destinato all’Associazione Trentina Sclerosi Multipla Onlus Franca Martini di Trento: è questo il regalo fatto dal Lions Club Trento Host. 

 

"Per noi l'utilizzo di questo mezzo è fondamentale per andare a prendere a casa i nostri ospiti e portarli qui a fare riabilitazione", dichiara con soddisfazione il direttore di Atsm Centro Franca Martini Roberto Grasselli durante la conferenza stampa tenutasi oggi (30 giugno) nel Centro di via Taramelli. 


Il furgone è stato consegnato grazie all’impegno del Lions di Trento, aggiunge il direttore "ci permetterà di organizzare molte più attività, di poter assistere meglio le persone che si rivolgono ai nostri Centri anche fuori dalla struttura sanitaria". Il tutto in un'ottica di "reinserimento in un contesto sociale adeguato attraverso delle attività fisiche che vadano oltre il contesto riabilitativo. Anche i nostri pazienti meritano una vita piena".

 

Grasselli conferma che sono circa 400 i pazienti adulti e 300 i bambini inseriti nelle strutture.

 

L’associazione è nata a Trento nel 1981, per iniziativa di un gruppo di volontari che hanno riunito e coinvolto un gruppo di persone affette da sclerosi multipla con le rispettive famiglie. Nel 2001, si è strutturata come Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus) e si occupa di tutelare il benessere delle persone affette da esiti di patologie neurologiche, di bambini con disturbi del neurosviluppo e delle rispettive famiglie. Oltre all’aspetto prettamente sanitario, l’associazione realizza percorsi e progetti di integrazione delle persone nei propri contesti di vita e nel territorio.


La donazione arriva dal Lions Club: "Dopo i momenti difficili segnati dalla pandemia – spiega il presidente uscente Guido Pizzolotto - volevamo dare alla nostra comunità un segnale forte di presenza sul territorio a fianco di chi ha bisogno. Abbiamo valutato varie ipotesi di intervento e la collaborazione con Atsm Onlus Franca Martini ci è sembrato il modo migliore e più concreto per farlo". 

 

L'iniziativa è stata infatti portata avanti con il nuovo presidente, Alessandro Sanzone, che proprio in questi giorni subentrerà al posto di Pizzolotto.

 

Presente anche il presidente di Atsm Vanni Ceola: "Non non bisogna mai dimenticare la definizione che dà l’Oms di salute, ossia: stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia. Il Centro Franca Martini non si occupa solo dei gravi problemi di salute dei propri pazienti, ma cerca di offrire loro anche un’integrazione delle persone nei propri contesti di vita e nel territorio". 

Il Lions Club International è l’organizzazione di club di assistenza più grande al mondo, con 1,4 milioni di soci in oltre 47.000 club. Fondati nel 1917, i Lions sono conosciuti principalmente per la lotta alla cecità, ma si dedicano anche alla protezione dell’ambiente, alla lotta alla fame e all’assistenza ad anziani e disabili.

 

Nell’anno sociale 2020-21 i Lions italiani hanno donato 9 milioni di euro alle rispettive comunità, 24.000 attività di servizio e 580.000 ore di volontariato. Il Lions Club Trento Host fondato nel 1956 e composto oggi da circa 60 soci, ha nella sua storia svolto molti service a favore della comunità trentina, nazionale e internazionale.

 

Nell’anno 2021-22 ha donato un respiratore polmonare all’Ospedale di Arco, ha aiutato una raccolta fondi a favore delle famiglie con bambini colpiti da atrofia muscolare spinale (Sma), ha supportato una struttura dedicata ai bambini con problemi familiari a Banja Luka in Bosnia, ha effettuato due interventi a favore di profughi ucraini in provincia di Trento e di Verona, ha partecipato, unitamente agli altri club della provincia di Trento, a due raccolte alimentari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 agosto - 10:57
“Abbiamo saputo che la nostra piscina di Arco verrà distrutta per costruirne di più piccole con gli scivoli”, la piccola nuotatrice scrive [...]
Cronaca
14 agosto - 12:00
Le vittime avevano tutto fra i 18 e i 19 anni: Marco Da Re, Xhuliano Kellici, Daniele Ortolan e Daniele De Re sono morti in un terribile [...]
Ambiente
14 agosto - 10:13
Nonostante l'area sia una riserva locale, sulla sponda nord del lago di Levico non sembrano fermarsi i campeggiatori abusivi. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato