Contenuto sponsorizzato

Il commento del sindaco Andreatta sulla prima unione civile in Trentino

"Un provvedimento di buon senso che fa uscire dall'ombra relazioni considerate fino ad oggi di serie B"

Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta
Pubblicato il - 02 settembre 2016 - 11:10

Domani celebrerò un'unione civile, la prima nel Comune di Trento. Come è noto, l'ufficializzazione del legame affettivo tra due persone dello stesso sesso è possibile grazie alle recente legge, che ha colmato un annoso vuoto legislativo avvicinando l'Italia agli stati europei culturalmente più evoluti e attenti ai diritti della persona.

 

Si tratta di un provvedimento di buon senso e soprattutto di un provvedimento umano, che fa uscire dall'ombra relazioni affettive stabili fino ad oggi considerate di serie B. Se per un momento ci togliamo gli occhiali del preconcetto ideologico e ci concentriamo sul merito delle questioni, sulle storie concrete delle persone, non c'è alcun dubbio sulla validità di queste norme che, tra l'altro, danno la possibilità (e dunque il diritto, ma anche il dovere) alle coppie omosessuali di assistenza reciproca in caso di malattia e di incarcerazione o che consentono la reversibilità della pensione.

 

Qualcuno ha parlato di supermercato dei diritti: non mi pare un'espressione adatta a questa legge. Non c'è un diritto in vendita (o peggio in svendita) quando ad esso sono legati dei doveri o quando il diritto riconosce e cerca di porre rimedio a situazioni di sofferenza, di emarginazione, di difficoltà. I diritti a buon mercato sono quelli a cui non è legato alcun tipo di responsabilità: ma non è questo il caso.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 19:01

Il video mostra chiaramente cosa pensava il consigliere leghista prima di diventare presidente e cioè che per un decennio tutti abbiano mentito sul ritorno del lupo in Trentino (pensiero confermato dalla parlamentare Cattoi pochi giorni fa). Ora che è alla guida della Pat ha accesso a documenti e studi e può parlare con quegli stessi dirigenti che definiva con una ''impostazione ideologica''. Interrogazione di Ugo Rossi ''al fine di meglio tutelare l’immagine dell’istituzione che rappresenta''

20 febbraio - 20:33

L'esponente di Civica Trentina diventerebbe vicepresidente ma nella maggioranza qualcuno vorrebbe negargli gli Enti locali. Sul fronte della giunta regionale, Kompatscher non sembra convinto di affidare all'esponente di Agire l'assessorato 'pesante' delle Politiche sociali

20 febbraio - 20:07

Ieri l'intervento dei carabinieri del Ros e dei carabinieri di Trento, ma anche gli agenti della Digos e della Direzione centrale della polizia di prevenzione hanno portato all'arresto di sette persone appartenenti ad una cellula anarco-insurrezionalista

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato