Contenuto sponsorizzato

Napoli-Dimaro, addio o arrivederci? La trattativa è in salita per 2 milioni di motivi

Il ritiro appena concluso, considerato dei record, potrebbe essere l'ultimo in Val di Sole per gli azzurri. Il presidente Aurelio De Laurentiis chiederebbe a Trentino Marketing circa due milioni di euro per rinnovare gli accordi in scadenza

Di Luca Andreazza - 25 luglio 2017 - 21:31

TRENTO. Il Napoli ha lasciato Dimaro dopo ventuno giorni di lavoro e forse non farà più ritorno in Val di Sole per 2 milioni (di euro) di motivi. Tanto chiede il presidente Aurelio De Laurentiis a Trentino marketing per rinnovare il contratto che scade il prossimo 30 giugno 2018.

 

Ogni anno si assiste al ping-pong tra il numero uno del Napoli e la Provincia, ma questa volta i 'mal di pancia' di De Laurentiis, forte della scadenza della partnership e della crescita di appeal dei partenopei, sono iniziati molto presto, già nell'ottobre scorso nell'ormai noto "Io nemmeno l'usciere gli farei fare a casa mia...quell'assessore è roba da manicomio ho anche cancellato il suo numero non voglio più nemmeno nominarlo" riferito a Michele Dallapiccola (Qui articolo).

 

E se il ritiro appena trascorso è considerato da tutti gli addetti ai lavori come il migliore dei sette anni solandri, quello definito dei record, questo potrebbe restare solo un ricordo, l'ultimo, così come le circa cinquemila persone che hanno invaso piazza Madonna della Pace. 

 

La distanza economica tra domanda e offerta è tanta, ma questa è una trattativa commerciale e quindi il percorso si annuncia lungo e complesso. La certezza è che gli accordi in vigore tra visibilitàmarketing restano attivi fino al 30 giugno prossimo e il marchio 'Trentino' campeggerà un po' ovunque, mentre contatti e ammiccamenti in questo lasso di tempo non mancheranno alla ricerca del rinnovo contrattuale. 

 

Se però le premesse sono quelle dell'autunno scorso, ci si possono aspettare battute al vetriolo e punture varie, senza la certezza che, raggiunto l'accordo, poi questo vada comunque a buon fine perché, citando sempre De Laurentiis (quella volta riferito al tecnico Walter Mazzarri in procinto di passare all'Inter): "Non bastano i soldi..." e il resto è sopra le righe, come spesso capita.

 

Insomma, siamo solo, forse, all'inizio della telenovela e non resta che attendere le prossime puntate per capire se questo è un 'addio' oppure un 'arrivederci'.   

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 febbraio - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato