Contenuto sponsorizzato

Alessandro Brunialti delegato per la "prevenzione e preparazione delle comunità ai disastri" della Croce rossa nazionale

Il presidente del comitato trentino prenderà il posto di Roberto Antonini: "Resto un volontario e lavorerò in continuità con il passato". Un riconoscimento prestigioso che potrà riflettersi su tutta la struttura della protezione civile del Trentino.

Alessandro Brunialti
Pubblicato il - 03 agosto 2017 - 16:15

TRENTO. Sarà Alessandro Brunialti il nuovo delegato tecnico per l'area 3 del comitato nazionale della Croce Rossa Italiana. Cosa vuol dire? Che sarà lui a coordinare il settore attività di "preparazione della comunità e risposta ad emergenze e disastri"  che si traduce nelle "attività di prevenzione e preparazione delle comunità ai disastri", le "attività di risposta alle emergenze nazionali", la "risposta ai disastri internazionali", le attività "psico-sociali in emergenza" e il "recupero a seguito dei disastri e delle crisi" della Cri.

 

Un ruolo di primo piano per il trentinissimo Brunialti che oltre ad essere volontario della Croce Rossa lavora anche con la protezione civile e da parecchi anni, come rappresentante della Cri, siede nella Consulta all'interno della protezione civile. Una vita votata da quasi 40 anni al volontariato, al sacrificio per gli altri alla cura e all'assistenza di chi ne ha più bisogno (non ultimo il suo impegno da presidente del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana, come ente gestore dell'accoglienza al campo di Marco di Rovereto).  

 

"Prendo questo nuovo incarico con lo spirito del volontario - commenta - pronto a fare del mio meglio ma con la consapevolezza che chi mi ha preceduto (il precedente delegato era Roberto Antonini ndr) mi accompagnerà in questo percorso che intendo portare avanti in continuità con il passato. Il settore delle emergenze e della formazione sono da sempre temi a me cari e che conosco bene. Siamo pronti a cominciare". 

 

La nomina è arrivata lo scorso 22 luglio per il presidente del comitato provinciale di Trento. La Croce Rossa provinciale ha commentato così: "L’evento rappresenta un grande riconoscimento per le sue capacità e per la sua esperienza personale, e va a riflettersi su tutta la struttura della protezione civile del Trentino. Auguriamo ad Alessandro, che subentra al precedente delegato Roberto Antonini, un buon lavoro in questa nuova e importante esperienza".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 12:36

Continua a correre il contagio da Coronavirus in Alto Adige. Sono 350 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore. Ancora pesante il bilancio dei decessi. Con gli ultimi 7 il numero di vittime in questa seconda fase sale a 730

26 febbraio - 10:41

E' polemica attorno alla scelta di un liceo di Thiene di dar vita a un "gruppo di confronto e scambio Lgbt". Dopo le richieste di una madre e blogger di bilanciare con "uno spazio su eterosessualità e famiglia tradizionale" è intervenuta anche l'assessora regionale all'Istruzione Elena Donazzan: "Inopportuno e forzato trattare un tema così delicato"

26 febbraio - 11:01

In Trentino Alto Adige la relazione della Dia fa riferimento a soggetti riconducibili alla criminalità mafiosa che mantengono un basso profilo al fine di sviluppare le proprie attività, principalmente incentrate sul reimpiego di capitali in attività lecite. L'’operatività di affiliati alla ‘ndrangheta è emersa in Trentino e in Alto Adige già a partire dagli anni ‘70

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato