Contenuto sponsorizzato

Dai combattimenti tra robot ai progetti di elettronica, al via a Sovramonte la "Fiera dell'innovazione"

L’evento, oltre a dare ai visitatori la possibilità di partecipare ad attività innovative e assistere a performance esclusive, punta principalmente a valorizzare le idee di giovani inventori e professionisti di Belluno e dintorni. Ecco tutti i dettagli

Di Silke Bridi - 11 aprile 2024 - 21:44

BELLUNO. La Fiera dell’innovazione di Sovramonte giunge alla sua seconda edizione prevista per il fine settimana del 26, 27 e 28 aprile in concomitanza con la festa patronale di San Giorgio, e svolgerà nella nuova palestra comunale a Sorriva di Sovramonte, un piccolo comune al confine tra la provincia di Belluno e Primiero.

 

L’evento è organizzato principalmente dai due laboratori di elettronica e informatica “Klinkon Electronics” e “Delucalabs”, con il patrocinio del Comune e della Proloco e in collaborazione con le realtà associative locali e l’aiuto operativo di giovani volontari.

 

La grande novità di quest'anno è caratterizzata dalla possibilità di assistere a una “Mini Robowar”, cioè un vero e proprio combattimento tra robot di peso massimo di 300 grammi progettati e costruiti dai cittadini rispettando le caratteristiche e le conformità stabilite dal regolamento. Sarà possibile assistere gratuitamente al combattimento sabato 27 aprile dalle 15, mentre per iscriversi alla competizione è possibile consultare il sito www.innovationfairesovramonte.com (le iscrizioni chiudono il 14 aprile ndr).

 

Nelle tre giornate aperte al pubblico, oltre all’esposizione dei progetti di elettronica, sono previste anche attività ludico-ricreative ed eventi ai quali poter partecipare, come per esempio la presentazione del sistema di monitoraggio autonomo per meteo e parametri ambientali (progetto Amms) a cura del “Servizio meteo sovramontino” (venerdì 26 aprile alle 20:30) e lo spettacolo di luci e fulmini con la bobina di Tesla a cura di Alessandro Torrisi, in arte Atlab (sabato 27 aprile alle 20:45).

 

Alcuni dei progetti esposti sono già elencati sul sito web della fiera, come per esempio un orologio atomico, una rete di stazioni meteo auto costruite, un simulatore di auto da corsa, droni Fpv, un robot tagliaerba con posizionamento satellitare, una macchina che ricicla le bottiglie di plastica e molto altro ancora.

 

Tra le sorprese quest’anno ci saranno anche degli ospiti speciali, come annunciano Simone Klinkon e Lorenzo De Luca, organizzatori dell’evento e titolari dei due rispettivi laboratori: “Oltre agli espositori, che saranno molti di più rispetto all’anno scorso, saranno anche presenti due aziende leader nel settore, cioè il team E-Agle di Formula Sae (Society of Automotive Engineers) dell’università di Trento e l’azienda Prusa Research, conosciuta a livello internazionale per la diffusione delle stampanti 3D anche ad uso domestico”.

L’evento, oltre a dare ai visitatori la possibilità di partecipare ad attività innovative e assistere a performance esclusive, punta principalmente a valorizzare le idee di giovani inventori e professionisti di Belluno e dintorni. Infatti l’ultimo giorno verrà eletto il “Maker of merit” che si aggiudicherà il premio per il migliore progetto esposto

 

“Il maker è un artigiano digitale o meglio un inventore moderno - spiega Simone Klinkon -  utilizza la tecnologia di ultima generazione per creare progetti da applicare nella quotidianità e nelle mansioni artigianali. Abbiamo voluto premiare i migliori espositori (makers) attenendoci al criterio di merito basandoci su tre aspetti: l’aspetto innovativo per quanto riguarda la tecnologia utilizzata, quello sostenibile attento alla conservazione dell'ambiente e quello del metodo esplicativo che deve essere semplice e comprensibile per tutto il pubblico”.

 

L’obiettivo di Simone e Lorenzo, due ragazzi giovanissimi con una passione e un talento ammirabile, è quello di poter dare la possibilità a chi come loro vive in un piccolo comune di circa una migliaia di abitanti, di scoprire le ultime novità che offre il mondo tecnologico e coglierne le opportunità per migliorare le attività della vita quotidiana.

 

“Vogliamo dimostrare alla popolazione che non serve andare tanto lontano per trovare l’innovazione, anche nella nostra piccola realtà di montagna è possibile avvicinarsi e formare parte del cambiamento digitale, inoltre la fiera si terrà in concomitanza con la festa patronale di San Giorgio proprio per sottolineare anche come questo evento vada di pari passo con lo sviluppo del territorio rispettandone la cultura e le tradizioni”.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 maggio - 07:03
Il dramma è avvenuto nella serata di ieri, sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Scurelle, le forze dell'ordine e i soccorsi sanitari. [...]
Cronaca
28 maggio - 06:01
I comuni lombardi di Valverstino e Magasa negli ultimi mesi sembrano essere riusciti ad intavolare una prima [...]
Cronaca
27 maggio - 20:25
Da oltre vent'anni fa il "camionaro", come lui stesso ama definirsi. "All'estero la nostra professione viene rispettata perché le persone sanno [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato