Contenuto sponsorizzato

Cambio della guardia alla presidenza del Rotary Trento: lascia Frattari entra Fedrizzi

Dalle problematiche legate alle violenze sulle donne, all'aiuto degli anziani, dall'impegno per i giovani, all'acquisto di defibrillatori e alla messa a dimora di molti alberi da frutto l'anno di presidenza di Frattari è stato particolarmente ricco. Qualche giorno fa il passaggio di consegne

Pubblicato il - 16 luglio 2018 - 17:39

TRENTO. Cambio della guardia in casa Rotary Trento dove l'ex presidente Antonio Frattari ha lasciato il passo al nuovo Massimo Fedrizzi. Lo stimato professore del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica ha chiuso il suo anno di presidenza (lo è stato due volte) dedicato, come ha spiegato lui stesso nella relazione di fine mandato, ''ai più deboli''. 

 

"Il fine che ci eravamo proposti era quello di parlare delle debolezze sociali, umane e ambientali - ha detto - per renderci conto di quali esse fossero e come avrebbe potuto lavorare il nostro club per fare la differenza, come dal motto del nostro Presidente Internazionale. Abbiamo, quindi, decido di interessarci delle problematiche delle donne che subiscono violenza con il service Woman Respect (condiviso da tutti i club del Trentino), e delle debolezze degli anziani attraverso incontri e interventi mirati".

 

A livello sociale, poi, è stato piantato un albero per ogni socio nel Parco di Gocciadoro e, per contribuire alla sensibilizzazione sulle problematiche della morte improvvisa, è stata sponsorizzata l’installazione di tre defibrillatori due in altrettanti rifugi in quota e uno al Grand Hotel Trento. Inoltre sono state fatte delle attività per acquistare dotazioni sanitarie per un ospedale in Tanzania.

 

E poi ci sono i giovani. "All’inizio dell’anno - ha aggiunto Frattari - abbiamo avuto ospiti i ragazzi del Liceo Galilei che hanno partecipato, anche con una nostra sponsorizzazione, al campionato mondiale di Robotica presentando un robot in grado di trovare ed assistere persone disperse. Abbiamo poi avuto ospiti i giovani che aiutano con attività nautiche i ragazzi autistici e ai quali abbiamo finanziato una ricerca in questo campo. Abbiamo sentito la voce di un giovane non vedente e raccolto l’invito ad operare per il riconoscimento della dignità di quella che non vogliono sia definita la categoria di ciechi".

 

Un anno ricco di tanti altri avvenimenti che si è chiuso, a inizio mese, alla Locanda Margon, con il saluto di Frattari e la nomina di Massimo Fedrizzi, altra figura molto stimata, direttore de La Finanziaria Trentina. Questi al termine della presentazione ha salutato tutti i presenti auspicando uno splendido anno rotariano, vocato all’amicizia, alla conoscenza del territorio e all’assidua presenza e coinvolgimento dei soci, precondizione necessaria per proseguire nella mission del club, che a termine della prossima annata festeggerà i 70 anni, primo club della provincia a tagliare questo importante traguardo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato